Connect with us

Per Lei Combattiamo

SportMediaset – Lotito è furioso. Ora c’è l’ipotesi di un lungo ritiro

edoardo_00@hotmail.it'

Published

on

 


Se la sconfitta di ieri della Lazio non è andata giù ai tifosi, figuriamoci al Presidente Claudio Lotito. Ieri dopo il match è sceso negli spogliatoi, e con toni tutt’altro che pacati ha ripreso la squadra. Come riporta SportMediaset, Lotito è furioso. Lui che aveva voluto fortemente la ripresa del campionato, illuso dal sogno scudetto, si ritrova oggi una squadra a pezzi fisicamente, mentalmente, sull’orlo di una crisi di nervi e con una qualificazione Champions ancora da raggiungere. Vuole e pretende, giustamente, delle spiegazioni. Il post gara con il Sassuolo è di quelli che lasciano il segno e scoprono le magagne di una Lazio che pre lockdown era la migliore espressione del calcio italiano. I conti non tornano, preparazione fisica sbagliata, infortuni a ripetizione e recuperi affrettati. Questo è stato l’oggetto della discussione di ieri tra Acerbi e il Dott. Ivo Pulcini, con tregua finale tra i due.

Troppi gli infortunati e, per di più, mal curati . Coinvolti anche alcuni fisioterapisti, tra cui Fabio Ripert, che dopo la gara con il Torino ha avuto un acceso confronto con il preparatore atletico. Ma come si sono ripetuti più volte i giocatori, quello che emerge è anche uno scarso impegno da parte di tutti. Ecco perché a Formello è spuntata l’ipotesi di un ritiro lungo: da Udine, mercoledì prossimo, alla sfida di Torino con la Juventus di lunedì 20 luglio senza passare per Roma. Lotito riflette su questo, una stagione stellare si rischia di finire amaramente. Ora servono 5 punti per la Champions, ma che questo diventi un segnale per il prossimo anno. Certi atteggiamenti non saranno più ammessi e bisognerà rinnovare la squadra con qualche correttivo.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Per Lei Combattiamo

TMW | Lazio, occhio ai rinnovi: tre in scadenza nel 2023, spaventa il 2024 con Milinkovic

Published

on

 


Dopo aver perso Luiz Felipe e Strakosha a zero a giugno (tradotto, un patrimonio di almeno 30 milioni di euro) la Lazio vuole evitare di svalutare altri pezzi pregiati della propria vetrina. Per questo a Formello, già da tempo per la verità, si è iniziato a parlare dei rinnovi contrattuali. Della rosa attuale, solo in 3 sono in scadenza tra pochi mesi: Radu, che ha annunciato di volersi ritirare, Pedro e Romero, deluso dal poco minutaggio concessogli da Sarri in quest’inizio di stagione. La vera partita, quella con la posta in palio più alta, si gioca però l’anno prossimo.

La scadenza del 2024
Manca un anno e mezzo alla deadline, eppure c’è già un po’ di agitazione nel mondo Lazio. Per capire il motivo basta fare un nome, quello di Milinkovic. Soltanto l’idea di poterlo perdere a un anno dalla scadenza a un prezzo più basso del suo valore, con l’agente Kezman che avrebbe più potere contrattuale nella trattativa, o addirittura a parametro zero rende cupo l’animo della piazza. Lotito ne è consapevole e sta già cercando di capire quale strategia adottare per approcciare il discorso sul rinnovo: vorrebbe farlo prima del Mondiale, mentre dall’entourage di Milinkovic tutto al momento tace. Più tardi arriva l’incontro, meglio è.

Il presidente non vuole farsi trovare impreparato neanche sugli altri giocatori in scadenza nel 2024: Lazzari, Marusic, Cataldi, Felipe Anderson. Tutti giocatori nella piena fase di maturazione della carriera e fedelissimi di Sarri, che ovviamente spera di vedere più contratti firmati possibile.

Lo riporta Tuttomercatoweb.com.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:


I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW