Connect with us

Per Lei Combattiamo

CorSera | Correa, dal rigore sbagliato alla fabbrica del gol laziale

Published

on

 


Correa non segna? Un tempo, forse. Oggi di gol ne fa e anche tanti. In Serie A – il dato è quasi incredibile se pensiamo alle critiche che ha ricevuto nel corso della sua carriera – ci sono solo due calciatori che hanno realizzato un numero di reti superiore a lui, al netto dei calci di rigore: uno è Immobile, che è a quota 9 più 5 penalty, e l’altro è Berardi, arrivato a 7 senza mai andare sul dischetto. Poi c’è il trequartista della Lazio: 6 gol tutti su azione, come Lukaku (che ha aggiunto3rigori) e Zapata (anche lui senza penalty). Gli altri stanno dietro. Eppure dicevano che il limite di Joaquin Correa, «El Tucu» per via della regione di origine, il Tucuman, fosse proprio questo: ha grandi qualità tecniche e fisiche però non è concreto. Tutto vero, peraltro: nessuno si era inventato nulla sottolineando questa sua carenza. Ma Tare – uno che spesso ci azzecca – ha deciso di scommetterci sopra, perché ha pensato che uno con quelle doti magari non esplode mai, però, se lo fa, diventa un piccolo fenomeno. Ha convinto Lotito e ha trovato collaborazione in Inzaghi, che lo ha inserito gradualmente, come aveva fatto con Milinkovic-Savic e Luis Alberto. Irisultati? Con la doppietta al Lecce, Correa ha battuto il record personale in campionato: non era mai arrivato a 6, il primato precedente risaliva allo scorso torneo con 5. In un anno intero, però. Adesso di
giornate ne sono passate 12. Ci sono calciatori che mostrano subito ciò che valgono, altri che arrivano tardi al massimo del rendimento. Correa è cresciuto a 25 anni, anche se è il primo a sapere che basta poco per tornare un incompiuto. Campione è chi dà continuità al proprio percorso. Inzaghi glielo ripete spesso, lui sembra avere trovato la convinzione giusta. Già sul finire della scorsa stagione aveva dato segnali importanti, come le reti in Coppa Italia nella semifinale con il Milan e in finale con l’Atalanta. Ora è ripartito e negli ultimi dieci giorni ha incantato, segnando il gol della vittoria ancora contro i rossoneri e – appunto – il doppio colpo con il Lecce. Merito in più averlo fatto dopo un passo falso come il calcio di rigore sbagliato all’ultimo minuto contro il Bologna, il 6 ottobre. Poteva essere un fardello pesante, è diventato una motivazione in più. Immobile e Correa formano la coppia più prolifica dei principali campionati europei. Saranno contenti a Siviglia, dove si sono liberati di entrambi in tutta fretta: con meno di 30 milioni, Lotito si è portato via un tesoro. CorriereDellaSera

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Per Lei Combattiamo

SERIE A | La Juventus trionfa all’Arechi: battuta la Salernitana

Published

on

 


Termina l’ultimo incontro di questa 21esima giornata di Serie A tra Salernitana e Juventus. A trionfare è stata la squadra di Massimiliano Allegri con un netto 0-3 firmato Vlahovic (doppietta) e Kostic. Con il successo odierno i bianconeri si portano a quota 26 punti in decima posizione, mentre i granata con la sconfitta rimediata rimangono in sedicesima posizione con 21 punti.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:    

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW