Connect with us

Per Lei Combattiamo

CorSera | Lazio, domani le prime corse: Formello riapre dopo due mesi

Published

on

@LazioPress.it ha un nuovo account Instagram. Torna a seguirlo. CLICCA QUI


 

Il giorno è domani. La Lazio lo attende da due mesi esatti, da quando i giocatori si sono allenati per l’ultima volta prima che arrivasse la notizia della sospensione del campionato di serie A. I biancocelesti si troveranno al centro sportivo di Formello, ma ovviamente non tutti assieme. Saranno suddivisi in gruppi, formati da quattro calciatori ciascuno (si formeranno dunque sei micro-squadre), e raggiungeranno l’impianto in orari differenti nel corso della giornata, entrando da un ingresso diverso rispetto a quello degli altri dipendenti.

È probabile che vengano individuati tre orari di accesso, tra la mattina e il pomeriggio, per evitare al massimo ogni tipo di contatto, anche se gli spazi della struttura biancoceleste – peraltro rinnovata e ammodernata di recente – renderebbero possibile la contemporanea frequentazione di un numero più elevato di calciatori nel rispetto delle distanze di sicurezza previste dal governo. Ciascun gruppo di quattro giocatori avrà un allenatore di riferimento e lavorerà su un campo (nel centro sportivo ce ne sono 6). In pratica ci saranno due calciatori in ogni metà campo per tutta la seduta: l’ultimo Dpcm prevede che l’attività sportiva debba essere praticata ad almeno due metri di distanza l’uno dall’altro, è evidente che qui l’indicazione è rispettata nel senso più ampio del termine. Al termine dell’allenamento – che sarà soprattutto atletico, ma anche di tecnica individuale – i biancocelesti andranno a casa ed è là che faranno la doccia, evitando di condividere gli spogliatoi.

Queste sono le regole che la Lazio si è data: zero rischi. Del resto il presidente Claudio Lotito ha preteso che tutti i tesserati rimanessero chiusi nelle loro abitazioni da quando è scattato il lockdown: nessun membro della squadra e dello staff, cuoco incluso, è uscito in questi due mesi. Da qui nasce lo stupore del club per le scelte di altre società, in particolare Inter e soprattutto Juve, che hanno consentito ai loro stranieri di andare all’estero. Prima di ricominciare l’attività i calciatori e i tecnici della Lazio si sottoporranno alle visite di idoneità e anche ai tamponi per escludere che ci sia una positività: avverrà tutto entro la mattinata di domani. La speranza di Lotito è che si proceda poi con il piano che contempla la ripresa degli allenamenti collettivi a cominciare dal 18 maggio, per arrivare al nuovo avvio del campionato entro la prima metà di giugno. Quel giorno, però, è ancora lontano. Ciò che conta, per la Lazio, è che intanto i giocatori possano correre a Formello. CorriereDellaSera

 

Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio. DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS

 


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

CalcioMercato

Calciomercato | Ipotesi Acerbi al Napoli, in caso di cessione di Koulibaly

Published

on

@LazioPress.it ha un nuovo account Instagram. Torna a seguirlo. CLICCA QUI


 

Come riportato dal giornalista Paolo Bargiggia sul proprio profilo Twitter, c’è una pista tutta italiana per il Napoli: nel caso venisse ceduto Koulibaly, il club pensa ad Acerbi. Il difensore biancoceleste è in rottura con Sarri, ed essendo mancino potrebbe solo fare il titolare e non il quarto difensore.

 

Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio. DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS

 


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Continue Reading

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW