Connect with us

Per Lei Combattiamo

CdS | Ciro si racconta: “Sfido Piola e mi rivedo in Chinaglia. Non ho mai pensato di andarmene”

edoardo_00@hotmail.it'

Published

on

 


Oggi il Corriere dello Sport ha voluto aprire l’edizione con una lunga intervista in esclusiva al bomber biancoceleste Ciro Immobile. Ripercorrendo un po’ la sua carriera, i suoi miti e i record da lui battuti (ultimo a Milano 100 gol in 147 partite). Il suo vero maestro si chiama Antonio Immobile. E’ il padre, segnava gol a raffica in Eccellenza,  il calcio rimase un hobby perché doveva lavorare e pensare a come sfamare la famiglia. Gli ha insegnato la vita e i segreti dell’area di rigore, anche come appostarsi sul secondo palo, il cosiddetto palo della morte. Oggi Ciro può raccontare i suoi 100 gol con la Lazio, parlando di Piola e di Ronaldo, di Chinaglia e di Klose,e deve ringraziare la famiglia. Immobile ha toccato diversi temi temi in quest’intervista ed è partito proprio dalla gara di oggi all’Olimpico contro il Celtic: “E’ una partita fondamentale, conta il risultato. Abbiamo fatto una bella partita in Scozia, senza prendere punti. E’ un’ultima spiaggia, quando siamo in diffi coltà riusciamo a dare il meglio. Stiamo giocando bene”. La Lazio sembra esser riuscita a tirar fuori il famoso carattere che richiedeva il Presidente Lotito e anche Ciro ne è convinto: “Penso di sì. Si è visto anche dall’esultanza del presidente al gol di Correa a Milano”. Parlando di record si è quindi parlato dei 100 gol con la maglia della Lazio: “Cento gol sono tantissimi, non mi fermo molto a pensarci perché ho altro in mente, tra cui la partita col Celtic e quella con il Lecce. Sono fatto così, vado oltre, punto nuovi obiettivi. A Glasgow ho fallito un gol, non è mai bello sbagliare. Ne ho segnati tanti con la Lazio, ne ho anche sbagliati parecchi. Se ripenso ai 100 gol, guardando indietro, dico che sono davvero tanti”.

ASSIST

Immobile deve ringraziare tutta la squadra che l’ha aiutato a raggiungere questa cifra, in particolare un giocatore: Luis Alberto. “In primis devo ringraziare lui, questa cavalcata l’abbiamo fatta insieme. Quando abbiamo iniziato lui giocava in attacco, poi è sceso a centrocampo. Cito Luis, ma ci sono anche tutti gli altri, senza fare nomi. Tutti fondamentali. La squadra gioca per me e questo è decisivo. Anche i nuovi arrivati si sono integrati, è più semplice segnare e raggiungere dei record quando la squadra gioca bene”.

LA STORIA BIANCOCELESTE

“Ho visto alcuni video e dico che Chinaglia è uno da Lazio. Uno di cuore, un trascinatore, si vede bene dalle immagini. E’ per questo motivo che quando mi chiedono a chi penso di somigliare di più, tra i bomber laziali del passato, ho citato lui più degli altri. Non a livello tecnico, ma perché Chinaglia per i tifosi biancocelesti è stato un’icona. E’ un orgoglio essere accostato a lui, i tifosi mi associano a Giorgio caratterialmente più che per il modo di giocare. Penso più a Chinaglia come paragone che a Giordano. Ho visto i video di tutti e due, anche quelli di Klose”. Tra tutti i grandi miti che hanno fatto la storia biancoceleste Ciro ne ha uno in particolare: “Forse Klose, anche Signori, ma lui non c’entra nulla con me, era un altro tipo di giocatore”.

UN TUCU TROPPO EMOTIVO

Correa si è dimostrato troppo emotivo quando si trova davanti al portiere. Non sono pochi i gol sbagliati, anche se poi nei momenti decisivi quasi sempre è riuscito a segnare (vedi Milano). Ciro Immobile ha avuto parole di fiducia per il ragazzo: “Lo era anche Caicedo, ma l’anno scorso ha dimostrato il contrario, ha segnato tanti gol. All’inizio aveva fatto fatica, poi ci ha dato una grossa mano, segnando reti importanti. Il Tucu ha segnato 4 reti, ha quasi eguagliato i 5 dell’anno scorso. Sta migliorando, è intelligente, sa dove deve migliorare”. 

INZAGHI 

Il tecnico entra nella testa dei giocatori e da quando è arrivato è stato sempre più un crescendo. Il bomber biancoceleste lo racconta così: “Dal punto di vista tattico ha cambiato qualcosa, stiamo cercando di migliorare portando la squadra nella metà campo avversaria. Soffriamo un po’ difensivamente, ma la gente si diverte guardandoci giocare. Inzaghi ha un approccio diverso, non più da ex giocatore, ma da allenatore com’è giusto che sia. Sta crescendo, maturando, è migliorato tanto. Ha uno staff forte, lo segue al 100%”.

FINE CARRIERA 

Immobile non ci pensa proprio a lasciare Roma e la Lazio, è legatissimo a questa città, tanto che ha comprato casa sopra l’Olimpico. In lui non c’è mai stata l’idea di andarsene.

CORSA CHAMPIONS

Infine si è parlato anche di corsa Champions. E cosa serve soprattutto a questa squadra per raggiungere il quarto posto: “Noi ci crediamo. Quest’anno, rispetto a due stagioni fa in cui c’era solo l’Inter in corsa, c’è maggiore concorrenza. La Roma sta facendo bene, il Napoli sta facendo un po’ di fatica, ma si riprenderà. L’Atalanta va forte, sarà una bella cavalcata. Il quarto posto è il nostro obiettivo”.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Per Lei Combattiamo

Lazio-Fiorentina: le formazioni ufficiali

Published

on

 



Alle 18 scenderanno in campo Lazio e Fiorentina per la prima partita del girone di ritorno. Ecco le formazioni scelte da Sarri e Italiano:

LAZIO (4-3-3): Provedel; Marusic, Casale, Romagnoli, Hysaj; Milinkovic, Cataldi, Luis Alberto; Pedro, Anderson, Zaccagni. All. Sarri.

FIORENTINA (4-3-3): Terracciano; Dodò, Milenkovic, Ranieri, Biraghi; Bonaventura, Amrabat, Barak; Gonzalez, Jovic, Kouamé. Allenatore: Italiano 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:    

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW