Connect with us

Esclusiva

ESCLUSIVA | Pellegatti: “La Lazio ha fiducia, il Milan deve migliorare in attacco. Immobile? E’ tra gli avversari più temibili da incontrare”

Published

on

 


Questa sera a San Siro alle ore 20.45 sarà Milan-Lazio, gara valida per l’undicesima giornata di Serie A Tim. I biancocelesti vogliono continuità dopo le ultime uscite, condite da ottime prestazioni, mentre i rossoneri sono alla ricerca di punti, viste le difficoltà incontrate da inizio stagione. Per parlare della sfida del Maezza è intervenuto in esclusiva ai microfoni di LazioPress.it Carlo Pellegatti, voce storica di radio e tv, di nota fede milanista.

Il cambio Giampaolo-Pioli lo reputa giusto?

Sì, i progressi che tifosi, società e tutto l’ambiente milanista si aspettavano, tardavano ad arrivare quindi il cambiamento ci doveva essere. Prima il Milan era ‘avvitato’ su se stesso“.

Il Milan è in una posizione di classifica che non rende giustizia agli obiettivi prefissati ad inizio stagione: cos’è che non va anche con Pioli?

La squadra deve migliorare in attacco, chiaro poi che la fase offensiva è figlia del centrocampo e della difesa, ma il Milan fa veramente fatica a concludere; unica eccezione è stata la gara contro il Lecce, in cui i rossoneri nella prima ora hanno fatto bene. Quindi direi che il miglioramento passa dalle prestazioni di Suso e Calhanoglu“.

Che partita sarà quella di stasera?

La Lazio arriva a Milano con grande fiducia e moltissima autostima, derivanti dai risultati importanti ottenuti nelle ultime gare, dai gol realizzati e dal capocannoniere Ciro Immobile, che è uno degli avversari più difficili che posano capitare al Milan in questo momento, visto che è forte e sta bene“.

Chi potranno essere gli uomini chiavi della sfida?

Per la Lazio dico certamente Immobile poi Acerbi, altro grande giocatore che a me piace molto, loro due fanno parte della spina dorsale dei biancocelesti. Sponda Milan invece Suso e Calhanoglu“.

Immobile-Caicedo o Immobile-Correa: quale coppia d’attacco biancoceleste è più temibile?

Con tutto il rispetto per Caicedo, a me piace molto come gioca Correa“.

Leiva-Biglia- da una parte il perno fondamentale della Lazio, dall’altra un giocatore un po’ in difficoltà…

Vedendo le ultime prestazioni della Lazio, sicuramente il rendimento del brasiliano è alto. Al milanista invece danno le colpe di una squadra in difficoltà, ma era il regista di centrocampo anche contro il Lecce quando la rosa ha fatto bene, quindi le colpe non possono essere tutte le sue. Indubbiamente è sotto l’occhio del ciclone“.

Quali sono gli obiettivi delle due squadra?

Ormai la Lazio è una realtà assodata, che lotta sempre per un posto nella piccola o grande Europa. ha disputato questa competizione due anni fa fa e la sta giocando anche ora. Non la reputo una squadra da primissime posizioni in classifica, perchè la Juventus è di un altro livello, però per un posto appena sotto i biancocelesti lottano sempre. Per quello che riguarda il Milan invece, credo che il primo obiettivo sia iniziare a giocare bene“.

  


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Esclusiva

ESCLUSIVA | Pellegrini in biancoceleste, il papà: “Ha voluto fortemente la Lazio, la tifiamo da sempre. Orgoglioso della sua scelta”

Published

on

 


Una scelta di cuore, zero pensieri al denaro: Luca Pellegrini ha voluto la Lazio, mettendo davanti allo stipendio l’ambizione di un bambino che sognava di giocare all’Olimpico. Il difensore classe ’99 è un nuovo giocatore biancoceleste; il club laziale lo ha prelevato in prestito con diritto di riscatto dalla Juventus. Il terzino sinistro ha iniziato la stagione con la maglia dell’Eintracht Francoforte ed è approdato nella Capitale, volenteroso di essere confermato a fine campionato.

Per commentare il passaggio di Luca in biancoceleste è intervenuto in esclusiva ai microfoni di LazioPress.it il papà Mauro, che non nasconde l’emozione: “Il mio commento non può che essere di un entusiasmo infinito…. noi siamo una famiglia di laziali da sempre. Luca ha fatto un gesto d’amore incredibile nei confronti della Lazio. Ha rinunciato a molto da un punto di vista economico, io da genitore non posso che essere felice della scelta di mio figlio, dei valori e dei principi che ha messo prima dei suoi interessi economici. E non lo dico tanto per dire. La qualità della vita vale più di qualsiasi cifra. E per lui andare nella sua squadra del cuore è il massimo. Ora per lui sarà felicità pura giocare al calcio. Aggiungere altro è superfluo. Ha voluto fortissimamente la Lazio“.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:    

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW