Connect with us

Per Lei Combattiamo

PAGELLE LAZIO | Milinkovic domina ma i riflettori sono tutti per King Ciro. Iron Man Acerbi

Published

on

 


Strakosha 7 – Spiazzato completamente da Amrabat sul rigore del momentaneo vantaggio scaligero, è attento nella ripresa sul diagonale di Borini che tiene l’1-2. Strepitoso come d’istinto leva dallo specchio un colpo di testa di Salcedo.

Patric 6,5 – Diligente, ordinato e pulito negli interventi. Non fa più notizia la prestazione positiva dello spagnolo che è diventato una certezza.

Dal 65′ Vavro 6 – Non è facile trovare spazio quando hai Acerbi davanti che gioca pure con un ginocchio malconcio. Nonostante il poco minutaggio raccolto in stagione, disputa una mezzora positiva con un paio di interventi precisi.

Luiz Felipe 5 – E’ ormai specializzato negli interventi con le mani incollate dietro la schiena per non correre rischi visto le strampale regole attuali, purtroppo sta diventando una costante anche con i regali agli avversari. Ringrazia il palo ad inizio ripresa su una deviazione dopo un cross di Lazovic.

Acerbi 7 – E’ bionico. Non si allena per un fastidio al ginocchio ma questa barca non la molla. Stringe i denti, convince Inzaghi a mandarlo in campo e sforna la consueta prestazione impeccabile.

Marusic 6,5 – Non è al meglio, con intelligenza si limita a giocare in maniera semplice senza strafare. Apprezzabile l’abnegazione in fase difensiva dove non lascia mai sguarnita la retroguardia nonostante un cliente scomodo come Lazovic.

Dall’88’ Armini SV

Milinkovic 8 – Juric gli piazza Miguel Veloso addosso che lo inseguo per tutto il campo. Il portoghese è un osso duro, il serbo con intelligenza lo porta fuori posizione per sfruttare il buco. Nella ripresa si mette in proprio procurandosi e realizzando la punizione che ribalta il risultato e serve a Correa l’assist che chiude la partita.

Dall’88’ Andre Anderson SV

Parolo 6,5 – Ormai ha carburato ed è difficile toglierlo dal campo. Solito apporto prezioso con tanti palloni recuperati e qualche fallo speso con sapienza per interrompere l’azione degli uomini di Juric.

Luis Alberto 6,5 – Lascia a Milinkovic la ribalta e anche la punizione del vantaggio dopo averne calciata una alle stelle. Serata tranquilla per lo spagnolo, sempre nel vivo dell’azione e prezioso nei ripiegamenti.

Djavan Anderson 6 – Riproposto dal primo minuto ad una settimana di distanza, dimostra di essere un alternativa valida per questa rosa. Non concede mai a Faraoni l’accelerazione o la chiusure delle diagonali offensive.

Dal 65′ Lukaku 6,5 – Entra subito in partita con un paio di cross interessanti, serve a Immobile il pallone del gol più bello della giornata.

Correa 6,5 – Un continuo “what if”. Ha il potenziale per distruggere le partite e le difese avversarie ma troppo spesso non affonda con cattiveria il colpo. Chiude la gara tornando al gol per l’1-3 che fa bene all’umore suo e della squadra.

Dal 68′ Caicedo 6 – Entra a gara già decisa, ha un’occasione ma sbaglia il controllo finale.

Immobile 9 – Tripletta con due rigori che si procura e un tiro da capogiro. Sono 34 in campionato, uguagliato Lewandoski per la corsa alla scarpa d’oro e a -2 dal record di Higuain. E’ un mostro.

 

All. Inzaghi 7,5 – Terzo posto ripreso e ora è aperta la caccia al secondo. La sua creatura sotterra la sorpresa Hellas Verona con cinque gol con un Immobile che vola verso la scarpa d’oro.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Per Lei Combattiamo

COPPA ITALIA | Juventus-Lazio, Allegri in conferenza: “Gara difficile. Oltre a Bonucci, non sarà disponibile Pogba”

Published

on

 


Domani sera, all’Allianz Stadium di Torino, andrà in scena il match tra Juventus e Lazio, valido per i Quarti di Finale di Coppa Italia. Nella serata di ieri, dalla stessa parte del tabellone, l’Inter ha superato l’Atalanta per 1-0 conquistando il pass per le Semifinali. La squadra di Inzaghi ora, attenderà proprio la vincente della sfida in programma domani alle 21:00 tra bianconeri e biancocelesti.

Per presentare la partita contro la squadra di Sarri e fare il punto sui suoi, l’allenatore della Juventus, Massimiliano Allegri, è intervenuto in conferenza stampa. Queste le sue dichiarazioni, riportate da Tuttomercatoweb.com: “Bisogna concentrarsi su questa gara difficile contro una squadra che sta facendo ottime cose. È una partita secca e andrà giocata con questi canoni. Siamo ripartiti da poco, abbiamo fatto poche gare dopo due mesi di sosta. Non ho ancora deciso niente per domani, devo fare alcune valutazioni. A parte Bonucci che è ancora fuori l’unico che non sarà disponibile per un indolenzimento ai flessori è Pogba. Purtroppo quando sei fuori da tanto e alzi il livello d’intensità vengono fuori dei dolori”.

Proseguendo, Allegri si è espresso anche sulle possibili scelte di formazione: “Vlahovic quasi sicuramente giocherà titolare, per gli altri devo decidere. Può durare 120 minuti domani quindi le sostituzioni saranno ancora più importanti. La soluzione Chiesa-Di Maria-Vlahovic è una soluzione che avevo in mente già dall’inizio, poi le vicissitudini del calcio portano a trovare un assetto diverso. I giocatori quando rientrano da tanti mesi per un infortunio si fa fatica, ci vuole un po’ di pazienza. Pogba ha avuto qualche indolenzimento, ci vuole un po’ di tempo. Magari fra qualche settimana sarà in condizioni ottimali. Cuadrado è in grande forma, Bremer ta bene, come stanno bene tutti gli altri. Bisogna solo lavorare, fare e reagire. Fare qualcosa in più per ottenere il risultato”.

Infine, l’allenatore della Juventus, è tornato sulla partita di domani, facendo riferimento anche al campionato: “Partita importante, obiettivo diverso dal campionato. Dopo la reazione buona con l’Atalanta, venivamo dall’immediato, dove ci hanno tolto 15 punti due giorni prima, poteva esserci un problema e così è stato. Non sono alibi quelli dei 15 punti, ci penserà la società a vedere dove possiamo difenderci. Non dev’essere un alibi o una giustificazione, dobbiamo andare in campo e fare quanto occorre fare. Forse è la prima volta che vengono tolti 15 punti dalla classifica, eri terzo e torni sotto. Ora riprendiamo per la prima volta, bisogna gestire al migliore dei modi. La partita di Coppa Italia va fatta nel migliore dei modi, faremo il massimo”.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:    

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW