Connect with us

Esclusiva

ESCLUSIVA | Fiore: “Peccato per lo stop, quest’anno la Lazio avrebbe fatto il salto di qualità. Inzaghi? Ha creato un grande gruppo”

silviaaldi@libero.it'

Published

on

 


Dopo tre sconfitte consecutive, la Lazio di Simone Inzaghi vuole provare a riassaporare la vittoria che manca ormai da troppo tempo. Alla Dacia Arena di fronte ai biancocelesti ci sarà l’Udinese di Gotti, in cerca di riscatto dopo il ko casalingo con la Sampdoria nell’ultimo turno e di punti importanti per la salvezza. Dopo Milan, Lecce e Sassuolo, questa sera la Lazio avrà l’opportunità di invertire la rotta e di conquistare punti importanti per guadagnarsi il posto in Champions League non ancora al sicuro. Per parlare della gara di questa sera allo Stadio Friuli e del particolare momento che la Lazio sta affrontando dopo lo stop forzato causa coronavirus, è intervenuto in esclusiva ai microfoni di LazioPress.it Stefano Fiore, arrivato in biancoceleste nell’estate del 2001 proprio dall’Udinese. Con la maglia della Lazio, fino al 2004, Fiore ha collezionato ben 139 presenze e 32 reti.

La Lazio arriva alla gara di questa sera dopo tre sconfitte consecutive. Cosa succede ai biancocelesti?

Sembra un calo psico fisico. Una ripresa così incerta metteva in preventivo che ci potessero essere alti e bassi. Dispiace perché questa chiusura ha portato effetti negativi soprattutto alla Lazio. La Juventus ha mantenuto il suo ritmo, l’Atalanta le vince tutte, il Milan nelle ultime partite ha fatto benissimo. Mi viene da pensare che, purtroppo, non è riuscita a ripartire come aveva chiuso e che la rosa sia troppo risicata. Soprattutto mi è sembrata una squadra, che, nel momento in cui ha avuto un calo di prestazione e di risultato non ha trovato la forza di reagire. Si spera che questa reazione possa avvenire in fretta, a partire dalla partita di Udine, perché vanificare tutto quello che di buono è stato fatto nella prima parte di stagione sarebbe deleterio“.

L’Udinese, invece, come arriva alla gara di questa sera? Che partita ti aspetti?

L’Udinese è una squadra che tecnicamente non può rappresentare un grosso problema per la Lazio. E’ chiaro che la partita va collocata in questo particolare momento, dove la Lazio non è brillante e l’Udinese ha bisogno di punti arrivando da una brutta sconfitta con la Sampdoria. La squadra di Gotti è pericolosa negli spazi, con qualche individualità buona come De Paul e Lasagna, per il resto è una squadra abbastanza compassata e fisica. Se la Lazio fa la partita che deve fare e ritrova un certo spirito credo che non dovrebbe avere problemi a vincere a Udine. Ovviamente il momento è delicato, nella testa le sconfitte qualche scoria te la lasciano. Partita mentalmente complicata più che tecnicamente“.

Hai passato 3 anni in biancoceleste collezionando 32 reti. C’è un ricordo o un gol a cui sei particolarmente legato?

Ci sono tante emozioni e gol che ricordo con piacere per svariati motivi. Però, se dovessi sceglierne uno, direi quelli in finale di Coppa Italia con la Juve. I gol che hanno portato alla vittoria di un trofeo, emozioni che non dimenticherò mai“.

Hai giocato anche con Simone Inzaghi. Come valuti il suo lavoro da allenatore?

Assolutamente positivo. Ha bruciato le tappe, è diventato bravo in fretta. Non era facile dal settore giovanile calarsi in una realtà importante come quella della prima squadra. E’ stato molto bravo, aveva il vantaggio di conoscere l’ambiente e di avere una buonissima squadra, Simone è stato fortunato ma ci ha messo tanto del suo. E’ stato molto bravo a creare un grande gruppo, quest’anno sembrava poter fare il salto di qualità. Peccato per questa interruzione che ha tolto qualcosa alla squadra. Non possiamo sapere dove sarebbe potuta arrivare la Lazio. Spero che Simone possa continuare il suo lavoro anche nei prossimi anni“.

In conclusione, quando abbiamo visto la vera Lazio?

Sicuramente quella prima dello stop forzato. Non sono state vittorie isolate, è dall’inizio della stagione che la Lazio è stata una squadra forte e man man è cresciuta sempre di più. Le vittorie con la Juve hanno dato grande consapevolezza alla squadra. La vera Lazio è quella vista prima. Speriamo che in questo finale di stagione possa avvicinarsi a quel che ha fatto prima dello stop, sarebbe un peccato vanificare tutto“.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Esclusiva

ESCLUSIVA | Lazio-Verona, l’ex Teodorani: “Divario evidente tra le squadre. Biancocelesti favoriti”

Published

on

 


Domenica sarà LazioHellas Verona. Mentre l’Olimpico si prepara ad attendere la sfida, Carlo Teodorani è intervenuto in esclusiva ai microfoni di Laziopress per parlare del match che vedrà impegnati in casa i biancocelesti. Queste le parole dell’ex giocatore dell’Hellas Verona, che ha ricoperto il ruolo di difensore nelle stagioni 2001-2005 e 2005-2007.

Come arrivano Lazio e Verona alla sfida di domenica?
Il Verona scenderà in campo con un atteggiamento positivo, ma il divario tra le due squadre è evidente. Sicuramente, tra le due, vedo la Lazio favorita”.

Su cosa dovranno puntare gli uomini di Cioffi per mettere in difficoltà la Lazio?
Il Verona ha una buona fase difensiva, per mettere in difficoltà la Lazio dovrà cercare di puntare sui soliti 3-4 giocatori determinanti, capaci nelle ripartenze”.

Quest’anno l’Hellas ha puntato molto sui giovani. Finora chi ti ha colpito di più della rosa?
È ancora molto presto per dirlo. Il rendimento è stato sempre molto altalenante in queste partite e penso che i giovani abbiano ancora bisogno di tempo. Aver deciso di puntare sui millennials è sicuramente una scelta ponderata, frutto di un progetto a lungo termine”.

Dalla polemica sulla classe arbitrale alle ultime vicende che hanno visto protagonista Ciro Immobile. Un tuo commento.
Purtroppo queste vicende fanno parte del calcio. Immobile è una persona intelligente e in grado di affrontare questi episodi”.

Pronostico Lazio-Hellas Verona?
Penso che sarà una partita con molti gol, visto il calibro degli attaccanti. Azzardo un 3-1”. 

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:


I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW