Connect with us

Per Lei Combattiamo

Immobile: “Ora serve un miracolo, ma guardiamo avanti e riscattiamoci di ciò che ci è stato tolto”

Published

on

 


Dopo Lazio-Celtic ai microfoni di Sky Sport ha parlato Ciro Immobile: “La partita è stata fatta da molte occasioni non sfruttate che poi paghi, in Europa soprattutto. C’è tanto rammarico. Abbiamo dimostrato di saper giocare bene in Europa League, ma i risultati non sono stati favorevoli. La matematica non ci condanna, ma siamo quasi fuori. Serve un miracolo, non dipende solo da noi, ci proveremo fino alla fine, ma è difficile. In Europa se non chiudi le partite, gli avversari hanno le occasioni, le sfruttano e perdi. Il 2-1 è nato da un episodio che ce l’ha fatta perdere, ma la gara l’abbiamo persa quando non l’abbiamo chiusa. Sarà una partita da rivedere per capire cosa siamo capaci di fare e cosa non perchè una squadra che va a Glasgow e domina e non vince e in casa domina e non vince qualche domanda se la deve fare. C’è rammarico, ma non c’è tempo per rammaricarci perchè domenica c’è il Lecce e non si possono perdere punti. Dirò questi ai miei compagni. Non mi lamento degli arbitri italiani perchè sono i migliori. L’episodio di oggi l’ho visto in diretta nonostante stessi impegnato nell’azione. Non l’ha visto ed indietro non si può tornare. Per me era rigore in diretta ed adesso che rivedo le immagini non ho più dubbi”.

Queste le dichiarazioni, invece, dell’attaccante biancoceleste ai microfoni di Lazio Style Radio“Con questa sono tre le partite che perdiamo in Europa League e allo stesso modo: quando pecchi di cinismo in campo internazionale ti condannano. Tra stasera e la partita di Glasgow abbiamo dominato, ma non è bastato. Il rigore? Era semplice fischiarlo, me ne sono accorto in diretta: c’è rammarico anche per questo, ma dobbiamo guardare avanti. E’ una sconfitta immeritata che pesa, ma il bello del calcio è che ti dà subito l’occasione per riscattarti: non dobbiamo abbatterci, e anzi io giocherei ora per riprendermi quello che ci è stato tolto. Dobbiamo sempre avere la cattiveria di continuare a lottare su ogni pallone per cercare il gol”.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Per Lei Combattiamo

Partita della Pace, le parole di Lotito e Immobile alla conferenza di presentazione

Published

on

 


Quest’oggi si è tenuta la conferenza di presentazione della Partita della Pace, iniziativa alla quale prenderà parte la Lazio con il suo bomber Ciro Immobile. L’attaccante sarà infatti capitano, insieme a Ronaldinho, di una della sue squadre che si affronteranno il 14 novembre. Alla conferenza, sono intervenuti sia Immobile che il Presidente della Lazio Claudio Lotito.

Queste le loro parole, raccolte da a Radiosei:

Lotito: “Ho accolto con favore questa iniziativa. Quando sono entrato nel mondo del calcio anche perché questo sport, con questo forte impatto mediatico, può educare e moralizzare. Viviamo un momento difficile, l’appello di pace del papa deve essere recepito da chi vive con i valori dello sport. Questa è una guerra nata per interessi geopolitici quindi queste iniziative servono peer sensibilizzare in tal senso. I valori che cerco di trasmettere al mio club e che cerco di tramandare nell’istruzione sportiva, perché al di la dei risultati del campo, dove siamo avversari e non dividere, sono trasportabili con questo sport perché insieme possiamo unire, esaltare il valore, il merito. Maradona anni fa mi ha chiesto di entrare a Formello proprio perché la Lazio incarna questi valori. Ed è stato contento di vedere l’accoglienza che gli abbiamo riservato. Il calcio non rappresenta i valori economici, ma i valori umani. lo dico sempre ai miei calciatori che devono scendere in campo con il rispetto degli avversari. Il valore di questo evento è proprio questo. Trasmettere tale messaggio ai giovani. Viva la pace”.

Ciro Immobile: “Sono felice che papa Francesco abbia scelto il calcio per mandare un messaggio così importante e sono orgoglioso di essere il capitano di una squadra. Sono contento perché giocheremo nel ricordo di Maradona che è stato capitano e rappresentante di questo evento in passato. Diego ha ispirato tanti di noi e continuerà a farlo”. 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:


I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW