Connect with us

Per Lei Combattiamo

Chiellini: “E’ bello poter tornare alla normalità. Spero che le porte degli stadi vengano aperte presto ai tifosi”

Published

on

 


Il centrale azzurro e della Juventus Giorgio Chiellini ammette la possibilità di dire addio al calcio già al termine della prossima stagione, durante un Instagram LIVE con Alessandro Costacurta e Martina Colombari:

Spero di arrivare in ottime condizioni all’Europeo, per vivermi quest’ultima manifestazione alla grande e poter fare da balia a tutti i giovani forti che abbiamo in squadra. Giocheremo tre partite a Roma e questo ci darà grande carica, ma sarà anche una grande responsabilità. Per quanto riguarda invece la ripresa del Campionato credo che sia veramente brutto giocare senza tifosi. La speranza è quella che nel giro di un mese si possa garantire l’accesso agli spalti anche a poche migliaia di tifosi. Con lo stadio vuoto, si sente tutto. Diventa difficile dirigere la gara anche per gli arbitri che sentono i commenti di tutti, compresi coloro che sono in panchina. E per i calciatori è sicuramente meglio sentire i tifosi piuttosto che ogni richiamo di allenatore e compagni. Da piccolo tifavo Milan, all’epoca l’amore per il calcio e per la propria squadra aveva un sapore completamente diverso. Mio fratello tifava Juventus e era una continua presa in giro. Mi sono innamorato dei colori rossoneri a inizio anni ’90 e li ho portati nel cuore fino al mio arrivo in Serie A. Mi ricordo ancora di come i miei familiari hanno reagito alla firma con la Juventus nel 2004Conte e Allegri mi hanno permesso di raggiungere la maturità calcistica. Prima di Antonio ero soltanto un difensore, come tutti gli altri. Lui ci ha insegnato che anche noi possiamo e dobbiamo creare. Lippi invece aveva la capacità di leggere le situazioni. Ha sempre potuto vantare un rapporto diretto con tutti, grazie alla sua schiettezza. Per me, nonostante fossi giovanissimo all’inizio, è stato molto importante.

Penso che un infortunio come quello subito durante questa stagione non lo avrei accettato serenamente se mi fosse capitato dieci anni fa. A 35 anni, complice l’esperienza, capisci che ci può stare, va affrontato come un rito di passaggio e bisogna convogliare tutta l’energia alla volontà di ritornare. Il primo periodo ho sentito una scarica di energia forte, con la fisioterapia vai a mille, anche se fa male. Tolte le stampelle si iniziano a valutare i miglioramenti, anche se impercettibili. Ci si sforza tanto per recuperare poco alla volta. Poi si imparano a conoscere meglio anche dottori e fisioterapisti, parte della vita dello spogliatoio soprattutto durante i periodi di infortunio.

La quarantena? Da fine gennaio ad aprile sono rimasto da solo. Mia moglie era scesa in Toscana con le bambine e giunto il momento di tornare a Torino a fine febbraio, abbiamo deciso di rimandare. Quando ho potuto riabbracciare dopo tutto questo tempo mia figlia più grande, mi sono messo a piangere. Sono state tante le emozioni, fortunatamente la maggior parte belle. Ad oggi siamo un po’ provati, ma poter tornare alla normalità è bello. Lo riporta Eurosport.it

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Formello

FORMELLO – Fase tattica e lavoro atletico: oltre ai nazionali assenti Basic e Immobile

Published

on

 


Prosegue a Formello la preparazione della Lazio agli ordini di mister Sarri, con i biancocelesti che tra meno di un mese ripartiranno in campionato dalla trasferta di Lecce. Per la seduta odierna di nuovo in gruppo Gila e Zaccagni, che erano tra la lista degli assenti di ieri. Oltre a Milinkovic-Savic e Vecino oggi tra gli assenti c’è ancora Toma Basic, assieme stavolta a Ciro Immobile. Dopo una lunga sessione di torello, è stato il turno della fase tattica, seguita dalla consueta partitella finale, alla quale non ha preso parte Gila. Al termine della seduta il gruppo ha svolto lavoro atletico, al quale Patric, Romagnoli, Marcos Antonio e Gila hanno preso parte con intensità minore.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:    

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW