Connect with us

Per Lei Combattiamo

GdS | Acerbi, il progetto da Leone tutto biancoceleste per poi cominciare come allenatore

edoardo_00@hotmail.it'

Published

on

 


Doveva sostituire De Vrij, maèdiventato velocemente una colonna della Lazio. Francesco Acerbi è alla seconda stagione inbiancoceleste, tuttavia il suo legame sembra avere radici più profonde. «Finirei la carriera alla Lazio», ha detto in una diretta Instagram dell’altra settimana. Per Inzaghi è un leader della squadra in linea col soprannome di «Leone», non solo un cardine della difesa. Con una continuità di rendimento impressionante: prima dello stop del campionato si è fermato ai box per due partite causa uno stiramento al polpaccio sinistro, interrompendo una serie di 66 partite di fila, comprese le 10 amichevoli del precampionato. Con qualità di primo piano tanto da essere uno dei tre laziali (con Luis Alberto e Immobile) nella top 11 della A, fissata dopo la ventiseiesima giornata.

FEELING 

Il rapporto di Acerbi con la Lazio si è così intensificato da non essere più vincolato alla scadenza nel 2023 del contratto firmato due estati fa quando arrivò dal Sassuolo. Da tempo, nel piano rinnovi stabilito dal d.s. Igli Tare, c’è pure il suo nome. Per prolungare l’accordo attuale, ma anche per riaggiornare le cifre dell’ingaggio in considerazione proprio della crescita espressa dal giocatore con la maglia della Lazio, che lo ha portato anche a rientrare nel giro della Nazionale. Intanto, attorno al suo nome, si sono addensate pure le attenzioni del mercato internazionale: la pista Chelsea è la più recente. Sotto la guida di Inzaghi Acerbi ha compiuto quel passo ulteriore per completarsi sul piano tattico. Non solo centrale, ma all’occorrenza esterno. Con una costante propensione a entrare nella manovra offensiva: due gol in questo campionato.

PROSPETTIVE 

Il rinnovo come premio di fedeltà per quanto il difensore sta dando alla causa biancoceleste anche sul piano della personalità. E per adeguare il suo ingaggio pure invista di altri rinnovi ormai vicini in casa Lazio. L’idea di base da tracciare con l’agente Federico Pastorello è quella di allungare l’accordo di un’altra stagione, fino al 30 giugno 2024. Quando il difensore avrà 36 anni. In piena sintonia con la volontà espressa dallo stesso Acerbi: «Finirei la carriera allaLazio».Anche se in quella diretta su Instagram aggiunse: «Però mi piace pensare sempre anno dopo anno». Il suo ingaggio è da 1,8 milioni di euro a stagione, più bonus. Nei prossimi mesi col rinnovo potrebbe arrivare a 2,5 milioni di base. Acerbi ha idee chiare anche sul futuro: «Voglio fare l’allenatore». E Formello potrebbe dargli un’altra ripartenza. Dalle giovanili: come accadde con Simone Inzaghi.

Gazzetta dello Sport  


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Per Lei Combattiamo

Lazio, finalmente le rotazioni: ecco quanto hanno giocato i nuovi arrivati

Published

on

 


Lotito nella finestra di mercato estiva ha speso come mai prima d’ora, regalando a mister Sarri non solo 8 nuovi acquisti, ma anche la possibilità di far ruotare i giocatori tra le varie competizioni. A differenza degli altri anni, infatti, tutti i nuovi innesti sono stati già scesi in campo per diversi minuti, permettendo i titolari di riprendere fiato.

Il meno utilizzato, per ora, è Luis Maximiano. Il portiere era titolare nella partita di esordio di questa stagione contro il Bologna, ma dopo 6 minuti ha rimediato un cartellino rosso, costringendo Provedel a prendere il suo posto.

Dal 14 agosto Provedel è titolare fisso, sia in campionato che in Europa League. In questo modo, tra i nuovi acquisti è quello che ha giocato per più minuti, in tutto 802. In campionato ne ha giocati 622’ (gli 82 di Lazio Bologna e le restanti partite 90’) e in Europa League 180’ (i 90 di Lazio-Feyenoord e di Midtjylland-Lazio).

In ordine, subito dopo troviamo Romagnoli con 638 minuti, di cui 475 in Serie A e 163 in Europa League. In campionato ha giocato tutti e 90 i minuti contro Bologna, Torino, Inter e Napoli, rimanendo in panchina contro il Verona e scendendo in campo per 81 minuti contro la Samp e 34 con la Cremonese. In Europa, invece, ha giocato 73 minuti contro il Feyenoord e tutta la partita con il Midtjylland.

fraioli

Al terzo posto c’è Vecino, il pupillo di Sarri. Il centrocampista è stato l’ultimo ad arrivare saltando tutta la preparazione ad Auronzo di Cadore, ma, nonostante ciò, è uno dei più utilizzati. Sono 378 i minuti in cui è sceso in campo, di cui 255 in Serie A e 123 in Europa. Non ha mai giocato una partita intera, però piano piano si è riconquistato la fiducia del suo ex mister che lo ha mandato in campo inizialmente 7 minuti contro il Bologna nella prima partita, poi man mano ha aumentato il minutaggio. Dopo il Bologna sono arrivati i 62’ contro il Torino, i 57’ contro l’Inter, i 37’ con il Napoli, 25’ contro il Verona e 67’ con la Cremonese. Solo con la Samp è rimasto in panchina. In EL, invece, ha giocato 70’ contro il Feyenoord, in cui ha segnato 2 gol e servito un assist, e 53’ contro il Midtjylland.

fraioli

Subito dopo troviamo Gila, che con i suoi 201 minuti totali si piazza al quarto posto. Solo 21 minuti per lui in campionato (9 con la Samp e 12 con la Cremonese), ma tutti i 180 in Europa League.

Terzultimo posto per Casale, con 146 minuti in campionato. Non ha ancora mai calcato i campi dell’Europa League, ma ha giocato 90 minuti contro il suo ex Verona e 56’ contro la Cremonese.

Infine, prima del meno utilizzato Luis Maximiano, troviamo Marcos Antonio con 138 minuti. In Serie A è sceso in campo 4 volte: contro il Torino (28’), l’Inter (6’), la Samp (18’) e il Verona (65’). In Europa League, invece, ha giocato solo 21 minuti contro il Midtjylland.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:


I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW