Connect with us

Per Lei Combattiamo

EUROPA LEAGUE-L’AVVERSARIO | Tutto quello che c’è da sapere sul Rennes

silviaaldi@libero.it'

Published

on

 


La Lazio è chiamata al riscatto questa sera alle 21:oo allo Stadio Olimpico di Roma contro il Rennes dopo la sconfitta con il Cluj nella prima partita del girone di Europa League. I biancocelesti troveranno un club francese nella fase a gironi per la terza volta di fila: Marsiglia lo scorso anno e Nizza nel 2017 (battute entrambe sia all’andata che al ritorno). Meno recente infine il precedente contro il Saint-Etienne, che risale al 2015 (1 vittoria e 1 pareggio).

Lo Stade Rennais Football Club

Fondato nel 1901, vanta 3 Coppe di Francia e una Supercoppa di Francia. Anche il Rennes – come la Lazio – ha vinto l’ultima coppa nazionale nel 2019, superando a sorpresa in finale il PSG. Come i biancocelesti con la Juventus, i rossoneri sono stati gli unici a spezzare l’egemonia della squadra dell’emiro (insieme allo Strasburgo). I francesi giocano le partite interne al Roazhon Park, inaugurato nel 2004.

La squadra è allenata dal dicembre 2018 da Julien Stéphan, allenatore di appena 39 anni. Stéphan è stato promosso dopo aver guidato le giovanili e la seconda squadra del club francese. Allenatore emergente, è il figlio di Guy, vice di Deschamps sulla panchina della Francia. Il modulo più usato è il 4-2-3-1, sistema che finora gli ha dato grandi soddisfazioni.

Ora il Rennes è ottavo in classifica a soli due punti dal quarto posto.

La formazione

RENNES (5-3-2): Mendy; Traoré, Da Silva, Gelin, Gnagnon, Maouassa; Martin, Grenier, Bourigeaud; Raphinha, Niang. ALL.: Stéphan.

A DISP.: Salin, Hunou, Morel, Camavinga, Tait, Siebatcheu, Léa Siliki.

La stella

Niang è approdato al Rennes lo scorso anno e finora ha segnato 16 reti in 47 presenze. Il senegalese (come ha ricordato ieri in conferenza stampa) ha già giocato contro i biancocelesti ben 5 volte vincendo in quattro occasioni mettendo a segno anche un gol e un assist. In mediana attenzione a Benjamin Bourigeaud autore di nove gol e dieci assist nella passata stagione. Degno di nota anche il classe 2002 Camavinga.

I precedenti

Quello di questa sera sarà il primo confronto ufficiale tra Lazio e Rennes: finora il bilancio biancazzurri contro i club transalpini è di 10 vittorie in 20 partite. 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Per Lei Combattiamo

Hellas Verona-Lazio, Zaccagni: “Partita importante per noi, sarà dura. Tornare al Bentegodi una grande emozione”

Published

on

 


Domani pomeriggio, alle ore 18:30, tornerà in campo la Lazio. I biancocelesti, nel 21esimo turno di Serie A, saranno impegnati in casa dell’Hellas Verona. Per presentare il match del Bentegodi, l’esterno offensivo biancoceleste Mattia Zaccagni, nonché ex della sfida, è intervenuto ai microfoni di Lazio Style Radio. Queste le sue parole:

Si torna in campo dopo la gara con la Juventus: subito una chance per ripartire.

“Sarà una partita importante per noi, dobbiamo iniziare a guardare con attenzione la classifica. Dovremo entrare in campo con la voglia di vincere, ce la metteremo tutta per portare a casa i tre punti”.

Che avversario pensate di trovare?

“Conosciamo il Verona, riesce a mettere in difficoltà ogni avversario, sarà una partita dura, è una squadra in salute, quindi sarà un confronto ancor più complicato”.

Sarà la tua prima da ex al Bentegodi…

“Per me sarà una sfida particolare, sarà una grande emozione perché ritroverò tante persone che mi hanno fatto crescere calcisticamente, il Bentegodi è sempre stato per me uno stadio clamoroso che mi ha trattato bene e quindi, lo ripeto, sarà una grande emozione”.

Quanto cambia per te giocare nel tridente con Ciro o Felipe prima punta?

“Immobile è un calciatore che ci dà profondità, è un killer d’area. Felipe è un falso nove, si abbassa, viene a giocare e riusciamo a sfruttare gli spazi in verticale con gli altri due esterni. Sono due calciatori diversi”.

I numeri dicono che sei tra i migliori esterni della Serie A: quanto pensi a una nuova convocazione in Azzurro?

“La Nazionale è sempre stato un mio pallino in testa: è il sogno di tutti i bambini ma penso solo a far bene con la Lazio poi il resto arriverà di conseguenza”.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:    

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW