Connect with us

Per Lei Combattiamo

Tmw | Lazio, all-in tra Lecce e Sassuolo: la settimana decisiva per i biancocelesti


Published

on

 


Quella salentina è l’ultima spiaggia. La Lazio è obbligata a vincere oggi contro Lecce (e sabato contro Sassuolo) e sperare che la Juventus possa perdere punti contro Milan e Atalanta. La sconfitta di sabato contro il Milan ha riportato i biancocelesti con i piedi per terra, rendendo più complicato il sogno scudetto, per il quale saranno determinanti le due prossime giornate. È a un bivio, la squadra di Inzaghi. Perché se dovesse andare come sperano a Formello, tutto tornerà a essere messo in discussione e lo scontro diretto del 20 luglio potrebbe tornare ad assumere un valore encomiabile.
Ma guai a pensare troppo in là, perché oggi la trasferta di Lecce (che si gioca la salvezza) vale una finale. Inzaghi alla vigilia ha sottolineato la pericolosità dei giallorossi del suo amico ed ex compagno Liverani (“che gioca bene e ci ha messo in difficoltà all’andata”), ribandendo quale sia l’obiettivo attuale e primario: conquistare l’aritmetica qualificazione in Champions, distante 4 punti. Ha cercato di togliere pressione, da ottimo gestore e allenatore qual è, ma è innegabile che ci siano stati più musi lunghi nello spogliatoio in queste due settimane che in tutti i mesi precedenti: prima del Covid i biancocelesti avevano perso una sola volta in campionato, a settembre, mentre dalla ripartenza le sconfitte sono già due (Atalanta e Milan).
A livello di infermeria continuano ad alternarsi notizie positive (il rientro di Milinkovic e Luiz Felipe su tutti) a cattive (la lesione al collaterale di Correa). Ma ciò che più conterà oggi è capire la reazione mentale della squadra, cresciuta tantissimo sotto l’aspetto della personalità e del carattere. “Senza pensare ai risultati degli altri, ma solo a se stessa”, come chiesto da mister Inzaghi. Così contro il Lecce sono vietati passi falsi: la Lazio dovrà fare il suo e poi sperare, per tenere accesa la flebile speranza di rivedere, almeno in lontananza, la vetta bianconera.TuttoMercatoWeb/Riccardo Caponetti 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Per Lei Combattiamo

Piscedda: “Nessun concetto di gioco è utile se non finalizzi. Sarri deve saper trovare soluzioni nei momenti di difficoltà”

Published

on

 


Intervenuto ai microfoni di Radiosei, l’ex biancocleeste Massimo Piscedda ha commentato la sfida di Coppa Italia persa ieri sera dalla Lazio per 1-0 contro la Juventus.

Queste le sue parole:

Dalla Juventus mi aspetto questo tipo di gara, dalla Lazio meno. Non ho mai capito cosa davvero volesse fare, non ho capito che indirizzo volesse dare alla prestazione. E’ andata sull’onda della Juventus che ha portato la gara dove voleva. Mi aspettavo qualcosa in più dal punto di vista del temperamento. Nessun concetto di gioco è utile se non finalizzi, ieri c’è stato da parte della Lazio un palleggio sterile. Le gare vanno interpretate, la squadra di Sarri doveva cercare di far uscire la Juve cercando poi profondità. Alcuni giocatori della Lazio non sono più abituati ad essere marcati, penso per esempio a Luis Alberto ed allo stesso Milinkovic. Un allenatore si differenzia da un altro tecnico dalle soluzioni che riesce a trovare nei momenti di difficoltà“.

  


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:    

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW