Connect with us

Per Lei Combattiamo

CorSera | La Lazio a Lecce, Inzaghi carica: «Pensiamo a noi, non alla Juventus»

Published

on

 


Se Simone Inzaghi vuole trovare qualcosa di positivo nella classifica di oggi, può andare a rivedersi la situazione di vent’anni fa. Allora, a 8 giornate dalla fine, il distacco tra Juventus e Lazio era addirittura superiore rispetto a questi 7 punti: i bianconeri, allenati da Ancelotti, erano avanti 9 lunghezze e sembravano padroni del campionato. E – curiosità ulteriore – quando mancavano 8 gare da disputare andarono proprio a San Siro per affrontare il Milan, esattamente come accadrà stasera: persero 2-0 e così videro i biancocelesti (che nel turno successivo avrebbero vinto lo scontro diretto a Torino) avvicinarsi a meno 6.

A volte la storia si ripete ed è proprio quanto si augura Inzaghi. Ipotizzare ora una rimonta sembra impossibile, quasi folle, ma anche all’epoca pareva un’impresa irrealizzabile: la Juventus volava, la Lazio era staccatissima. Simone non vuole avere rimpianti. Per questo lavora, magari ricordando e ripetendo ai suoi giocatori quello che Eriksson diceva allora a quel gruppo di campioni: «Non dobbiamo pensare agli altri ma solo a noi stessi, cerchiamo di ottenere il massimo e poi vediamo cosa accade», afferma mentre si avvicina la partita di Lecce (stasera, inizio alle 19,30). La filosofia è giusta, o comunque è l’unica possibile: quale alternativa ha la Lazio se non quella di cercare di vincere sempre e poi aspettare i risultati della Juventus? «Ma questa è una partita difficile. Il Lecce gioca a calcio, Liverani è molto bravo oltre a essere un amico, sarà certamente impegnativo batterlo».

La Lazio viaggia tra mille incertezze e troppi cerotti, un particolare che ovviamente la condiziona. Sembra però che la situazione possa pian piano migliorare, perché alcuni infortunati stanno recuperando e presto potrebbero tornare in campo. Luiz Felipe, ad esempio, ha superato il problema muscolare che gli ha impedito di giocare dopo il lockdown: a Lecce non sarà titolare, ma andrà presto ad aumentare le possibilità di scelta di Inzaghi. Così come Leiva e Cataldi, i quali si avvicinano progressivamente a una condizione accettabile e presto dovrebbero garantire la presenza di almeno un regista di ruolo. Ha recuperato anche Milinkovic-Savic, che ha chiesto il cambio durante la partita contro il Milan, ma la nota positiva riguarda soprattutto il ritorno di Immobile e Caicedo dopo la squalifica. Il recupero dei due centravanti è fondamentale, a maggior ragione dopo l’infortunio al ginocchio di Correa la cui stagione potrebbe essere finita.

Entro breve, insomma, la Lazio dovrebbe essere un po’ più vera rispetto a quella che abbiamo osservato nelle ultime gare. Data per scontata la qualificazione in Champions, ormai vicinissima anche aritmeticamente (potrebbe arrivare già in questa giornata), la domanda è: quando i biancocelesti torneranno a volare, saranno ancora in tempo per provare a riprendere la Juve?

corriere.it

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Europa League

FORMELLO – Con lo Sturm Graz reclamano spazio Vecino e Pedro, due cambi anche in difesa – FOTO&VIDEO

Published

on

 


Se in campionato la Lazio sta dando dimostrazione di crescita, in Europa League la sfida di domani sera contro lo Sturm Graz ha tanto il sapore di prova del nove. La convincente vittoria iniziale contro il Feyenoord e la clamorosa debacle contro il Midtylland obbligano i biancocelesti a dover indirizzare il proprio cammino europeo. Sarri prosegue con la sua idea di turnazione ridotta proprio a testimonianza di quanto crede nella competizione europea, verranno gestite le energie all’interno dei novanta minuti ma non ci saranno troppi cambi rispetto alla vittoria in campionato contro lo Spezia. In difesa sarà rilanciato Gila al fianco di Romagnoli con Hysaj e Marusic sulle corsie laterali davanti Provedel. L’albanese prende per cui il posto di Lazzari reduce dall’infortunio e quindi rientra fra i calciatori attenzionati in questo momento delicato viste le tante partite all’orizzonte. In mezzo al campo viaggiano verso la conferma Milinkovic e Cataldi con Luis Alberto che partirà dalla panchina lasciando la maglia da titolare ad uno fra Vecino e Basic, l’uruguaiano è favorito sul croato che sembra aver perso posizioni nelle gerarchie del centrocampo. Da non escludere la sorpresa Marcos Antonio. Davanti turno di riposo per Zaccagni con il rilancio di Pedro dal primo minuto nel tridente completato da Immobile e Felipe Anderson. Il capitano biancoceleste sta bene e vuole riscattare la brutta prestazione in terra danese e il rigore fallito con i liguri in campionato. Aggregato in prima squadra anche il giovane Marinacci, terzino sinistro della Primavera di Sanderra mentre non si è allenato con i compagni Bertini.

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da LazioPress.it (@laziopress.it)

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:    

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW