Connect with us

Per Lei Combattiamo

Serie A, il Milan cala il poker e batte la Juve 4-2: i bianconeri restano a +7 dalla Lazio

Published

on

 


Si è concluso da poco il big match della 31° giornata di campionato, con un risultato da pochi pronosticato alla vigilia: il Milan di Stefano Pioli ha battuto la Juventus capolista per 4-2. Dopo un primo tempo finito sullo 0-0, nella ripresa la squadra di Maurizio Sarri, dopo neanche 10 minuti, si è portata sullo 0-2 con i gol di Rabiot, al 47°, e di Cristiano Ronaldo al 53°, dando l’impressione di aver chiuso anticipatamente la partita. Il Milan però non si è perso d’animo e, al 62°, dopo aver rivisto l’episodio al VAR, l’arbitro Guida concede il calcio di rigore ai rossoneri, trasformato dall’ex Ibrahimovic. Dopo appena 5 minuti, il Milan si ritrova avanti: blackout Juventus e prima con Kessie, al 66°, e poi con Leao al 67°, la squadra di Pioli rimonta il risultato. All’80° arriva la firma di Rebic a chiudere il match sul 4-2. Un grande Milan si porta ora al quinto posto, a quota 49 punti, in attesa che scendano in campo Napoli e Roma. La Juventus resta in testa a 75 punti, mancando l’occasione di allungare ulteriormente sulla Lazio che, nel pomeriggio, ha perso per 2-1 a Lecce. La distanza tra le prime due resta quindi di sette punti, ad otto giornata dalla fine del campionato.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Europa League

FORMELLO – Con lo Sturm Graz reclamano spazio Vecino e Pedro, due cambi anche in difesa – FOTO&VIDEO

Published

on

 


Se in campionato la Lazio sta dando dimostrazione di crescita, in Europa League la sfida di domani sera contro lo Sturm Graz ha tanto il sapore di prova del nove. La convincente vittoria iniziale contro il Feyenoord e la clamorosa debacle contro il Midtylland obbligano i biancocelesti a dover indirizzare il proprio cammino europeo. Sarri prosegue con la sua idea di turnazione ridotta proprio a testimonianza di quanto crede nella competizione europea, verranno gestite le energie all’interno dei novanta minuti ma non ci saranno troppi cambi rispetto alla vittoria in campionato contro lo Spezia. In difesa sarà rilanciato Gila al fianco di Romagnoli con Hysaj e Marusic sulle corsie laterali davanti Provedel. L’albanese prende per cui il posto di Lazzari reduce dall’infortunio e quindi rientra fra i calciatori attenzionati in questo momento delicato viste le tante partite all’orizzonte. In mezzo al campo viaggiano verso la conferma Milinkovic e Cataldi con Luis Alberto che partirà dalla panchina lasciando la maglia da titolare ad uno fra Vecino e Basic, l’uruguaiano è favorito sul croato che sembra aver perso posizioni nelle gerarchie del centrocampo. Da non escludere la sorpresa Marcos Antonio. Davanti turno di riposo per Zaccagni con il rilancio di Pedro dal primo minuto nel tridente completato da Immobile e Felipe Anderson. Il capitano biancoceleste sta bene e vuole riscattare la brutta prestazione in terra danese e il rigore fallito con i liguri in campionato. Aggregato in prima squadra anche il giovane Marinacci, terzino sinistro della Primavera di Sanderra mentre non si è allenato con i compagni Bertini.

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da LazioPress.it (@laziopress.it)

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:    

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW