Connect with us

Per Lei Combattiamo

CONFERENZA CAICEDO – “Ho firmato perchè credo nel progetto. Ora voglio consacrarmi con questa maglia”

Published

on

 


Fresco di rinnovo contrattuale fino al 2022, Felipe Caicedo presenta la sfida di Europa League contro il Rennes. Da riscattare la sconfitta della prima giornata contro il Cluj in Romania.

Perchè hai deciso di continuare l’avventura alla Lazio?

“Penso che sono alla Lazio grazie al Mister con cui ho parlato e mi ha fatto sentire importante. Sono contento della decisione presa e devo continuare con la giusta testa”

Hai caratteristiche uniche per l’attacco?

“Siamo una squadra che gioca da tanti anni insieme, non conta chi scende in campo ma come lavoriamo. Stiamo trovando la giusta intesa sia con Ciro che con El Tucu e dobbiamo continuare così, domenica lo abbiamo dimostrato”

Con chi ti trovi meglio fra Correa e Immobile?

“Sto bene con entrambi poi ovviamente dipende anche dagli avversari adattare le nostre caratteristiche. Vi posso dire che ho un ottimo rapporto con loro sia in campo che fuori”

Credi negli obiettivi che si è prefissata la società?

“Ovvio, altrimenti non sarei rimasto. Il mister fa le scelte e noi stiamo tutti con lui, sistemiamo la classifica in Europa domani e poi pensiamo al campionato che è ancora lungo. Pensiamo partita dopo partita”

Hai fatto una scalata alla Lazio da quando sei arrivato, che obiettivi personali ti sei dato?

“Io voglio aiutare la squadra facendomi trovare pronto ogni volta che vengo chiamato in causa. Non è facile arrivare nel calcio italiano dall’estero e infatti il primo anno ho avuto difficoltà. L’anno scorso ho trovato sempre più spazio quindi adesso devo consacrarmi. Io sento la fiducia del mister e posso migliorare quello che ho fatto la stagione scorsa”

Come è la situazione razzismo in Italia?

“Io sto in una società dove non ho mai avuto problemi. Non parlo di ciò che succede fuori”

Ti rivedi nella definizione di prima punta atipica?

“Mi trova d’accordo ma è anche il nostro sistema di gioco. Il mister ci dà tanta fiducia e libertà, mi piace il ruolo che ho”

Hai mai visto giocatori giovani come emergere così?

“L’ultimo che mi ha impressionato è Ansu Fati del Barcellona. Eduardo Camavinga è un bel giocatore ma credo che bisogna temere tutto il Rennes”

Quanto sei affezionato alla Lazio?

“Sono molto contento di stare in un club così importante. Non immaginavo di rimanere così tanto tempo per il mister mi ha sempre dimostrato fiducia convincendomi a rimanere, ringrazio anche la società e i compagni che hanno avuto un ruolo fondamentale”

E’ chiuso il capitolo nazionale?

“Ho dato tutto e di più per la nazionale ma è un capitolo chiuso per me. Ho la coscienza pulita su questo discorso”

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Per Lei Combattiamo

L’Italia batte l’Ungheria e si qualifica alle Finals di Nations League

Published

on

 


A Budapest gli Azzurri vincono contro la squadra allenata da Rossi e si aggiudica la qualificazione alle Finals di Nations League. L’Italia sblocca la partita nel primo tempo con Raspadori che sfrutta un errore della difesa ungherese. Nella ripresa Dimarco realizza la rete del 2-0 contro l’Ungheria.

  


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:


I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW