Connect with us

Per Lei Combattiamo

Lulic l’uomo delle finali: solo Nedved e Fiore hanno segnato più di lui

Published

on

 


Si scrive “26 maggio” e si legge “Lulic al 71′“. E’ così, dal 2013 è l’uomo della finale, della provvidenza. Colui che ha scacciato l’incubo, che ha regalato al popolo laziale la gioia eterna, colui che ha scritto un capitolo della storia della Lazio. Da quel giorno è cambiata la sua vita e quella di una città intera: nel derby più importante c’è scritto il suo nome. Neanche gli anni elimineranno quanto accaduto, il racconto di quella giornata i laziali lo tramanderanno come fanno solitamente: di padre in figlio.

Il bosniaco però non è solo questo: sono 9 anni che indossa la maglia biancoceleste, di cui è diventato capitano. E’ uno dei senatori del gruppo, un leader per questa squadra.

Il suo rapporto con le finali – Oltre alla stracittadina per eccellenza, quella con in palio la Coppa Italia del 2013, Senad quando si tratta di disputare gare decisive si fa sempre trovare pronto. L’ultimo esempio è di pochi giorni fa: è stata lui a mettere in mezzo la palla dalla quale è nato il gol del vantaggio siglato da Luis Alberto, è stata inoltre sua la rete del raddoppio, quella dell’importante e momentaneo 1-2 contro la Juventus a Riyad, in occasione della sfida di Supercoppa. Le sue 2 marcature messe a segno in gare con in palio un titolo, fanno sì che in questa speciale classifica sia dietro solo a Stefano Fiore e Pavel Nedved, che hanno siglato 3 reti. Inoltre, per minuti giocati in questo tipo di incontri, è secondo soltanto a Favalli: per Lulic sono 644 i minuti giocati, mentre per l’ex Lazio 720.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Per Lei Combattiamo

Partita della Pace, le parole di Lotito e Immobile alla conferenza di presentazione

Published

on

 


Quest’oggi si è tenuta la conferenza di presentazione della Partita della Pace, iniziativa alla quale prenderà parte la Lazio con il suo bomber Ciro Immobile. L’attaccante sarà infatti capitano, insieme a Ronaldinho, di una della sue squadre che si affronteranno il 14 novembre. Alla conferenza, sono intervenuti sia Immobile che il Presidente della Lazio Claudio Lotito.

Queste le loro parole, raccolte da a Radiosei:

Lotito: “Ho accolto con favore questa iniziativa. Quando sono entrato nel mondo del calcio anche perché questo sport, con questo forte impatto mediatico, può educare e moralizzare. Viviamo un momento difficile, l’appello di pace del papa deve essere recepito da chi vive con i valori dello sport. Questa è una guerra nata per interessi geopolitici quindi queste iniziative servono peer sensibilizzare in tal senso. I valori che cerco di trasmettere al mio club e che cerco di tramandare nell’istruzione sportiva, perché al di la dei risultati del campo, dove siamo avversari e non dividere, sono trasportabili con questo sport perché insieme possiamo unire, esaltare il valore, il merito. Maradona anni fa mi ha chiesto di entrare a Formello proprio perché la Lazio incarna questi valori. Ed è stato contento di vedere l’accoglienza che gli abbiamo riservato. Il calcio non rappresenta i valori economici, ma i valori umani. lo dico sempre ai miei calciatori che devono scendere in campo con il rispetto degli avversari. Il valore di questo evento è proprio questo. Trasmettere tale messaggio ai giovani. Viva la pace”.

Ciro Immobile: “Sono felice che papa Francesco abbia scelto il calcio per mandare un messaggio così importante e sono orgoglioso di essere il capitano di una squadra. Sono contento perché giocheremo nel ricordo di Maradona che è stato capitano e rappresentante di questo evento in passato. Diego ha ispirato tanti di noi e continuerà a farlo”. 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:


I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW