Connect with us

Per Lei Combattiamo

CONFERENZA INZAGHI – “Stufo dei complimenti se non arrivano i punti. Col Genoa vittoria obbligatoria”

Published

on

 


Oggi la Lazio ha acquisito la giusta mentalità che chiedevi?

“Penso che noi dobbiamo ripartire dalla vittoria col Genoa senza se e senza ma. E’ una squadra insidiosa, va benissimo il gioco ma contano solo i punti per muovere la classifica”

La Lazio è molto bella esteticamente ma poco cinica, si può insegnare la cattiveria sotto porta?

“Si acquisisce negli allenamenti attravero la voglia di fare gol sempre. Io sarei preoccupato se la squadra non creasse e da attaccante mi preoccupavo quando non avevo occasioni dobbiamo essere più tranquilli e per questo motivo abbiamo analizzato i nostri errori. Ci saranno partite dove non riusciremo a creare tanti tiri e quindi dobbiamo lavorare tanto su questo aspetto”

Farai spesso turn over?

“Io valuto in base a ciò che vedo durante la settimana. Devo fare delle scelte per ogni gara e poi veniamo valutati in base al risultato”

E’ solo un caso che con i quattro tenori si vince?

“Io non guardo le statistiche ma gli allenamenti quotidiani per poi fare le scelte”

A che punto è l’inserimento di Vavro?

“E’ un grande professionista e sta lavorando molto bene, deve acquisire la lingua ma sono contento di lui come di Jony e Adekanye che arrivano da altri campionati. Lazzari ha avuto un inserimento logicamente più veloce”

Come sceglie i difensori?

“Un difensore completo deve sapere marcare e costruire gioco, stiamo cercando di migliorare e in base agli avversari e alle nostre disponibilità scelgo chi far scendere in campo”

C’è un qualcosa che la preoccupa?

“Mi dispiace che abbiamo qualche punto in meno di quanti meritiamo visto quanto costruiamo. La Lazio gioca bene e mette in pratica ciò che chiediamo ma adesso pretendo i punti anche a scapito del bel gioco. Mi sono stufato di ricevere i complimenti se poi la classifica non si muove”

Cosa ti dà fastidio di questo momento?

“Le critiche fanno parte del mestiere, iochiedo solo di rimanere lucido sperando di far più punti. I nostri sforzi evidentemente non bastano e quindi dobbiamo migliorare”

Tornerai alla Lazio tipo domani?

“Non so ancora chi giocherà, dipende dall’allenamento di oggi pomeriggio”

Come sta vivendo questo periodo Strakosha?

“Stiamo lavorando con Thomas e sono soddisfatto di lui. Sul gol di D’Ambrosio dovevamo fare meglio tutti quanti da Lazzari su Biraghi così come Strakosha doveva prendere più campo e Jony doveva fare una copertura più incisiva. Abbiamo capito di aver sbagliato ma non si può attribuire l’errore ad un singolo giocatore”

Come hai visto Immobile?

“Ho visto molto bene Caicedo e ho optato per lui. Il suo cambio è stato criticato da voi ma vi dico che è il giocatore ad averlo chiesto. E’ stata quindi una scelta tecnica su Immobile e se oggi mi dimostra di star bene, scenderà in campo”

Ti sei spiegato il calo nella ripresa?

“Dobbiamo avere più personalità nella gestione della palla”

Perchè col Parma c’è stata la prestazione e nelle altre gare no?

“Non abbiamo sbagliato una gara fino ad adesso, siamo stati padroni delle partite ma dobbiamo fare di più perchè la classifica non rispecchia ciò che abbiamo fatto. Col Parma è stata la più convincente per la concentrazione in novantacinque minuto, a livello di gioco abbiamo fatto meglio in altre partite. Io vorrei che i due aspetti filassero sempre”

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Per Lei Combattiamo

Hellas Verona-Lazio, Zaccagni: “Partita importante per noi, sarà dura. Tornare al Bentegodi una grande emozione”

Published

on

 


Domani pomeriggio, alle ore 18:30, tornerà in campo la Lazio. I biancocelesti, nel 21esimo turno di Serie A, saranno impegnati in casa dell’Hellas Verona. Per presentare il match del Bentegodi, l’esterno offensivo biancoceleste Mattia Zaccagni, nonché ex della sfida, è intervenuto ai microfoni di Lazio Style Radio. Queste le sue parole:

Si torna in campo dopo la gara con la Juventus: subito una chance per ripartire.

“Sarà una partita importante per noi, dobbiamo iniziare a guardare con attenzione la classifica. Dovremo entrare in campo con la voglia di vincere, ce la metteremo tutta per portare a casa i tre punti”.

Che avversario pensate di trovare?

“Conosciamo il Verona, riesce a mettere in difficoltà ogni avversario, sarà una partita dura, è una squadra in salute, quindi sarà un confronto ancor più complicato”.

Sarà la tua prima da ex al Bentegodi…

“Per me sarà una sfida particolare, sarà una grande emozione perché ritroverò tante persone che mi hanno fatto crescere calcisticamente, il Bentegodi è sempre stato per me uno stadio clamoroso che mi ha trattato bene e quindi, lo ripeto, sarà una grande emozione”.

Quanto cambia per te giocare nel tridente con Ciro o Felipe prima punta?

“Immobile è un calciatore che ci dà profondità, è un killer d’area. Felipe è un falso nove, si abbassa, viene a giocare e riusciamo a sfruttare gli spazi in verticale con gli altri due esterni. Sono due calciatori diversi”.

I numeri dicono che sei tra i migliori esterni della Serie A: quanto pensi a una nuova convocazione in Azzurro?

“La Nazionale è sempre stato un mio pallino in testa: è il sogno di tutti i bambini ma penso solo a far bene con la Lazio poi il resto arriverà di conseguenza”.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:    

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW