Connect with us

Per Lei Combattiamo

Lazio-Sassuolo, Inzaghi: “Il calcio è fatto di scelte, non siamo lucidi ma non dobbiamo mollare”

silviaaldi@libero.it'

Published

on

 


Al termine della gara persa allo Stadio Olimpico di Roma contro il Sassuolo 1-2 il tecnico biancoceleste Simone Inzaghi è intervenuto ai microfoni di Sky Sport: “I ragazzi hanno messo tutto quello che avevano in campo ma in questo momento non basta. Il pareggio sarebbe servito a poco oggi, ma non avremmo portato a casa due sconfitte. Questi giorni siamo stati insieme, abbiamo parlato tanto con i ragazzi. Penso che abbiano dato tutto. Ci dispiace aver perso tre partite consecutive. Milinkovic, Leiva e Cataldi hanno problematiche importanti e stanno cercando di dare comunque tutto. Dobbiamo dare di più, abbiamo un calendario importante, non ci sono rientri che ci possono aiutare. Abbiamo fatto il copia incolla di Lecce. Lukaku ci sta dando una grandissima mano. Dobbiamo guardare avanti, cercare di ricompattarci sperando che qualcuno possa rientrare per darci una mano. Il calcio è fatto di scelte, in questo momento si vede che non siamo lucidi perché sbagliamo scelte sia a livello offensivo che difensivo. Purtroppo non c’era mai stato un stop simile prima, sapere come muoversi non era semplice. Nel lockdown i ragazzi si sono mossi, hanno partecipato alle sedute collettive Skype, si sono allenati. Prima della ripresa sono successe delle problematiche che ci hanno penalizzato. I giocatori ci stanno mettendo tutto quello che hanno. I gol di oggi tre mesi fa non li avremmo presi. Dobbiamo migliorare e non mollare. Non deve essere un alibi, le partite di oggi e con il Lecce non le devi perdere. Dobbiamo fare qualche punto per raggiungere il nostro scudetto che è la Champions. Prima dello stop avevo detto che pensare allo scudetto non era un azzardo, adesso dobbiamo guardare in faccia la realtà. Non credo allo stress psicologico, la squadra ha fatto finali, ha giocato partite importanti con grandissima personalità. Il problema sono state le problematiche, tre mesi e mezzo un giocatore sul divano non era mai capitato. Abbiamo perso quei 5-6 giocatori che ci avrebbero dato punti e lucidità mentale. Prima dello stop avevamo perso due partite in dieci mesi”.

Simone Inzaghi è intervenuto anche ai microfoni di Lazio Style Channel: “La squadra non si sta esprimendo al meglio a livello psicologico. Non dobbiamo mollare, è un momento delicato che ultimamente non abbiamo mai attraversato. Dobbiamo guardare oltre e andare avanti, nonostante queste battute d’arresto che ci pesano molto. Molti calciatori non sono al top della forma: Cataldi, Leiva e Milinkovic non potevano giocare una partita intera, ho chiesto loro un sacrificio. Affrontiamo delle problematiche, giocando ogni tre giorni non riusciamo a ruotare i calciatori. Bisogna però saper superare questo momento ed evitare di perdere determinate partite. Gli episodi in questo momenti non ci premiano, ma vanno anche cercati. Oggi il Sassuolo era più fresco ed aveva più possesso, purtroppo in questo momento non avendo le rotazioni fatichiamo di più. Sicuramente però avremmo potuto evitare il loro gol a tempo scaduto e finalizzare meglio qualche occasione. Speriamo adesso di recuperare energie per la trasferta di Udine, abbiamo bisogno di tutti. Mercoledì potremmo recuperare Luiz Felipe, oggi in panchina: il brasiliano per noi è fondamentale”. (sslazio.it). 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Europa League

FORMELLO – Con lo Sturm Graz reclamano spazio Vecino e Pedro, due cambi anche in difesa – FOTO&VIDEO

Published

on

 


Se in campionato la Lazio sta dando dimostrazione di crescita, in Europa League la sfida di domani sera contro lo Sturm Graz ha tanto il sapore di prova del nove. La convincente vittoria iniziale contro il Feyenoord e la clamorosa debacle contro il Midtylland obbligano i biancocelesti a dover indirizzare il proprio cammino europeo. Sarri prosegue con la sua idea di turnazione ridotta proprio a testimonianza di quanto crede nella competizione europea, verranno gestite le energie all’interno dei novanta minuti ma non ci saranno troppi cambi rispetto alla vittoria in campionato contro lo Spezia. In difesa sarà rilanciato Gila al fianco di Romagnoli con Hysaj e Marusic sulle corsie laterali davanti Provedel. L’albanese prende per cui il posto di Lazzari reduce dall’infortunio e quindi rientra fra i calciatori attenzionati in questo momento delicato viste le tante partite all’orizzonte. In mezzo al campo viaggiano verso la conferma Milinkovic e Cataldi con Luis Alberto che partirà dalla panchina lasciando la maglia da titolare ad uno fra Vecino e Basic, l’uruguaiano è favorito sul croato che sembra aver perso posizioni nelle gerarchie del centrocampo. Da non escludere la sorpresa Marcos Antonio. Davanti turno di riposo per Zaccagni con il rilancio di Pedro dal primo minuto nel tridente completato da Immobile e Felipe Anderson. Il capitano biancoceleste sta bene e vuole riscattare la brutta prestazione in terra danese e il rigore fallito con i liguri in campionato. Aggregato in prima squadra anche il giovane Marinacci, terzino sinistro della Primavera di Sanderra mentre non si è allenato con i compagni Bertini.

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da LazioPress.it (@laziopress.it)

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:    

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW