Connect with us

Per Lei Combattiamo

Che il caldo di luglio sciolga le gambe di questa Lazio: lo scudetto era solo il dolce di ottimo pranzo

edoardo_00@hotmail.it'

Published

on

 


Trovare delle scusanti non porta a nulla. Era stato detto che sarebbe stato difficile dopo lo stop forzato riprendere il filo di un sogno, che si stava trasformando in realtà. Ma adesso la realtà è un’altra: la testa e le gambe non sono più legate. E come potrebbero. Quattro mesi senza giocare non si recuperano facilmente. Soprattutto se in quelli precedenti si è corso più di tutti, con una rosa non proprio lunghissima. Il sogno biancoceleste è praticamente svanito (nonostante la matematica non lo dica chiaramente). Ma lo conferma la prova contro il Lecce: una Lazio spenta, senza lucidità come se fosse entrata in una fase di oblio totale. Le parole di Immobile sono la contro prova che la magia si sia spenta: “Non siamo più gli stessi, siamo nervosi, non riusciamo più a  divertirci”. Difficile spiegare una condizione di questo tipo, che probabilmente è più mentale che fisica. Le parole dette nei mesi di lockdown sono state tante, forse, anzi, sicuramente troppe. L’esasperazione nel dire che questa squadra era da scudetto ha congelato le gambe dei giocatori. Oggi corrono e giocano come se ci fosse paura di sbagliare. E si sa, quando c’è paura l’errore arriva puntuale. La società, il tecnico e i tifosi (soprattutto) non hanno mai preteso lo scudetto, ma la voglia di avere tutto e subito forse ha bloccato Immobile e compagni. Aver creduto che se non si fosse raggiunto quell’obiettivo, la stagione sarebbe stata fallimentare è stato ciò che ha fatto tremare la Lazio. La paura di doverci arrivare per forza ha sopraffatto tutti, Inzaghi compreso. Quel che conta però era ed è sempre stata la Champions League. La Lazio doveva rientrare nel palcoscenisco europeo più importante, per tornare ad essere grande come un tempo. Lo scudetto, il secondo posto erano solo il dolce finale di un pranzo con i fiocchi. Ma a volte si è sazi anche senza dolce. La Champions è ancora lì e c’è chi sta sbracciando per conquistarla, ma i biancocelesti non possono mollare, bisognerà metterla in cassaforte e poi liberare la mente pensando già alla prossima stagione. Perché questa sia solo l’inizio di una nuova Era tutta da costruire.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Per Lei Combattiamo

Juventus-Lazio, i convocati di Sarri: la scelta su Pellegrini

Published

on

 


Questa sera all’Allianz Stadium Juventus e Lazio si affronteranno per l’ultimo quarto di finale di Coppa Italia, con la vincente del match odierno che affronterà l’Inter di Simone Inzaghi in semifinale. Attraverso i propri canali social, la Lazio ha reso nota la lista dei convocati per il match con i bianconeri: anche il nuovo acquisto Pellegrini è subito disponibile.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:    

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW