Connect with us

Per Lei Combattiamo

PAGELLE – Luis Alberto disegna calcio a San Siro, cento volte Bomber-Ciro e stantuffo Lazzari

Published

on

 


Strakosha 6 – Solito inizio da brivido con un pallone regalato agli avversari che costringe agli straordinari Acerbi. Attento su un paio di conclusioni da lontano e finalmente prende coraggio per andarsi a prendere i palloni al limite dell’area nel finale.

Bastos 5,5 – Un autogol goffo e inaspettato per la dinamica dell’azione, forse poteva essere più vicino a Piatek per evitare carambole. Meglio quando la gara abbassa il livello di agonismo per alzare quello di gestione nervosa.

Acerbi 7 – L’ultima volta uscì dal campo in mezzo a mille polemiche suo malgrado. Si riprende stasera la vendetta con una prestazione perfetta dove non lascia scampo a Piatek o qualunque altra maglia rossonera provava ad avvicinarsi alla sua area. Ciao Kessie.

Radu 6,5 – Gestisce le energie per non arrivare stremato al novantesimo. Nel primo tempo fatica a tamponare le scorribande rossonero di Castillejo e Calhanoglu. Si affida a tutta la sua esperienza nel finale.

Lazzari 7 – Ha praterie davanti ma i compagni se ne accorgono a corrente alternata, peccato perchè ogni accelerazione è una occasione pericolosa e non a caso il vantaggio arriva da un suo cross. E’ ormai deciso che non gli fischiano mezzo contatto in area.

Milinkovic 5 – Dopo quel post su Instagram era il grande atteso e più che un condottiero ha fatto una gara da obiettore di coscienza. Troppo poco nei sessanta minuti in cui sta in campo dove si perde in belle ma inutili giocate.

Dal 60′ Parolo 6 – Muscoli e polmoni al servizio della squadra per interrompere le ripartenze degli uomini di Pioli. Si spende un giallo con intelligenza.

Lucas Leiva 6,5 – La squadra era lunga e il brasiliano doveva correre da una parte all’altra del campo per provare a tappare i buchi ricorrendo anche alle cattive quando serve. Mette in campo tutta la sua esperienza.

Luis Alberto 8,5 – L’esteta nel calcio non viene mai troppo apprezzato, ma se applicato in funzione dei compagni esce fuori un capolavoro. Lo spagnolo stasera mostra un arsenale di qualità e bellezza calcistica da guardare e riguardare.

Lulic 6 – Inizia a diventare un tallone d’Achille per questa squadra in certe serate quando probabilmente accusa troppo i tanti impegni. Castillejo lo mette in crisi costantemente e difatti il pareggio rossonero nasce da un’azione dello spagnolo che poi per fortuna esce. Encomiabile la generosità nel finale.

Correa 7 – Gioia e dolore. Anzi stasera è stato un dolore costante per 89 minuti dove sbaglia troppo per un attaccante, poi però arriva una gioia che fa dimenticare tutto e spezzare un incantesimo che durava da troppo tempo.

Immobile 7,5 – Festeggiare i 100 gol in maglia biancocelesti a San Siro è una chiusura di un cerchio. Palcoscensico d’eccezione che per lui sono solo brutti ricordi, ora invece cambierà tutto. Movimento da centravanti puro e terzo tempo ad insaccare di testa alle spalle di Donnarumma dopo aver preso le misure facendo fare un miracolo al portiere rossonero e colpendo una traversa.

Dal 60′ Caicedo 6 – Entra bene in campo, peccato che dura poco meno di venti minuti la sua gara perchè costretto ad uscire a causa di un problema alla spalla.

Dall’82’ Cataldi 6,5 – Poco più di dieci minuti in cui dimostra che merita fiducia. Non fa cose eccezionali ma sono sempre le più intelligenti.

 

All. Inzaghi 7 – Non è stata la migliore Lazio specialmente sotto il profilo mentale però i tre punti erano fondamentali per la classifica e per mettere la parola fine ad un tabù trentennale. E ha dovuto pure vincere contro un arbitro discutibile e una malasorte avversa che gli ha fatto fuori Immobile e Caicedo.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Per Lei Combattiamo

SERIE A | La Juventus trionfa all’Arechi: battuta la Salernitana

Published

on

 


Termina l’ultimo incontro di questa 21esima giornata di Serie A tra Salernitana e Juventus. A trionfare è stata la squadra di Massimiliano Allegri con un netto 0-3 firmato Vlahovic (doppietta) e Kostic. Con il successo odierno i bianconeri si portano a quota 26 punti in decima posizione, mentre i granata con la sconfitta rimediata rimangono in sedicesima posizione con 21 punti.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:    

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW