Connect with us

Per Lei Combattiamo

CorSera | La Lazio fa turnover: Immobile è acciaccato ma vuole giocare

Published

on

 


La decisione non è facile e Inzaghi vacilla ogni volta che ci sono montagne di partite una dopo l’altra: quanto cambiare la Lazio? Ha riflettuto anche nelle ore successive alla bella trasferta di Firenze, una vittoria meritata e fondamentale, in vista di questa sfida con il Torino che capita appena 72 ore dopo. Chi deve tirare il fiato? Chi acciaccato e non ce la fa a giocare, o comunque a partire titolare? Chi può tornare più utile a partita in
corso, magari nell’ultima mezzora, quando una giocata può essere decisiva come è successo a Lukaku? È sicuro che la Lazio cambierà rispettoadomenica: sarà interessante verificare entità e qualità della trasformazione. Il dubbio principale riguarda il giocatore che ha la maggiore capacità di decidere le partite: Ciro Immobile. Ha un dolore al ginocchio, si è fatto visitare, le sue condizioni non sono preoccupanti però consigliano cautela. Non ci sarebbe da sorprendersi se Inzaghi decidesse di portarlo in panchina, magari per sfruttare la sua brillantezza nell’ultima parte
di incontro: nelle stagioni passate questa mossa è stata a volte utilizzata con successo, di recente è capitato, ma senza esito positivo, sia a Milano con l’Inter che a Glasgow, guarda caso due incontri infrasettimanali. Immobile vorrebbe giocare sempre, anche perché sta vivendo un momento magico: ha segnato 10 gol e prodotto 4 assist in 9 partite
di campionato. Inzaghi lo accarezza, anche se chiede alla squadra di essere se stessa pure quando il centravanti non c’è: «Ciro è il nostro bomber e leader, però la Lazio deve portare tanti giocatori diversi nelle condizioni di segnare. Ci siamo riusciti spesso, ad esempio con Correa, che ha fatto 3 gol e ne avrebbe realizzati di più
se fosse stato meno sfortunato. Tutti, comunque, devono essere pericolosi in fase offensiva, anche difensori e centrocampisti. Non bisogna essere Immobiledipendenti». Un proclama, un progetto o un sogno irrealizzabile?
Il Torino attraversa un momento complicato, Mazzarri è in discussione a causa degli ultimi risultati negativi (ha fatto 2 punti nelle ultime 4 giornate), eppure Inzaghi ribadisce la stima al collega: «I granata sono molto fisici, nelle ultime stagioni spesso ci hanno infastidito. Inoltre hanno un allenatore estremamente preparato: le squadre di Mazzarri sono sempre organizzate. Per questo dovremo esprimerci al massimo per vincere». CorriereDellaSera

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Per Lei Combattiamo

SERIE A | La Juventus trionfa all’Arechi: battuta la Salernitana

Published

on

 


Termina l’ultimo incontro di questa 21esima giornata di Serie A tra Salernitana e Juventus. A trionfare è stata la squadra di Massimiliano Allegri con un netto 0-3 firmato Vlahovic (doppietta) e Kostic. Con il successo odierno i bianconeri si portano a quota 26 punti in decima posizione, mentre i granata con la sconfitta rimediata rimangono in sedicesima posizione con 21 punti.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:    

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW