Connect with us

Per Lei Combattiamo

CdS | La Lazio riparte a tutto Immobile

edoardo_00@hotmail.it'

Published

on

 


Altro che Giroud. Canta l’Olimpico sulle note di Lucio Battisti per festeggiare un’altra “manita”, buona per blindare la Champions e continuare a sognare lo scudetto. Si chiama Adekanye, tra pochi giorni compirà vent’anni, è l’attaccante di scorta della Lazio. Come in un disegno divino, nessuno lo aveva ancora visto o quasi: il nigeriano con passaporto olandese, vent’anni tra pochi giorni, è entrato all’inizio della ripresa e ha partecipato alla festa, chiudendo il conto. Cinque gol alla Spal realizzati da tre punte e senza Correa, il cui infortunio aveva fatto scattare gli allarmi e agitato i pensieri di Inzaghi. Un’altra doppietta per Ciro e la prima stagionale per il Panterone, quasi sacrificato nel ruolo di riserva. Figuriamoci come sarebbe stato doloroso gestirne le esclusioni se fosse arrivato Giroud, a cui erano state date garanzie di impiego. Neppure a parlarne di Immobile, un intoccabile a cui non bisogna togliere i riflettori. Non si stanca mai di correre e di segnare. Sono finiti gli aggettivi e gli elogi per il centravanti azzurro, salito a quota 25 gol dall’inizio del campionato, in piena corsa per la Scarpa d’Oro e per inseguire il record di Higuain.

IN BILICO 

Per la Spal, che fuori casa aveva sorpreso Atalanta e Torino, è un tonfo pesantissimo. Ore di riflessione per i dirigenti estensi. Semplici, a un passo dall’esonero, dovrebbe aver guadagnato altro tempo. L’ultimo posto in classifica e la condotta audace dell’Olimpico rischiavano di essergli fatali nonostante il lavoro degli ultimi anni e il mercato appena concluso. Non si poteva consegnare alla Lazio giocando d’attesa, ma ha finito per votarsi al massacro con una condotta audace. Dopo mezz’ora era già sotto di tre gol, all’intervallo e sul 4-0 la partita era chiusa. La Spal neppure lontanamente possedeva l’ardore di una squadra in lotta per la salvezza. E’ partita all’assalto, pensando di sorprendere la Lazio, ma ci ha rimesso le penne.

CATTIVERIA 

La squadra di Inzaghi sa giocare di rimessa, sa dominare nel palleggio o allargare sulle fasce. Micidiali le verticalizzazioni. Un merito grande: rendere facile una partita che rischiava di non esserlo. Dopo tre minuti Immobile aveva già sbloccato, sfuggendo alla marcatura di Bonifazi e correggendo l’angolo di Luis Alberto spizzato di testa da Lulic. Lazzari, imprendibile, ha castigato i suoi vecchi amici in velocità. Palo timbrato in diagonale per il raddoppio di Caicedo e contropiede da applausi per lanciare Ciro verso la gemma della domenica. Leiva sugli scudi come il serbo. Il gol di Missiroli ha salvato appena l’onore dopo la festa di Adekanye. Inzaghi poi ha gestito forze e risparmiato energie, togliendo Caicedo, Lulic e Radu. Mercoledì c’è il recupero con il Verona: +10 su Atalanta e Roma, l’occasione buona per scavalcare l’Inter e avvicinarsi alla Juve. Un sogno.

Corriere dello Sport

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Per Lei Combattiamo

L’Italia batte l’Ungheria e si qualifica alle Finals di Nations League

Published

on

 


A Budapest gli Azzurri vincono contro la squadra allenata da Rossi e si aggiudica la qualificazione alle Finals di Nations League. L’Italia sblocca la partita nel primo tempo con Raspadori che sfrutta un errore della difesa ungherese. Nella ripresa Dimarco realizza la rete del 2-0 contro l’Ungheria.

  


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:


I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW