Connect with us

Per Lei Combattiamo

Lazio h14, la voce della sera

silviaaldi@libero.it'

Published

on

 


Notizie, mercato, approfondimenti. La Redazione di LazioPress.it ogni sera racconterà a voi lettori i fatti salienti della giornata biancoceleste, per rivivere in pillole e titoli tutti gli argomenti principali della giornata Lazio.

Lazio-Celtic, conferenza stampa Inzaghi: “Domani dobbiamo vincere”

Alla vigilia del match con il Celtic, il tecnico biancoceleste Simone Inzaghi è intervenuto in conferenza stampa dal Centro Sportivo di Formello: 

“Domani dobbiamo necessariamente vincere perché vogliamo questo risultato. Dobbiamo muovere la classifica: non sarà semplice perché il Celtic è un’ottima squadra sul piano fisico ed anche qualitativamente. Non ho un’idea precisa su chi scenderà in campo: non ci saranno Radu, Marusic e Cataldi che è squalificato. Abbiamo anche qualche problemino con Leiva, Caicedo e Correa. Caicedo ha riportato una botta alla spalla, non ci sono fratture ma solo un ematoma. Correa ha riportato un trauma in allenamento e dovremo vedere come reagirà. Affaticati, invece, Leiva, Immobile e Lulic. Siamo reduci da tre partite nelle quali abbiamo speso molto fisicamente e mentalmente, ma domani schiererò la miglior formazione per poter offrire una grande prova contro una buona squadra. 

Vorrei rivedere la stessa prova della gara d’andata, magari con un risultato diverso. Abbiamo offerto una grande prestazione, commettendo però errori che non ti puoi permettere contro una squadra esperta abituata a disputare gare europee. Devo valutare attentamente le condizioni di Caicedo e Correa: proveremo in ogni modo di recuperarli, ma ho anche Adekanye e la possibilità di alzare di posizione Luis Alberto o Milinkovic. Immobile ha giocato le ultime tre partite, ha avuto qualche problemino al termine del primo tempo svolto a Milano. A Correa e Caicedo chiederò un sacrificio, perché quella di domani per noi sarà una partita molto importante. 

Vavro e Jony devono continuare a lavorare, sono contento di come si stanno inserendo nel gruppo. I due ragazzi mi stanno mettendo in difficoltà perché si stanno impegnando molto e stanno capendo di cosa abbiamo bisogno. Valuterò se farli partire all’inizio nel match di domani. Berisha si sta mettendo alla pari dei compagni, ma c’è tanta concorrenza nel suo reparto. Giorno dopo giorno devo continuare a scegliere, giocando nella Lazio Berisha sa che c’è tanta concorrenza: il kosovaro deve continuare a lavorare duramente per mettermi in difficoltà. 

La gara d’andata è stata giocata ad altissimo livello, gli episodi sono stati i momenti chiave della gara. Se Correa non avesse colpito il palo, magari la partita sarebbe andata diversamente. Sappiamo che dovremo far girare gli episodi dalla parte nostra per avere la meglio. Spero che domani ci sia una bellissima giornata di sport, sperando possa vincere la Lazio. Sappiamo che ci saranno tanti tifosi del Celtic, ma so anche che ci saranno tanti sostenitori biancocelesti nonostante la chiusura della Curva Nord”.

Lazio-Celtic, conferenza stampa Acerbi: “Dobbiamo essere costanti”

Ad un giorno dalla quarta giornata della fase a gironi di Europa League, nella quale la Lazio affronterà il Celtic allo Stadio Olimpico di Roma, il difensore biancoceleste Francesco Acerbi è intervenuto in conferenza stampa dal Centro Sportivo di Formello: 

“Il nostro gruppo anche lo scorso anno era molto armonioso, ma quest’anno forse lo è ancora di più. Stare bene in squadra è molto importante. Quest’anno abbiamo sempre offerto ottime prove, tranne il secondo tempo con la SPAL ed il primo con l’Atalanta. Spesso gli episodi ci sono andati contro per colpa nostra, ma continuando a lavorare senza mai abbassare la testa abbiamo ottenuto queste tre vittorie consecutive importantissime. Questo dev’essere un punto di partenza, con la consapevolezza di essere una squadra giusta che ha bisogno ancora di lavorare. Serve equilibrio ed impegno per preservare i risultati di squadra e dei vari individui. 

Alla squadra è mancato qualcosa per fare un salto di qualità, ovvero la costanza nella concentrazione. È necessario essere continui nel corso di campionato senza inanellare risultati altalenanti, proviamo a migliorare su questo piano ogni giorno. Noi difensori proviamo a limitare gli errori, mentre gli attaccanti provano a costruire grandi serate con le loro reti. Tutto, però, passa tramite il lavoro che si svolge durante gli allenamenti e tramite l’impegno che viene profuso in fase di preparazione dell’incontro. 

Nel corso della mia carriera ho giocato spesso in una difesa a tre. Io mi diverto, in generale, a giocare: mi piace portare il pallone e nel mio ruolo mi diverto sempre provando a mettere in campo con tanta dedizione quello che mi chiede il mister. La fase difensiva, come quella offensiva, si svolge con organico al completo e proviamo a migliorare ogni giorno per non subire reti. Sappiamo cosa dobbiamo fare tatticamente e studiamo sempre molto bene i nostri avversari: in ogni gara proviamo a non prendere reti. L’importante è mettere in campo l’approccio giusto per portare a casa la vittoria, l’unica cosa che conta. 

Nella gara d’andata abbiamo svolto una grande prova, ma non siamo stati fortunati con gli episodi. Servirà l’atteggiamento mentale giusto perché il Celtic è una squadra veloce e cattiva. Speriamo di svolgere una grandissima partita, limitando i nostri errori provando a segnare, L’approccio sarà fondamentale per portare a casa i tre punti. Senza la voglia di lottare non si ottengono risultati e ne servirà portare a casa il risultato”.

Lazio-Celtic, Lennon: “Sarà una partita difficile”

Alla viglia della sfida di Europa League, il tecnico degli scozzesi, Neil Lennon, ha presentato la sfida in conferenza stampa.

“Domani ci attende una gara importante contro un avversario di qualità, è sempre bello giocare a Roma.

Sarà una partita difficile, loro sono molto in gamba e fiduciosi dopo la vittoria San Siro contro il Milan ma noi vogliamo la vittoria. I biancocelesti giocano bene, sono preparati, proveremo a vincere la partita.

Sarà particolare scendere in campo senza i tifosi ma, a prescindere da questo aspetto, la Lazio resta una grande squadra, non vediamo l’ora di giocarcela.

Dovessi togliere un giocatore alla Lazio sarebbe Immobile, ma nella rosa biancoceleste ci sono altri grandi giocatori come Correa, Milinkovic o Luis Alberto. Non dovesse esserci il numero 17, Inzaghi può comunque contare su ottime individualità in attacco.
Primi dopo tre giornate? Non ce lo aspettavamo ma siamo in vetta meritatamente. Vogliamo confermare le nostre qualità anche domani.

Sarà una partita difficile, finora il Celtic non ha mai vinto in Italia ma nella gara d’andata abbiamo disputato una prestazione ad alta intensità e domani dovremo ripeterci. I giocatori dovranno mettere la massima concentrazione.

McGregor è un giocatore molto intelligente e prezioso per noi, lo scorso anno è stato in campo praticamente sempre. Sono contento che abbia rinnovato il suo contratto, domani sarà fondamentale per noi.

Non svelerò la formazione, dopo la gara d’andata abbiamo studiato alcune modifiche ma non posso dire altro”.

Lazio-Celtic, McGregor: “Vogliamo assicurarci la qualificazione”

Alla vigilia del match con la Lazio, il centrocampista scozzese Callum McGregor è intervenuto in conferenza stampa dallo Stadio Olimpico di Roma: 

“Sono felicissimo, stiamo disputando un ottimo inizio di stagione, non posso chiedere di più. Ho rinnovato il contratto, la scadenza è lunga, proverò ad aiutare la squadra sia dentro sia fuori dal campo.

Dopo la gara d’andata siamo molto fiduciosi, affrontiamo una grande squadra ma ci auguriamo di ottenere un risultato positivo.

Sono molto contento del mio rendimento in questi ultimi anni, l’atmosfera del Celtic Park è inimitabile, la fiducia della Società mi spinge a dare ancora di più.

L’Europa è un obiettivo, nelle prossime tre partite vogliamo assicurarci la qualificazione così da poter proseguire il nostro cammino.

Due settimane fa abbiamo dato vita ad una bella partita, la Lazio gioca bene ed il centrocampo è molto forte ma non sarà la stessa partita”.

  


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Per Lei Combattiamo

Meloni, la sorella Arianna: “Io e Giorgia non siamo della Lazio, ma in famiglia…”

Published

on

 


Intervenuta ai microfoni de Il Messaggero, la sorella di Giorgia Meloni Arianna, ha parlato della vita privata della neo premier svelando un aneddoto riguardante la fede della famiglia.

Queste le sue parole:

“Sfatiamo subito un falso mito. Io e Giorgia non siamo laziali. Abbiamo sempre tifato Roma. A casa solo mamma è biancoceleste. Ora lo sono anche le mie figlie perché mio marito, Francesco Lollobrigida, è lazialissimo”.

  


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:


I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW