Connect with us

Per Lei Combattiamo

PRIMAVERA1| Lazio-Atalanta 0-2 (42′ Colley; 76′ Traore)

Published

on

 


90+4′- Termina qui: L’Atalanta passa al Fersini per due a zero

90′- Si giocherà per altri 4 minuti

88′- Ci prova Falbo con un’azione solitaria, ma calcia sul fondo

84′- Ci prova ancora Colley, ma la sua conclusione termina a lato

83′- Sostituzione dell’Atalanta: fuori Traore, dentro Ghislandi

80′- Alia evita il tris respingendo una conclusione potente, ma centrale di Cortinovis

76′- Raddoppio Atalanta: Da una mischia la sfera finisce sui piedi di Cambiaghi che rimette forte al centro; arriva Traore che insacca battendo Alia

75′- Ancora Gyabuua si invola verso Alia, ma viene pescato in fuorigioco

73′- Alia salva la Lazio con una prodezza su Coley. Sul corner seguenze da fuori Gyabuua che colpisce la traversa

72′- Cambio per l’Atalanta: Cambiaghi prende il posto di Piccoli. Nella Lazio Kaziewicz per De Angelis

71′- Buona occasione creata dalla Lazio con Ndfrecka che calcia dal limite: Ndiaye alza in angolo

68′- Ennesimo pericolo creato dall’Atalanta che non sfrutta a dovere un cross dalla destra

66′- Cortinovis si butta dentro e con un rimpallo sfiora il raddoppio

65′- Doppio cambio in casa Lazio: entrano Shoti e Russo, escono Zilli e Czyc

56′- Primo cambio per i bergamaschi: Gybuaa sostituisce Panada, che appena entrato viene ammonito

56′- Ancora Traore serve Piccoli che prova il pallonetto ma manda alto

55′- Primo giallo per l’Atalanta: si tratta di Panada che ha atterrato Shehu

53′- Prova a reagire la Lazio con una serie di attacchi tenuti bene dalla difesa ospite

51′-Cambio in casa Lazio: esce Bianchi, entra Shehu

51′- Sempre Atalanta con Coley che salta tutti prima di spedire a lato

49′- La Lazio è rientrata in campo contratta e fatica ad uscire dalla sua metà campo

47′- Atalanta vicina al raddoppio con Colley che calcia a botta sicura ma trova la respinta di Alia!

46′- Si riparte! Nessun cambio

45′- Termina qui la prima frazione senza recupero. Una Lazio molto in difficoltà va al riposo sotto uno a zero.

44′- Alia salva la Lazio con un’uscita provvidenziale su Piccoli

42′- Vantaggio Atalanta: su cross di Ruggeri bucano tutti, ma non Colley che insacca da zero metri

40′ Nel frattempo ammonito Petricca

40′- Si fa vedere la Lazio: cross di Falbo dalla sinistra, Minala impatta di testa, ma troppo centralmente

37′- Ancora Piccoli da calcio d’angolo. Conclusione centrale bloccata da Alia senza affanno

34′-Primo giallo della gara: si tratta di Falbo che ha trattenuto Traore

33′- Gli ospiti si affacciano di frequente, ma la Lazio si chiude bene

29′- Ancora Atalanta: Traore si presenta da solo davanti ad Alia bravissimo a chiudere in collaborazione con Armini

26′- Atalanta pericolosissima: Cortinovis offre un cioccolatino a Piccoli che da dentro l’area spara alto

25′- La Lazio alza il baricentro: da un cross dalla destra Czyc in tuffo di testa manda sul fondo. Ma era tutto fermo per fuorigioco

20′- Ripartenza Lazio. Petricca lancia Zilli che perde il tempo per concludere e viene chiuso

15′- Spinge l’Atalanta, ma per ora la Lazio contiene

12′- Ancora Atalanta. Raorè mette dentro e la Lazio si salva con Armini che manda in angolo.

11′- Che occasione per gli ospiti! incutrsione centrale di Traore che svirgola da solo davanti ad Alia

8′- Ci prova Piccoli di testa, ma sfiora soltanto

7′- Atalanta pericolosa: Piccoli appoggia per l’accorrente Cortinovis murato da Armini

5′- Falbo si incunea nella trequarti, ma conclude molto male tra le braccia del portiere ospite

1′- Ci prova subito la Lazio con Czyz che calcia debole a lato

1′- Partiti! Maglia blu per la Lazio, bianca per l’Atalanta


La Lazio Primavera torna in campo contro L’Atalanta Campione D’Italia. Leonardo Menichini opta per un parziale turn over con molti cambi rispetto al solito:

 

LAZIO (3-5-2): Alia; Armini, Kalaj, Petricca; De Angelis, Bianchi, Minala, Falbo, Ndrecka; Czyz, Zilli.

A disp.: Furlanetto, Peruzzi, Cipriano, Franco, Pica, Kaziewicz, Shehu, Bertini, Shoti, Russo, Moschini, Francucci.

All.: Leonardo Menichini.

 

ATALANTA (4-3-3): Ndiaye; Bergonzi, Okoli, Guth, Ruggeri; Da Riva, Panada, Cortinovis; Traore, Piccoli, Colley.

A disp.: Gelmi, Ghislandi, Brogni, Cittadini, Signori, Sidibe, Finardi, Gyabuaa, Cambiaghi, Ghisleni, Italeng Ngock.

All.: Massimo Brambilla.

 

SSLazio.it 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Continue Reading
Advertisement

Per Lei Combattiamo

La Repubblica | Lazio, il rinforzo in extremis: Pellegrini va da Sarri

Published

on

 


Dopo Romagnoli, arriva un altro difensore-tifoso per la Lazio. Stavolta sulla fascia sinistra. Il mancino Luca Pellegrini, almeno per i prossimi sei mesi, completa la batteria dei terzini a disposizione di Sarri. Si vedrà in estate se esercitare o no il diritto di riscatto fissato con la Juventus a ben 15 milioni. Il ragazzo, classe ‘99, è già sbarcato ieri sera a Fiumicino, accolto e festeggiato da un gruppo di tifosi. Fremeva per tornare nella Capitale, dove il suo percorso da professionista era cominciato sull’altra sponda del Tevere nel 2018. Stavolta però indosserà i colori della sua squadra del cuore. E sulla questione dell’autenticità della fede calcistica, per la quale sul web si è aperto il dibattito tra tifosi, c’è la parola del padre a fare da garanzia. Ha dato i primi calci con il Tor Tre Teste, Pellegrini, poi è cresciuto nel vivaio della Roma. Ma l’animo laziale, seppur celato, è rimasto immutato.

Incredibile in questo senso la somiglianza del suo percorso proprio con quello di Alessio Romagnoli. Da un possibile inizio nelle giovanili biancocelesti, poi invece sfumato, agli esordi in giallorosso. Un addio a Trigoria senza troppi rimpianti e alla fine, dopo varie altre maglie indossate, i fili del destino che si intrecciano, cucendo per entrambi un’aquila sul petto. Pellegrini è il quarto ex romanista che approda a Formello negli ultimi due anni, dopo Pedro, lo stesso Romagnoli e Cancellieri. È ormai conclamato quindi che il cambio di casacca, diretto, come nel caso del fuoriclasse spagnolo, o dopo vari passaggi, sia un tabù sfatato nell’ambiente capitolino, visto anche il precedente di Kolarov a parti invertite. Come i suoi predecessori, peraltro, anche Pellegrini può dirsi deluso dall’epilogo della sua storia in giallorosso. Quando era al Cagliari raccontò come nacque la decisione di andare alla Roma: «Feci il provino con loro, poi mi contattò la Lazio. Sembrava potesse nascere qualcosa ma, al momento di concludere, posticiparono l’incontro. In quei giorni di attesa mi richiamò la Roma e così ho firmato». Questa volta invece Luca ha aspettato fino all’ultimo. Il progetto tecnico di Sarri, con cui ha anche parlato al telefono in questi giorni, lo entusiasma. Per agevolare l’operazione, alla fine svincolata dall’addio di Fares, ha addirittura accettato di dimezzarsi l’ingaggio fino a giugno. La Juventus parteciperà al pagamento di parte dello stipendio e così la Lazio ha potuto far rientrare l’operazione nei parametri dell’indice di liquidità. Per piazzare l’esterno franco-algerino in Turchia, dove lo vuole l’Antalyaspor, ci sarà tempo fino all’8 febbraio. Era troppo urgente invece per il tecnico avere a disposizione un terzino di piede mancino, per ampliare le rotazioni in vista dei tanti impegni ravvicinati nei prossimi mesi. Dal canto suo Pellegrini voleva a tutti i costi andar via da Francoforte, dove l’avventura non è andata come sperava. Ha quasi 24 anni, Luca, e ha bisogno di trovare continuità in campo per far valere le sue qualità, mostrate solo a sprazzi finora.

Nelle ultime ore di mercato si è consumata anche un’altra storia che sembra chiudere un cerchio del destino. Zarate, ricordato ancora con affetto dai laziali, è approdato al Cosenza, in Serie B. A 35 anni l’argentino torna nella terra d’origine della sua famiglia. La Repubblica

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:    

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW