Connect with us

Per Lei Combattiamo

Milinkovic e la Fiorentina, dal grande rifiuto al primo gol in Serie A al Franchi

silviaaldi@libero.it'

Published

on

@LazioPress.it ha un nuovo account Instagram. Torna a seguirlo. CLICCA QUI


 

Questa sera alle 21:45 la Lazio affronterà la Fiorentina allo Stadio Olimpico di Roma. Dopo la caduta dei biancocelesti a Bergamo, Sergej Milinkovic ha espresso immediatamente la volontà di dimenticare la sconfitta con l’Atalanta e concentrarsi sulla sfida con i viola. “Siamo molto incazzati, veramente tanto. Ma non molliamo, testa già a sabato“, ha scritto il Sergente sui propri profili social qualche giorno fa. Una sorta di avvertimento per la Fiorentina, quella stessa Fiorentina che più volte il destino gli pone davanti.

Facciamo un passo indietro. Estate 2015, Milinkovic era quasi un giocatore della Fiorentina. Poi, le lacrime e il repentino dietrofront: “Scusatemi ma non posso, non posso davvero” avrebbe detto Sergej in lacrime con la penna in mano davanti al contratto con i viola. Il ds della Fiorentina Pradè ai microfoni dei giornalisti in attesa dichiarava: “Non preghiamo nessuno di venire da noi, non è un giocatore che sposta gli equilibri della squadra”.

Esattamente due giorni dopo la Lazio chiude l’accordo con il Genk e Sergej Milinkovic Savic diventa ufficialmente un giocatore biancoceleste. Il ds Tare, successivamente, ha svelato il retroscena della trattativa: “In quei minuti ero la persona più sicura del mondo che Milinkovic, nonostante fosse andato a Firenze per trattare con la Fiorentina, avrebbe deciso di venire alla Lazio. La notte prima lui mi ha chiamato dicendomi che doveva andare lì per rispetto di suo padre, ma che la sua scelta era stata fatta e che sarebbe venuto alla Lazio. Mi ha detto di stare tranquillo, che doveva andare lì, ma che poi a loro avrebbe detto che veniva alla Lazio. Per questo gli sarò grato, perché ci sono pochi giocatori che fanno una cosa del genere”.

Il Sergente aveva scelto il suo destino: aveva scelto la Lazio. Il grande rifiuto di Milinkovic alla Fiorentina resta uno dei casi di mercato più eclatanti accaduti ai viola.

Ma non finisce qui. Era il 9 gennaio del 2016. La Lazio allenata proprio da Stefano Pioli sfidò la Fiorentina allo Stadio Artemio Franchi di Firenze. I biancocelesti passarono in vantaggio al 45’ con Keita. Nel  secondo tempo il raddoppio della Lazio. Milinkovic-Savic recupera palla sulla trequarti avversaria, supera due avversari e, con il mancino, infila Tatarusanu sul primo palo. E’ la prima rete del Sergente in Serie A, proprio contro quella squadra che aveva clamorosamente rifiutato pochi mesi prima. Sergej segna ed esulta con la celebre linguaccia nei confronti del pubblico viola, indicando lo stemma biancoceleste.

Questa sera il destino di Milinkovic e della Fiorentina si incrociano di nuovo. Quello di questa sera sarà un incrocio diverso. Non si tratta di un bivio di carriera, si tratta di un bivio che ha un nome ben preciso: scudetto.

 

Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio. DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS

 


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

CalcioMercato

Calciomercato Lazio, Muriqi vicino al Bruges: l’offerta del club belga

Published

on

@LazioPress.it ha un nuovo account Instagram. Torna a seguirlo. CLICCA QUI


 

La Lazio continua a lavorare sul fronte entrate, con già 3 giocatori arrivati alla corte di Sarri. Tuttavia, la giornata odierna sembra essere dedicata alle uscite. Già due annunci in mattinata da parte della Società biancoceleste, volti a comunicare due cessioni: la prima è quella di Bobby Adekanye ai Go Ahead Eagles, la seconda è quella di Denis Vavro al FC Copenaghen. Due ufficialità alle quali vanno aggiunto altre operazioni in uscita. Tra queste c’è quella di Vedat Muriqi, appena rientrato dal prestito al Mallorca e alla ricerca di una nuova sistemazione. Il club spagnolo gradirebbe un suo ritorno, la l’offerta presentata finora alla Lazio non è stata considerata congrua. Motivo per cui i biancocelesti valutano altre offerte, provenienti sopratutto dalla Turchia. L’ultima, secondo quanto riportato dall’esperto di mercato Alfredo Pedullà, è quella del Club Bruges, che si starebbe avvicinando sempre di più all’acquisto del kosovaro, grazie ad una prima offerta di 9 milioni di euro. Una trattativa entrata nel vivo che potrebbe chiudersi a breve.

 

Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio. DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS

 


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Continue Reading

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW