Connect with us

Per Lei Combattiamo

Lecce-Lazio, Immobile: “Situazione di stop ci ha penalizzato, ma non deve essere un alibi. Loro hanno avuto più fame di noi”

Published

on

 


Nel post partita della gara tra Lecce e Lazio, vinta dai giallorossi per 2-1, è intervenuto a Lazio Style Radio Ciro Immobile. Ecco le sue parole: “Questa situazione di stop ci ha penalizzato, non siamo più quelli di prima, anche a livello mentale. Non deve essere un alibi, ma un dato di fatto. Per l’obiettivo della Champions che ci siamo prefissati ad inizio stagione manca una vittoria per conquistarla matematicamente. C’è da finire la stagione nel migliore dei modi per non buttare via tutto quello di buono fatto negli scorsi mesi.

In realtà era più il Lecce in una posizione scomoda, l’attenzione era al massimo, il nervosismo eccessivo. Dobbiamo metterci a lavorare anche se abbiamo poco tempo tra una partita e l’altra, non è facile, ma il nervosismo non serve, dobbiamo stare tranquilli.

Quando ti trovi sempre a rincorrere non è semplice, dobbiamo approfittare dei pochi momenti che abbiamo per riposare.

Gabriel si è superato, ha fatto tre parate incredibili. Loro erano appesi ad un filo e lo sono ancora. Lottano per non retrocedere e hanno avuto più fame di noi.

La squadra gioca sempre per me, gli obiettivi personali non mi devono far innervosire, devo tornare più sereno me ne rendo conto. Questo non è il vero Ciro, per dare una mano alla squadra bisogna dare di più”.

L’attaccante biancoceleste è poi intervenuto ai microfoni di Sky Sport: “Siamo consapevoli che non siamo più la stessa Lazio. Abbiamo sofferto tanto il ritorno mentale più che altro sotto l’aspetto mentale perché fisicamente stanno soffrendo tutte le squadre, ogni compagine ha i suoi problemi. È un momento un po’ complicato che però nulla toglie alla stagione straordinaria che abbiamo fatto. Dobbiamo cercare a tornare a fare risultati per conquistare più punti possibili. Il sogno rimane l’ fin quando la matematica non ci condanna. Ovviamente uno ci pensa sempre, ma non deve essere un’ossessione e dobbiamo stare tranquilli come non stiamo riuscendo ad essere ora. Sono il primo a fare mea culpa ed a prendermi le mie responsabilità, oggi non è stata una delle mie migliori partite. Bisogna andare avanti, guardare al positivo a quello che abbiamo fatto ed a quello che si potrà fare e migliorare anche per la prossima stagione.  Non siamo tranquilli perchè vedo un po’ di nervosismo dovuto al fatto che non riusciamo a fare quello che facevamo prima della sosta. Questo ci toglie un po’ di serenità, non riusciamo più a  divertirci ed a divertire la gente perchè magari fisicamente non arriviamo dove vorremmo e mentalmente abbiamo sofferto un po’ lo stop. È ovvio che non potevamo essere gli stessi del pre lockdown, ci sta un attimo per rimettersi in moto ed al lavoro anche se c’è poco tempo con molte partite. Serve ricordare quello che abbiamo fatto per ripartire da lì”. 

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Europa League

FORMELLO – Con lo Sturm Graz reclamano spazio Vecino e Pedro, due cambi anche in difesa – FOTO&VIDEO

Published

on

 


Se in campionato la Lazio sta dando dimostrazione di crescita, in Europa League la sfida di domani sera contro lo Sturm Graz ha tanto il sapore di prova del nove. La convincente vittoria iniziale contro il Feyenoord e la clamorosa debacle contro il Midtylland obbligano i biancocelesti a dover indirizzare il proprio cammino europeo. Sarri prosegue con la sua idea di turnazione ridotta proprio a testimonianza di quanto crede nella competizione europea, verranno gestite le energie all’interno dei novanta minuti ma non ci saranno troppi cambi rispetto alla vittoria in campionato contro lo Spezia. In difesa sarà rilanciato Gila al fianco di Romagnoli con Hysaj e Marusic sulle corsie laterali davanti Provedel. L’albanese prende per cui il posto di Lazzari reduce dall’infortunio e quindi rientra fra i calciatori attenzionati in questo momento delicato viste le tante partite all’orizzonte. In mezzo al campo viaggiano verso la conferma Milinkovic e Cataldi con Luis Alberto che partirà dalla panchina lasciando la maglia da titolare ad uno fra Vecino e Basic, l’uruguaiano è favorito sul croato che sembra aver perso posizioni nelle gerarchie del centrocampo. Da non escludere la sorpresa Marcos Antonio. Davanti turno di riposo per Zaccagni con il rilancio di Pedro dal primo minuto nel tridente completato da Immobile e Felipe Anderson. Il capitano biancoceleste sta bene e vuole riscattare la brutta prestazione in terra danese e il rigore fallito con i liguri in campionato. Aggregato in prima squadra anche il giovane Marinacci, terzino sinistro della Primavera di Sanderra mentre non si è allenato con i compagni Bertini.

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da LazioPress.it (@laziopress.it)

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:    

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW