Connect with us

Per Lei Combattiamo

Lazio h14, la voce della sera

silviaaldi@libero.it'

Published

on

 


Notizie, mercato, approfondimenti. La Redazione di LazioPress.it, ogni sera racconterà a voi lettori i fatti salienti della giornata biancoceleste, in modo da far rivivere in un sunto tutti gli argomenti principali.

Nazionali: gli impegni di Acerbi, Immobile e Luis Alberto

QUALIFICAZIONI EURO 2020 | Italia – Ciro Immobile e Francesco Acerbi

Successo importante per la Nazionale italiana che, allo Stadio Olimpico di Roma, si è imposta per 2-0 sulla Grecia ottenendo matematicamente il pass per la fase finale degli Europei del 2020. A decidere l’incontro sono stati Jorginho e Bernardeschi.

Ciro Immobile e Francesco Acerbi sono stati schierati titolari per l’occasione: il numero 17 biancoceleste è stato rilevato dal campo solo all’80’, mentre il centrale difensivo è rimasto sul terreno di gioco per l’intera durata del match.

QUALIFICAZIONI EURO 2020 | Spagna – Luis Alberto

Pareggio per 1-1 tra Norvegia e Spagna. Dopo essersi portata avanti, la formazione iberica è stata raggiunta dai padroni di casa solo negli ultimi minuti di gioco. Il centrocampista biancoceleste Luis Alberto non ha preso parte all’incontro.

Il Malaga rischia il fallimento: ecco come cambia la vicenda Jony

Come riportato dal Corriere dello Sport, la squadra di Al Thani, Presidente del club spagnolo, si trova nelle zone basse della classifica della Serie B spagnola: in zona retrocessione, ha conquistato solo 8 punti in 11 partite. Nella partita di ieri, contro il Cádiz Club de Fútbol, persa per 2-1 in casa, il Malaga aveva chiesto il rinvio della partita, a causa di carenza di giocatori, ma non c’è stato nulla da fare. La situazione è più grave del previsto, con il rischio del fallimento sempre più concreto. Infatti Al Thani deve trovare 5 milioni di euro per pagare l’iscrizione al prossimo campionato. Se non dovesse riuscire ad iscrivere il club, finirebbe per fallire. Questo scenario ne aprirebbe uno nuovo per quanto riguarda il caso Jony: in caso di bancarotta del club spagnolo, la vicenda dell’esterno biancoceleste, alla Lazio grazie ad un transfer provvisorio, avrebbe finalmente la parola fine.

La Nazionale in visita dal Papa, l’emozione di Acerbi e Immobile

Visita privata della Nazionale Italiana da Papa Francesco. Oggi gli Azzurri, dopo essersi qualificati ad EURO2020, sono andati al Vaticano dal Santo Padre. Guidati dal presidente federale, Gabriele Gravina, e dal ct, Roberto Mancini, i giocatori e lo staff sono rimasti alla presenza del Papa per una quarantina di minuti. Subito dopo, sessione di scarico all’Acquacetosa. Francesco Acerbi, difensore biancoceleste e protagonista nella gara di ieri, ha celebrato l’incontro con il Papa tramite il suo profilo social di Instagram: “Una delle emozioni più forti della mia vita poter stringere la mano al Santo Padre”. Anche il centravanti Ciro Immobile ha voluto esprimere tramite i social la sua emozione per l’incontro: “Emozionato grazie per questa opportunità incredibile”.

Italia, Mancini: “Serviva solo ridare fiducia a giocatori già bravi”

Nella serata di ieri allo Stadio Olimpico, l’Italia ha sconfitto la Grecia 2-0 ed ha conquistato la qualificazione ad Euro 2020. Oggi, in collegamento video da Roma, il ct della Nazionale italiana Roberto Mancini è intervenuto al “Festival dello Sport” di Trento:

“Ho sempre pensato che in Italia i giocatori ci fossero e ci sono sempre stati. Bisogna solo aspettare qualche tempo in più per certi specifici ruoli. A volte ci sono spiacevoli eventi come l’eliminazione dal Mondiale, ma poi penso che gli italiani siano sempre i migliori. Serviva ridare fiducia a giocatori comunque bravi. Non so se la crescita del campionato sia anche merito mio, la media età non è altissima, negli ultimi mesi giocano più giovani e questo è certamente positivo. Ognuno fa giustamente i propri interessi. Io cerco di essere abbastanza elastico con i ragazzi. E’ importante dare la possibilità a chi è sotto pressione di riposare. La Nazionale è il massimo traguardo per tutti, quella maglia è diversa, ti rimane dentro. Quella dell’’82, nonostante giocassi già in A, mi ha fatto innamorare dell’azzurro. L’inno è l’apice dell’emozione”. Lo riporta Tuttomercatoweb.com.

Atalanta, Zapata: “Non mi ero mai infortunato calciando in porta”

La possibilità che Duvan Zapata, attaccante dell’Atalanta, possa scendere in campo sabato prossimo nel match contro la Lazio è molto basso. Il bomber del club bergamasco si è infortunato ieri nel corso di Colombia-Cile, e, prima di abbandonare il ritiro della sua nazionale ai microfoni di Dinas Sport ha dichiarato:
Non mi ero mai infortunato calciando in porta. Ai tempi della Sampdoria avevo avuto un problema simile ma all’altra gamba. Fortunatamente lo staff medico mi ha fermato in tempo: ora sto bene ma non posso forzare il muscolo correndo, camminando non ho sentito dolore. Spero non sia nulla di grave“.

A.I.A.C Lazio presenta: Una lezione con Mister Inzaghi

L’A.I.A.C Lazio (Associazione Italiana Allenatori Lazio) il 14 Novembre 2019 presenterà a Formello un incontro didattico con Mister Simone Inzaghi. Si inizierà con una visione dell’allenamento e poi, prenderà la parola il tecnico biancoceleste che esporrà la sua lezione. Un occasione che dimostra ancora quanto siano apprezzate le capacita del mister piacentino.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Per Lei Combattiamo

Lazio-Fiorentina, Provedel: “Importante la solidità dimostrata, dispiace non aver parato il gol”

Published

on

 


Intervenuto ai microfoni di Lazio Style Radio, il portiere della Lazio Ivan Porvedel ha commentato il pareggio maturato all’Olimpico contro la Fiorentina per 1-1.

Queste le sue parole:

La Fiorentina è una squadra forte, ha fatto una bella partita, è una squadra che ha molti punti in meno per quello che esprime, peccato non aver concretizzato qualche occasione per portare la vittoria a casa. L’hanno giocata a viso aperto, per me è importante la solidità dimostrata, cerco di fare sempre il mio meglio delle volte ci sono riuscito delle volte no, il percorso è di crescita. La Fiorentina pressava a uomo e  giocavano alti, per noi che giochiamo palla a terra il lavoro si è fatto più difficile per cercare di evitare i rischi, potevamo gestire qualche pallone, loro sono stati bravi. Dobbiamo fare  ancora meglio, per me la prestazione è positiva e la Fiorentina è stato un avversario molto difficile. Cambi? Io penso che gli ingressi siano stati positivi ma non dipende da chi entra, ma dallo spirito del collettivo. Mi dispiace non aver parato il gol”.

Queste le parole dell’estremo difensore in zona mista:

È stata una partita molto dura, loro sono una squadra forte, con molti punti in medo di quelli che meriterebbe secondo me. Sono venuti a fare una gara importante, peccato non essere riusciti ad allungare nuovamente le distanze, ma siamo stati solidi e questo è l’importante. Se le squadre ci lasciano gli spazi è più facile uscire, loro ci hanno pressato molto forte e gli spazi che hanno chiuso nella nostra area ce li hanno concessi più avanti. Per me la prestazione è da tenere, un punto da portare a casa anche se si poteva fare meglio. Lanci lunghi? Noi cerchiamo l’uscita da dietro, delle volte non si riesce e quindi se abbiamo gli spazi chiusi cerco la profondità“.

“Le proteste di Immobile per il recupero? Io non ho parlato con l’arbitro, per me sono cose che contano il giusto. Avrei preferito qualche minuto in più, però se hanno deciso così va bene. Guardando le occasioni in generale si poteva portare a casa la vittoria, non ci siamo riusciti. Poi per gli episodi finali è un punto guadagnato“.

Per me questa è un’esperienza molto positiva: ho avuto la fiducia della società che ha deciso di prendermi, io cerco solo di ripagarla nel quotidiano e in partita. In alcuni casi il mio contributo è stato sufficiente, in altri non sono riuscito ad essere perfetto. Penso faccia parte del percorso di crescita“.

Vedo il bicchiere mezzo pieno. Quello che forse ci era mancato nel tempo era la solidità. In alcuni casi, se non puoi vincere la partita non la devi perdere. Dopo prestazioni di un certo tipo non deve calare l’attenzione. Oggi non è successo. Bisogna dare anche merito agli avversari. Siamo in crescita“.

  


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:    

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW