Connect with us

Per Lei Combattiamo

CdS | Prima mossa: Vavro confermato

edoardo_00@hotmail.it'

Published

on

 


Vavro avrà una seconda opportunità, almeno un altro anno a sua disposizione per giocarsi la sua chance in biancoceleste. D’altronde una stagione storta può capitare, soprattutto alla Lazio. L’esperienza degli ultimi anni insegna quanto sia pericoloso dare giudizi precipitosi, acquisti considerati inizialmente sbagliati si possono poi rivelare più che mai azzeccati. L’esempio lampante è quello di Luis Alberto: dopo un anno vissuto da comparsa, lo spagnolo è sbocciato in tutta la sua bellezza.

NUOVA POSSIBILITA’

Ma lo stesso, con le dovute proporzioni, si può dire per Lulic, Caicedo, Strakosha, Luiz Felipe e molti altri ancora. La loro prima impressione, alla Lazio o in prestito, non era certo stata entusiasmante. La storia successiva, però, ha poi smentito quei giudizi iniziali. Il club di Lotito è convinto che lo stesso processo possa funzionare anche per il centrale slovacco. Fino al momento dello stop il suo rendimento non era stato certo entusiasmante, appena 711 minuti collezionati in stagione, 517 dei quali in Europa League e solo 194 in Serie A. Sia lui che il club si aspettavano ben altro rendimento, è chiaro. Inevitabile dopo l’investimento da 12 milioni per acquistarlo dal Copenaghen. I suoi ultimi 90 minuti giocati sono quelli che lasciano ben sperare in ottica futura. A Marassi contro il Genoa Vavro è apparso sicuro, è stato tra i migliori in campo. Il ds Tare sogna di vincere anche questa scommessa, di veder sbocciare presto i frutti seminati in estate.

OLIMPIADI

Il reparto difensivo della prossima stagione è tutto da valutare e lo slovacco potrebbe pure ritrovarsi a recitare un ruolo di primo piano. Il Barcellona continua il pressing su Luiz Felipe e per quanto la Lazio voglia mantenere in organico il brasiliano, non è detto che sia così semplice. I catalani fanno sul serio per il difensore centrale, che purtroppo per lui (salvo colpi di scena o cambi di regolamento in corso) dovrà dire addio al sogno di partecipare alle Olimpiadi: con lo slittamento dei Giochi al 2021, infatti, così come molti suoi compagni di squadra, quando si terrà la manifestazione non sarà più un under 23, requisito necessario per far parte della Seleçao olimpica. Una delusione che potrebbe essere in parte compensata dalla chiamata di Messi per la prossima stagione. Nel caso, un motivo in più per Vavro per farsi trovare pronto e giocarsi bene la sua seconda chance.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Per Lei Combattiamo

Urbano Cairo: “Questa volta io e Lotito la pensiamo alla stessa maniera. Al calcio serve sostegno”

Published

on

 


Il Presidente del Torino, Urbano Cairo, ha commentato, al telefono con l’ANSA, gli emendamenti presentati in Parlamento per aiutare il calcio: “Premesso che come molti sanno spesso mi capita di non essere d’accordo con Lotito, stavolta la pensiamo alla stessa maniera. La situazione è sotto gli occhi di tutti: il nostro è un mondo che vive da tempo difficoltà, molto aggravate negli ultimi anni dalla pandemia. Certo, sono stati fatti sbagli, ma errori di gestione se ne fanno anche in altri settori della società, che pure ricevono aiuti rilevanti dallo stato: penso al tax credit per il cinema, ad esempio (incentivo che peraltro vede escluse le TV come la 7 che danno lavoro a 500 persone con le loro trasmissioni e la cui occupazione andrebbe tutelata come quella del cinema dove il ministro della cultura Franceschini prese molto a cuore i problemi del settore riuscendo ad ottenere supporto).

Il discorso della rateizzazione fiscale per le società, che non è a fondo perduto come i tax credit ma una semplice dilazione, ha un senso, tra l’altro, anche come sostegno ad un comparto che contribuisce in larga parte al mantenimento degli altri sport. Quanto all’idea di modificare la legge Melandri e prolungare da tre a cinque anni la durata dei diritti tv, non è certo un assist a un’emittente TV o un’altra. Qualsiasi persona di buon senso capisce che è una sacrosanta opportunità per chi investe di ottenere un guadagno grazie alla continuità del progetto. E di conseguenza consente a chi vende di ottenere di più. Mi pare elementare da capire, e se non sbaglio funziona così anche all’estero. In Spagna, ad esempio, dove i diritti tv li valorizzano bene, gli anni di durata sono appunto cinque e sei per quelli internazionali”.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:    

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW