Connect with us

Esclusiva

ESCLUSIVA | Acquafresca avverte la Lazio: “Il Cagliari è una mina vagante. Auguro a Immobile di vincere la classifica marcatori”

Published

on



@LazioPress.it ha un nuovo account Instagram. Torna a seguirlo. CLICCA QUI


 
 
 


La Lazio lotta, combatte e reagisce ma esce ancora sconfitta, questa volta contro la capolista Juventus abile nell’archiviare il nono Scudetto consecutivo. Dopo il k.o. dell’ Allianz Stadium, per raggiungere aritmeticamente il quarto posto i ragazzi di Inzaghi avranno bisogno di due punti nelle ultime quattro giornate con la prima chance utile per chiudere il discorso in programma già domani, quando all’Olimpico arriverà il Cagliari. I sardi, che dall’approdo di Zenga hanno conquistato 10 punti in otto giornate, sono virtualmente in vacanza grazie ad una salvezza matematica agguantata dopo mesi bui iniziati dal colpo di testa di Caicedo alla Sardegna Arena nel mese di dicembre. Tra infortuni, carenza di risultati e voglia di rivalsa degli isolani si prospetta una gara delicata per i biancocelesti alla ricerca della vittoria smarrita. Per analizzare al meglio i vari temi del match, LazioPress.it ha contatto in esclusiva l’ex rossoblu Robert Acquafresca.

Contro la Juventus la Lazio ha perso nuovamente, seppur abbia dimostrato una buona reazione. Quanto pensi possa influire questo atteggiamento domani?

“Purtroppo ai biancocelesti la sorte è girata un po’ male, non è più la squadra di inizio o metà stagione. Sicuramente ora sono tagliati fuori dalla corsa Scudetto, ma la Lazio rimane sempre una squadra da prendere con le pinze considerata la sua pericolosità offensiva”.

Il Cagliari nelle ultime 8 ha conquistato 10 punti. L’arrivo di Zenga è stata la scintilla giusta per una lenta ripartenza?

“C’è da dire che Maran aveva fatto un grandissimo lavoro, ma purtroppo quando i risultati scarseggiano i primi a pagare sono gli allenatori. Il suo lavoro è fuori discussione e sotto gli occhi di tutti, Zenga è stato bravo a mettere un attimo le cose a posto”. 

Zenga dovrà fare a meno di Nainggolan, mentre Inzaghi sarà ancora in emergenza nonostante qualche rientro. Credi che complice questa situazione il gap tecnico tra le due squadre si sia un po’ ridotto?

“Credo di sì anche perchè non dimentichiamoci che il Cagliari quest’anno ha ottenuto ottime vittorie anche in trasferta contro formazioni importanti. I rossoblu sono una mina vagante. Anche se esiste un gap tecnico tra le due formazioni, i sardi per il loro modo di giocare possono mettere in difficoltà la Lazio”.

Il Cagliari è salvo, mentre la Lazio cerca i due punti necessari per il quarto posto matematico. Quanto incideranno le motivazioni?

“Sicuramente le motivazioni in questo momento della stagione rivestono un ruolo centrale, però i giocatori sono dei professionisti ed una volta raggiunto l’obiettivo ne cercano uno nuovo. I calciatori sono competitivi, hanno fame di migliorarsi sempre e quindi penso che anche in casa rossoblu ci siano delle motivazioni”.

A proposito di motivazioni, il finale rocambolesco dell’andata seguito da molte polemiche potrebbe essere uno stimolo in più per gli isolani?

“Da quella serata è passato un po’ di tempo, dunque non penso che il ricordo della gara d’andata possa incidere nella sfida di domani”.

Da ex attaccante, il rigore segnato contro la Juventus può essere un nuovo trampolino di lancio per Immobile? Il fatto che Ronaldo l’abbia raggiunto in cima alla classifica marcatori rappresenta un motivo ulteriore per tornare a fare gol?

“Assolutamente sì, il rigore contro i bianconeri può essere un punto per ripartire. Credo che lui voglia vincere a tutti i costi la classifica marcatori ed essere in competizione con Ronaldo da un lato lo rende orgoglioso e dall’altra aumenta la sua voglia di essere primo. Auguro a Ciro di farcela, sarebbe bello vederlo vincere la classifica dei cannonieri come sarebbe stato bello vedere la Lazio vincere lo Scudetto”.  

 
 
 
 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio. DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS




RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Esclusiva

ESCLUSIVA | L’ex Bologna Castellini: “Sarri mi piace, la Lazio darà fastidio. Il Bologna ha bisogno di Mihajlovic”

Published

on



@LazioPress.it ha un nuovo account Instagram. Torna a seguirlo. CLICCA QUI


 
 
 


Fra qualche giorno Lazio e Bologna daranno il via al loro campionato, sfidandosi sul campo dell’Olimpico domenica 14 agosto per accaparrarsi i primi tre punti della stagione. Per l’occasione, abbiamo raggiunto Marcello Castellini, ex difensore del Bologna, per una breve intervista.

Finalmente ricomincia il campionato e la Lazio affronterà il Bologna, sua ex squadra. Cosa si aspetta da questo match?

E’ l’inizio del campionato, quindi sicuramente saranno partite non attendibilissime, nel senso che le squadre purtroppo ancora non sono complete. Il mercato sarà aperto fino alla quarta giornata e sarà così per tutte le squadre, quindi diciamo che sarà un inizio difficoltoso e altalenante per tutti, come abbiamo visto in Coppa Italia, dove molte squadre di Serie A hanno faticato. Sarà una partita complicata sotto tutti i punti di vista sia per la Lazio che per il Bologna.

Per quanto riguarda il Bologna, pensa che il progetto della società avrà continuità?

E’ chiaro che ad oggi la condizione fisica di Mihajlovic sta falsificando un pochino quello che è il percorso del Bologna. Speriamo che il mister come abbia superato il primo step superi anche il secondo, che è il più importante, e riprenda in mano una squadra che ha bisogno di lui sia come persona che come allenatore. Credo che il Bologna abbia bisogno di una figura importante come lui, speriamo torni il prima possibile.

Come pensa che si piazzerà il Bologna in questa stagione?

Sono un po’ di anni che si parla di questo famoso decimo posto. Reputo questo campionato ancora più difficile di quello dell’anno scorso, specialmente con il mercato che sta facendo la società: al momento ha venduto giocatori molto forti e ancora non ha preso giocatori perlomeno conosciuti. Magari quei due/tre ragazzi saranno una sorpresa, ma c’è bisogno di qualcosa di più importante. Ad oggi non vedo la squadra da decimo posto, la vedo leggermente indebolita rispetto allo scorso anno. 

Nella sua carriera ha militato anche nella Sampdoria, che affronterà la Lazio alla quarta giornata. Come vede il percorso dei biancocelesti nelle prime cinque partite, in cui incontreranno anche big come Inter e Napoli?

La cosa più interessante della Lazio è che è al secondo anno di Sarri, quindi sarà più facile seguirlo rispetto allo scorso anno. Sono stati acquistati giocatori interessanti e, anche se la Lazio non parte fra le favorite per piazzarsi lì davanti, penso che nel corso della stagione potrà dare molto fastidio. E’ una squadra interessante e a me Sarri piace molto, si vedrà molto di più la sua mano quest’anno. 

Pensa che la Lazio potrà migliorare la posizione in classifica della scorsa stagione?

Migliorare non saprei, altre squadre hanno fatto una campagna acquisti interessante e si sono rinforzate, vedi la Roma o la Fiorentina. Secondo me, però, con un anno di maturazione in più migliorerà decisamente la qualità in campo.

L’anno scorso la squadra ha avuto problemi nel reparto arretrato. Lei ha giocato come difensore centrale, come giudica i nuovi acquisti in difesa? 

Romagnoli è un giocatore di esperienza, non è semplice giocare nel campionato italiano, specialmente dietro. E’ il ruolo più difficile da ricoprire, ma la Lazio ha preso dei giocatori interessanti e secondo me si vedranno dei miglioramenti.

Un’ultima domanda sulla stagione che sarà. Quest’anno ci sarà una lunga sosta invernale per via dei Mondiali, che piega pensa che prenderà il campionato italiano?

Sarà una novità. La preparazione delle squadre è chiaramente diversa da quella degli altri anni e nel periodo di sosta si potrà fare un ricarico di lavoro con i presenti. E’ un percorso che tutti affronteranno per la prima volta, è anche difficile farsi un’opinione in merito.

 
 
 
 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio. DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS




RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Continue Reading

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW