Connect with us

Europa League

CONFERENZA STÉPHAN- “Non dobbiamo perderci e dare il massimo. Non firmiamo per il pareggio”

Published

on

 


Dopo il pareggio con il Marsiglia in Ligue One per lo Stade Rennais è tempo di tornare in campo in Europa League contro una Lazio ferita dalla sconfitta alla prima giornata con il CFR Cluj. A presentare la sfida è stato il tecnico dei francesi Julien Stéphan:

Inzaghi ha detto avendo perso in Romania hanno perso e per loro domani è una finale…

“Non siamo sorpresi. La Lazio è favorita e devono vincere domani. Siamo ambiziosi anche se outsiders del girone. Vogliamo giocare bene, anche se davanti a noi ci sarà chi fa turn over anche noi avremo questi problemi. Davanti c’è una squadra preparata che gioca insieme da tanto e con lo stesso allenatore da tempo, ma non dobbiamo perderci e dare il massimo”.

Stamane si è parlato dei nuovi arrivati tipo Lazzari e della necessità di inserimento dei nuovi. Vale lo stesso per voi?

“In realtà importante è gestire la rosa. Lo stiamo facendo dall’inizio e l’Europa League non è un posto per inserire i nuovi arrivati. Bisogna saper gestire anche la stanchezza e questo è l’importante”.

Niang aveva detto prima Marsiglia aveva detto che era un test per valutare la vostra crescita. Vale questo anche domani?
” Si è un test per noi, ma anche giocato contro Lille, Psg e Marsiglia. Domani giocheremo contro una squadra molta esperienza,  costretta a vincere. Ma domani sarà un test come altri avuti”.
L’Olimpico è uno stadio grande. Domani ci si aspettano diecimila spettatori. Meglio così o una stadio comunque con molti tifosi?
“Dipende. Sempre meglio lo stadio pieno, ma per noi i giocatori sono abituati e sanno fare astrazione da queste cose. È sempre una partita prestigiosa e noi ci siamo preparati per questo”.
Nella Lazio ballottaggio Luis Alberto e Milinkovic. Chi preferirebbe fuori?

“Se entrambi fossero in panchina sarebbe perfetto. Sono entrambi grandi giocatori come il resto della Lazio. Vogliamo concentrarci su di noi e confermare la partita di Marsiglia. Ovviamente la Lazio ha grandi giocatori in ogni ruolo, ma noi preferiamo concentrarci su di noi”.

Come si può mettere in difficoltà la Lazio?

“La risposta è sempre la stessa. Dobbiamo mettere intensità con movimenti di qualità, essere compatti e ambiziosi così da riuscire a destabilizzarsi. Hanno una squadra compatta con grandi giocatori. Vedremo come giocheranno domani e anche nel gioco delle due punte sono rodati. Noi dobbiamo riuscire a concentrarci su di noi.”

Sei partite senza vittorie. C’è qualche blocco mentale?

“Non penso sia quello. C’è stato qualche momento difficile, ma nel calcio ci sono alti e bassi. Se avessimo vinto questo weekend non ci sarebbe stata questa domanda. Non vinciamo da un po’ ma neanche perdiamo da tempo, quindi non siamo dominati durante le partite. Ci manca un po’ di fortuna sotto porta”.

Che ne pensa di Inzaghi?

“È arrivato nel 2016, è riuscito a lavorare nel tempo e ciò è molto importante. Ha una squadra organizzata a cui piace giocare a calcio e lavorando tutti insieme riesce a creare automatismi. Ha anche vinto la Coppa Italia l’anno scorso e anche questo per un allenatore è importante. Ha molte qualità”.

Non ci sono blocchi mentali. A Marsiglia c’era una difesa schierata a cinque. Bisogna mantenere questo modulo per ritrovare fiducia?

“Non manca la fiducia all’interno del gruppo, non c’è un modulo magico. Questo è quello che in questo momento ci riesce meglio. Le molte partite ravvicinate ci hanno impedito di provare altri moduli. Vogliamo confermare la prestazione dopo Marsiglia. Non bisogna concentrarsi troppo sul modulo”.

A Marsiglia buona prestazione, ma si può dire che c’è un sentimento d’impazienza da parte dei giocatori?

“Siamo qui per Europa League e quindi non è il caso parlarne. Anche dopo la sconfitta a Nantes e a Marsiglia  abbiamo giocato bene. Se la prestazione è buona i risultati arrivano”.

Firmerebbe per un pareggio?
“Non si prepara una partita pensando di non vincerla. Domani vedremo come andrà il match, ma non potremmo mai firmare per un pareggio ancor prima di giocare”.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Europa League

EUROAVVERSARIE | Vittorie per Sturm Graz e Midtjylland. Il Feyenoord cade in casa del PSV

Published

on

 


Messa alle spalle la seconda settimana con impegni europei, sono tornati i vari campionati in questo weekend, ultimo prima della sosta per gli impegni delle Nazionali. La Lazio, dopo il k.o. in casa del Midtjylland, si è rialzata subito, conquistando tre punti in casa della Cremonese grazie allo 0-4 firmato Ciro Immobile, autore di una doppietta, Sergej Milinkovic-Savic e Pedro. La squadra di Sarri non è stata l’unica del Gruppo F di Europa League a vincere.

Le prime due euroavversarie dei biancocelesti a scendere in campo sono state Sturm Graz e Feyenoord. I bianconeri austriaci, nel match casalingo contro l’Austria Lustenau, hanno conquistato il successo con il risultato di 2-0. Una rete per tempo, con il vantaggio siglato da Prass al 24°, ed il raddoppio all’83° da Fuseini. Complice la sconfitta del LASK nella giornata di ieri, lo Sturm Graz aggancia così il secondo posto a quota 18 punti dopo 9 giornate di campionato. Al primo posto sempre il Salisburgo con 22 punti.

Il Feyenoord invece, era impegnato ad Eindhoven contro il PSV. Il match, ricco di gol ed emozione, si è concluso con la vittoria dei padroni di casa per 4-3. Vantaggio Feyenoord con Idrissi dopo tre minuti di gioco. Il PSV reagisce e nell’arco di neanche dieci minuti ribalta il risultato, prima con Branthwaite (16°) e poi con Gakpo (25°). Poco prima dell’intervallo però, gli ospiti trovano, con Danilo, il gol del 2-2 che chiude la prima frazione. Nella ripresa ritorna subito in vantaggio la squadra di casa con la rete di Til, mentre al 73° il risultato torna nuovamente in parità grazie al gol di Kökçü. Dieci minuti dopo, il risultato cambia nuovamente, questa volta in maniera definitiva: Obispo riporta avanti il PSV che conquista una vittoria importante. Con la sconfitta dell’Ajax, i padroni di casa agganciano il primo posto a quota 18 punti, insieme proprio all’Ajax. La sconfitta invece, lascia il Feyenoord a quota 16 punti in classifica, a -1 dall’AZ terzo e -2 dalla coppia di testa.

Per chiudere il quadro delle euroavversarie della Lazio, alle 18:00 è sceso in campo il Midtjylland, reduce dal successo in Europa proprio contro i biancocelesti. Dopo la Lazio, la squadra danese ha battuto anche il Copenhagen. Il 2-1 casalingo porta le firme di Evander, su calcio di rigore, e Dreyer. Inutile il gol del momentaneo 1-1 degli ospiti. Il Midtjylland torna così a fare tre punti in campionato, salendo al settimo posto in classifica con 13 punti. La testa della classifica dista ora nove lunghezze.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:


I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW