Connect with us

 

Per Lei Combattiamo

Mazzantini sul 14 maggio 2000: “Gaucci ci minacciò di portarci in ritiro se non avessimo vinto. Grazie a quella partita mi hanno regalato un trattore”

Published

on

@LazioPress.it ha un nuovo account Instagram. Torna a seguirlo. CLICCA QUI


 

Un altro eroe del 14 maggio 2000, seppur senza vestire la maglia della Lazio, è tornato a ricordare quella giornata perfetta. Andrea Mazzantini, l’ex portiere del Perugia ha raccontato, ai microfoni di Lazio Style Radio, quel pomeriggio del Renato Curi tra aneddoti e momenti amarcord: “Quel 14 maggio fu una bellissima giornata, il Perugia era una squadra tosta con la mentalità di Mazzone anche se in molti davano per scontato che noi avremmo perso. Prima di quella partita Gaucci ci minacciò di portarci in ritiro tutta l’estate a fare le partite d’esibizione in Asia se non avessimo vinto e poi aveva messo di mezzo due avvocati perchè controllassero la partita. Poi ha in iniziato a piovere tanto, solo a Perugia nello stadio, a pochi chilometri c’era il sole. In quel momento è stato giusto sospendere la partita e vedevo Collina parlare al telefono non so con chi, ma ci avevano detto che era giusto giocare per una questione di sicurezza perchè se avessimo giocato il giorno dopo sarebbero venuti molti tifosi della Lazio. Io volevo giocare perchè eravamo stati in ritiro una settimana e non ce la facevo più. Io ero a favore della ripresa anche perchè quando siamo ripartiti il campo era in perfette condizioni. Noi non avevamo niente da perdere, la Juventus di più e c’era molto tensione in loro. Fino alla fine i bianconeri ci hanno provato, mi sembra che io alla fine abbia fatto due tre parate ed uno nel primo tempo su punizione. La Juventus attaccava, in campo c’erano tutti giocatori offensivi. Era una battaglia, incitavo i miei compagni a non mollare. C’era mauro Milanese che aveva preso una gomitata in faccia e perdeva sangue e lo incitavo a non farlo passare più. Vincere contro la Juventus per uno come me che non ha avuto la fortuna di giocare in grandi squadre è stato come vincere qualcosa. In quella sfida tra l’altro eravamo decimati e ricordo che in settimana dicevo a Nicola Amoruso che era in prestito da noi dalla Juventus che forse era meglio non giocare, ma lui visto il percorso che aveva fatto con noi è voluto arrivare in fondo con noi. Una cosa bellissima, fece un partitone, ma mi dissero (ride n.d.r.) che il giorno dopo Moggi lo chiamò a Torino in sede. Tutti davano l’esito della partita per scontato. Feci la scommessa di un trattore con un imprenditore di Perugia che pensava fosse una partita già scritta:  il giorno dopo andai in azienda e me lo consegnò. Mi ricordo poi l’affetto dei tifosi laziali che l’anno dopo all’Olimpico mi applaudirono”. 

 

Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio. DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS

 


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Per Lei Combattiamo

Leao all’Allianz Stadium: l’incontro speciale con Cabral – FOTO

Published

on

@LazioPress.it ha un nuovo account Instagram. Torna a seguirlo. CLICCA QUI


 Con il pareggio ottenuto contro la Juventus (2-2), la Lazio ha raggiunto la qualificazione matematica in Europa. All’Allianz Stadium non sono mancati gli ospiti ad assistere alla partita, tra cui anche Rafael Leao, calciatore del Milan. Uno dei motivi della visita dell’attaccante rossonero è stato Jovane Cabral. I due infatti sono molto amici e hanno testimoniato l’incontro di ieri con una stories su Instagram: “Insieme come sempre fratello”. Di seguito la foto pubblicata sul social.

 

Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio. DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS

 


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Continue Reading

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW