Connect with us

 

Per Lei Combattiamo

Finisce in parità Milan-Atalanta: Lazio a -4 dal secondo posto

Published

on

@LazioPress.it ha un nuovo account Instagram. Torna a seguirlo. CLICCA QUI


 

È cominciata questa sera la 36esima giornata di Serie A Tim. Mentre la Juventus si concentra sullo scudetto, le inseguitrici si danno battaglia per raggiungere i piani alti della classifica. Ad aprire le danze di questa giornata è stato il match di San Siro che ha visto sfidarsi il Milan di Stefano Pioli e l’Atalanta di Gasperini. I padroni di casa sono passati in vantaggio al minuto 14 grazie alla rete di Calhanoglu, circa 10 minuti dopo (16’) i bergamaschi falliscono l’occasione del pareggio: Donnarumma para il penalty calciato da Malinowsky. Il gol della Dea però è soltanto rimandato: Zapata al 34’ pareggia i conti e manda le squadre negli spogliatoi sul risultato di parità. Nella seconda frazione di gioco ancora qualche emozione, ma nessuna marcatura. Termina quindi 1-1 la partita di Milano, con l’Atalanta che sale a quota 75 ed Inter e Lazio inseguono rispettivamente con 73 e 72 punti.

 

Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio. DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS

 


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Per Lei Combattiamo

CdS | Festa Lazio, quinto posto per 55.000

Published

on

@LazioPress.it ha un nuovo account Instagram. Torna a seguirlo. CLICCA QUI


 

Un grande pubblico saluta i biancocelesti: campionato concluso davanti alla Roma.

Come riportato dal Corriere dello Sport, notte d’altri tempi con il popolo biancoceleste che torna a riempire l’Olimpico. Erano 55.000 i tifosi presenti per mandare un messaggio a Lotito: serve una Lazio ancora più ambiziosa nella prossima stagione.
Ieri partenza schock dei biancocelesti, il Verona segna con Simeone e Lasagna. Poi la rimonta: Cabral, Felipe e Pedro. Hongla acciuffa il pari.

Immobile è per la quarta volta re dei marcatori. Lo precede, nella storia della Serie A, solo Nordhal: nessun attaccante italiano era mai riuscito nell’impresa. Ha vinto Sarri, applaudito sotto la Curva Nord, perché bastava un pareggio per finire quinto e piazzarsi davanti alla Roma (terzo anno di fila per la società). La qualificazione in Europa League può essere la base per costruire un futuro radioso, a patto di accontentarlo sul mercato e magari ribaltando il destino attraverso la conferma di un top player come Milinkovic, forse al passo d’addio nella scia di Leiva, Strakosha, Luiz Felipe e probabilmente Acerbi.

 

Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio. DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS

 


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Continue Reading

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW