Connect with us

Per Lei Combattiamo

Il silenzio disturba più di 20 mila voci, l’unico spettacolo senza spettatori è proprio il calcio

edoardo_00@hotmail.it'

Published

on

 


E’ arrivato il momento di infilarsi gli scarpini, mettersi la maglia ufficiale, camminare in mezzo al tunnel e arrivare al campo. Attenzione però alle strette di mano, agli abbracci e ai saluti con avversari e tra allenatori. Nel silenzio assordante dello stadio scenderanno questa sera Juventus e Milan, le prime a riaprire le danze e a far ripartire il calcio italiano, con la prima Semifinale della Coppa Italia. Di certo non sarà soltanto la mancanza di abbracci, sputi e mischie di compagni a festeggiare, a farci notare che qualcosa è cambiato. Eravamo abituati a sentire alcuni rumori, alcuni suoni e alcune melodie di sottofondo durante le partite, da stasera solo tocchi del pallone e urla di mister e compagni. Chi mancherà di più sarà il pubblico, i tifosi, le famiglie che normalmente vanno allo stadio ogni domenica o sabato per seguire la propria squadra. In alcuni stadi vedremo solo sgabelli vuoti, in altri sagome di cartone (vedi la Lazio), ma di certo non sarà la stessa cosa. Stasera capiremo quale sarà l’effetto, ci accorgeremo di quanto il silenzio a volte possa essere più fastidioso di molte voci che gridano.

CALCIO: LO SPETTACOLO SENZA SPETTATORI

Sarà proprio così. Da lunedì potranno riaprire: teatri, sale giochi, bingo, centri scommesse, centri termali, aree giochi; saranno consentiti gli spettacoli in sale da concerto, sale cinematografiche e in tutti i luoghi aperti al pubblico. Il nuovo D.P.C.M. spiega proprio che sarà consentito tutto questo soltanto se queste attività saranno svolte con: “Posti a sedere preassegnati e distanziati e a condizione che sia comunque assicurato il rispetto della distanza interpersonale di almeno un metro sia per il personale, sia per gli spettatori che non siano abitualmente conviventi”. E gli stadi? E il calcio? In fondo anche quello non è uno spettacolo? Perché non si è studiato un protocollo anche per questo? Lo abbiamo visto, in questi giorni la situazione è sicuramente migliorata rispetto a quando si decideva: Calcio Sì e Calcio No. In molte regioni d’Italia si vive da settimane, quasi mesi, a contagi zero. Un protocollo forse poteva essere studiato per restituire al calcio lo “spettacolo“.

LO SPAZIO C’E’ 

Non si possono ignorare le capienze degli stadi italiani, alcuni dei quali sono tra i più capienti. Il tutto poi andrebbe paragonato a quanti abbonamenti ogni società ha sottoscritto. In casa Lazio è risaputo quanto l’apporto dei tifosi sia importante e come l’Olimpico si sia trasformato, in questa stagione, in una roccaforte inespugnabile. Non a caso il patron Claudio Lotito sta facendo di tutto per portare i tifosi allo stadio, senza fargli varcare i cancelli. Già è partita la campagna per portare la propria sagoma allo Stadio Olimpico, e nel frattempo si studia anche per App che possa consentire ai tifosi di intervenire Live con esultanze, cori e urla. Ma perché arrivare a questo, quando effettivamente lo spazio c’è. L’Olimpico in particolare vanta di 70.634 posti, e la S.S. Lazio quest’anno ha registrato 19.700 abbonati. La possibilità di distribuire gli abbonati in tutto lo spazio dello stadio è grande, considerando poi che gli unici che potrebbero stare, tra di loro, vicini sono le famiglie. L’ipotesi sarebbe quindi quella di consentire l’accesso ai soli tifosi di casa, evitando quindi le trasferte che risulterebbero di difficile gestione. E suddividere gli abbonati in tutto lo spazio disponibile, garantendo più di un metro di distanza e in più prevendendo degli ingrassi suddivisi per fascie orarie, come avviene per giocatori e staff. La Lazio ha bisogno dei suoi tifosi se davvero vuole continuare a sognare, e allo stesso modo i tifosi hanno bisogno della Lazio, e del calcio. Ma hanno bisogno di vederlo con i loro occhi, senza il filtro di uno schermo. Il Covid-19 ha tolto ad ognuno anche le cose più semplici, anche quelle meno importanti ma di cui se ne è sentita la mancanza, adesso è il momento di riprendersele.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Per Lei Combattiamo

21° SERIE A | LIVE HELLAS VERONA-LAZIO 1-1

Published

on

 


 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:    

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW