Connect with us

Esclusiva

ESCLUSIVA LAZIOPRESS | Pellegatti: “Lazio squadra solida. Il Milan non può essere a venticinque punti dai biancocelesti”

Published

on

 


Un big match dal sapore europeo è in arriva per la Lazio che domani sera all’Olimpico ospiterà un Milan voglioso di guadagnare punti pesanti in zona Europa League. Dalle parti di Formello la situazione è molto delicata, Inzaghi fa la conta degli infortunati e degli squalificati studiando la miglior soluzione per sopperire al deficit della coppia Immobile-Caicedo, mentre in quel di Milanello ci si interroga sul mezzo passo falso contro la Spal comunque ammortizzato da una buona rimonta di carattere. Per analizzare al meglio i vari temi della sfida di domani, LazioPress.it ha contattato in esclusiva il noto giornalista e tifoso milanista Carlo Pellegatti.

La Lazio, dopo il primo passo falso di Bergamo, ha trovato due vittorie consecutive. Ti aspettavi una ripartenza simile da parte dei biancocelesti?

“Non poteva aspettarsela nessuno perchè nessuno sapeva ogni squadra come potesse riprendere il campionato. La Lazio è una squadra ed una società solida e questo è già un punto importante. È una formazione compatta, allenata che ha conoscenze nate negli anni, capace di vincere partite importanti reagendo bene perchè partire sotto uno zero non è facilissimo. Tutto sommato non sono sorpreso più di tanto”. 

Dalle parti di Formello però ogni giorno aumentano gli infortunati e gli squalificati. È diventata troppo corta la coperta di Inzaghi?

“È quello che si dice, cioè il fatto di avere una panchina, dopo i primi dodici tredici elementi, non allo stesso livello. Questo è ovviamente un problema, ma anche dopo la sconfitta contro l’Atalanta ho visto una squadra salda nel morale capace di vincere le due gare seguenti. Ribaltare il risultato con la Fiorentina ed il Torino non è semplice”. 

Le molte assenze della Lazio ed un Milan reduce da tre risultati utili consecutivi, l’ultimo raggiunto in rimonta con la Spal, possono invertire il pronostico iniziale?

“No. Certo, per la Lazio sarebbe stato meglio avere Immobile e Caicedo, ma anche per il Milan sarebbe andata meglio se avesse avuto Ibrahimovic al massimo della forma. In campionato può accadere di essere fortunati nell’affrontare una squadra con degli infortunati o degli squalificati, indubbiamente Immobile è un punto di riferimento per la Lazio, è il capocannoniere del campionato italiano. È un giocatore fondamentale ed in questo senso il Milan è stato fortunato, però solo in questo senso”. 

Il Milan come arriva alla sfida di sabato?

“Male. Arriva male perchè dopo due vittorie il pareggio con la Spal ridimensiona per l’ennesima volta il desiderio di continuità. Il Milan è settimo, a venticinque punti di distanza di Lazio e quasi trenta dalla Juventus. Questo non va bene e non può essere. È una tendenza degli ultimi anni che va cambiata perchè dopo ci sia abitua a questi andamenti del campionato. È vero ha vinto con il Lecce e con la Roma, una squadra piuttosto pallida quella vista a San Siro, ma questo pareggio all’ultimo minuto con la Spal rimette tutto in discussione sul piano del morale e della continuità”.  

La Lazio domani ritroverà Pioli costantemente alle prese con l’ombra incombente di Rangnick. Come giudichi il suo lavoro alla guida dei rossoneri?

“Diciamo che il Milan è stato molto fortunato ad avere in questa fase storica della sua vita un allenatore esperto, saggio, intelligente che ha saputo gestire un momento complicato prendendo i rossoneri per il dopo Giampaolo. In questo senso il Milan è stato fortunato: Pioli è una brava persona, un tecnico preparato, esperto, saggio”. 

In conclusione, incideranno maggiormente le assenze per la Lazio di Immobile e Caicedo o la forma non ottimale di Ibrahimovic che non scenderà in campo dall’inizio?

“Indubbiamente saranno assenze gravi da una parte e dell’altra che influenzeranno. Viste le ambizioni della Lazio che insegue la Juventus, credo che le assenze dei biancocelesti saranno più penalizzanti. Il Milan sta cercando di mantenere il settimo posto e quindi alla fine sarà maggiormente la Lazio a soffrire di questa situazione. Distaccarsi ancor di più dalla Juventus vorrebbe dire chiudere il sogno Scudetto, mentre per il Milan, anche viste le rivali non eclatanti, un mezzo passo falso è recuperabile”.  


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Esclusiva

ESCLUSIVA | Lazio-Verona, l’ex Teodorani: “Divario evidente tra le squadre. Biancocelesti favoriti”

Published

on

 


Domenica sarà LazioHellas Verona. Mentre l’Olimpico si prepara ad attendere la sfida, Carlo Teodorani è intervenuto in esclusiva ai microfoni di Laziopress per parlare del match che vedrà impegnati in casa i biancocelesti. Queste le parole dell’ex giocatore dell’Hellas Verona, che ha ricoperto il ruolo di difensore nelle stagioni 2001-2005 e 2005-2007.

Come arrivano Lazio e Verona alla sfida di domenica?
Il Verona scenderà in campo con un atteggiamento positivo, ma il divario tra le due squadre è evidente. Sicuramente, tra le due, vedo la Lazio favorita”.

Su cosa dovranno puntare gli uomini di Cioffi per mettere in difficoltà la Lazio?
Il Verona ha una buona fase difensiva, per mettere in difficoltà la Lazio dovrà cercare di puntare sui soliti 3-4 giocatori determinanti, capaci nelle ripartenze”.

Quest’anno l’Hellas ha puntato molto sui giovani. Finora chi ti ha colpito di più della rosa?
È ancora molto presto per dirlo. Il rendimento è stato sempre molto altalenante in queste partite e penso che i giovani abbiano ancora bisogno di tempo. Aver deciso di puntare sui millennials è sicuramente una scelta ponderata, frutto di un progetto a lungo termine”.

Dalla polemica sulla classe arbitrale alle ultime vicende che hanno visto protagonista Ciro Immobile. Un tuo commento.
Purtroppo queste vicende fanno parte del calcio. Immobile è una persona intelligente e in grado di affrontare questi episodi”.

Pronostico Lazio-Hellas Verona?
Penso che sarà una partita con molti gol, visto il calibro degli attaccanti. Azzardo un 3-1”. 

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:


I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW