Connect with us

Per Lei Combattiamo

CONFERENZA INZAGHI – “E’ bello vincere le coppe ma è arrivato il momento di arrivare in Champions”

Published

on

 


Come è passata la nottata?

“Ci dispiace perchè abbiamo perso una partita immeritata però bisogna guardare avanti pensando a domani. Cercherò di schierare la formazione migliore nonostante le tante energie spese col Celtic”

Hai qualche certezza sui giocatori?

“Lulic e Luis Alberto giocheranno visto che giovedì sono partiti dalla panchina, per quanto riguarda gli altri devo parlarci e valutare”

Cosa pensi del Lecce di Liverani?

“Fabio ha fatto un bellissimo percorso cominciando dalle giovanili, è arrivato al Lecce facendo grandi risultati. Ora praticano un ottimo calcio propositivo con giocatori esperti e una grande impronta”

Può essere un vantaggio per il campionato uscire dall’Europa?

“L’anno scorso eravamo contenti di aver conquistato l’Europa League dopo la vittoria in Coppa Italia. Ricordo con piacere la cavalcata l’anno di Salisburgo nonostante la sconfitta, quest’anno sono successi degli imprevisti con delle sconfitte immeritate. L’altra sera ci è stato negato un rigore sacrosanto, vorrei far notare il livello degli arbitri europei rispetto ai tanto criticati arbitri italiani”

Troppo ingenerose le critiche mosse a Milinkovic?

“E’ un giocatori importante per noi che sta lavorando nel migliore dei modi, mi dà sempre grande disponibilità per fare entrambe le fasi. Spero possa fare sempre meglio perchè ci punto tanto”

Quali sono i limiti di questa squadra?

“Dalla prima giornata giochiamo in questo modo, abbiamo qualche amnesia ma eccetto Juventus e Inter tutte hanno amnesie come le nostre”

Come sta Lukaku?

“Jordan sta bene, ha giocato a Firenze mentre col Torino e Milan ho fatto altre scelte. Deve continuare a lavorare per crescere di condizione perchè potrà darci una grande mano”

Correa è disponibile?

“L’augurio è questo, ieri ha svolto un buon lavoro. Se ci fosse stato giovedì non avrebbe giocato Immobile. Ciro sta recuperando mentre Caicedo è da valutare perchè giovedì è stato molto generoso”

La Lazio mostra difetti di personalità nella ripresa?

“Contro Milan e Fiorentina abbiamo vinto per cui direi di no. Credo che la sconfitta col Celtic possa traviare certi giudizi”

Vincere domani farà trascorrere una sosta più tranquilla?

“Sicuramente perche arriviamo da tre vittorie consecutive e dobbiamo abituarci a vincerne di più. Il Lecce ha creato insidie a tutte, inclusa la Juventus. Ha qualità, ottime ripartenze e idee di gioco, a immagine e somiglianza del suo allenatore”

Caicedo recupera per domani?

“Devo valutare la rifinitura di oggi, vi posso dire che sicuramente non ci saranno Radu e Marusic”

La Champions diventa l’obiettivo?

“Dobbiamo crescere e migliorare per alzare quella benedetta asticella che non deve essere fatta solo di trofei ma anche del raggiungimento della Champions League”

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Per Lei Combattiamo

SERIE A – L’AVVERSARIO | Tutto quello che c’è da sapere sulla Fiorentina

Published

on

 


Inizia la seconda parte del campionato di Serie A: domenica alle ore 18:00 sarà LazioFiorentina. Allo Stadio Olimpico i biancocelesti ospitano i Viola di Vincenzo Italiano in una sfida fondamentale in ottica Champions, considerando che la vittoria dei capitolini consentirebbe loro di consolidare un’ottima posizione nella zona alta della classifica.

photo Antonio Fraioli

LA FIORENTINA. La squadra di Italiano presenta una situazione diametralmente opposta alla Lazio in termini di risultati: a differenza dei biancocelesti, i Viola vengono da due sconfitte consecutive, tra cui l’ultima proprio in casa contro il Torino. Al momento militano in una zona anonima della classifica: la Fiorentina è a 11 punti dalla zona retrocessione e a 5 punti dal settimo posto che le permetterebbe loro di tornare in Conference League.

LA FORMAZIONE (4-2-3-1) – Terracciano; Dodo, Milenkovic, Igor, Biraghi; Amrabat, Duncan; Ikoné, Bonaventura, Gonzalez; Kouamé.

LA STELLA. Per dare una risposta positiva di ripresa la Fiorentina proverà ad affidarsi a Sofyan Amrabat, ancora non al top della forma. Il centrocampista è chiamato a fare la differenza in campo in questo girone di ritorno, soprattutto dopo la prestazione negativa nella scorsa gara contro il Torino: da una sua apertura sbagliata è scaturito il gol di Miranchuk. In questa seconda parte di campionato Italiano proverà a fare affidamento su di lui e su Mandragora per agevolare la fase offensiva.

IL PRECEDENTE. L’ultimo incontro tra le due squadre si è disputato il 10 ottobre 2022. Un dominio tutto biancoceleste quello che è andato in scena al Franchi, con gli uomini di Sarri che si sono imposti di misura sulla Fiorentina per 4 a 0, grazie alle reti di Vecino, Zaccagni, Luis Alberto e Immobile.

  


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:    

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW