Connect with us

Per Lei Combattiamo

PAGELLE – Ciro è il The King del campionato, Marusic il migliore della serata. In difesa non se ne salva uno

Published

on

 


Strakosha 6 – Vola su quel tiro di Fabian Ruiz ma riesce appena a sfiorare il pallone, Insigne lo spiazza dal dischetto e Politano lo trafigge da due passi. Per il resto guarda un paio di conclusioni sfiorare la sua porta senza che possa intervenire.

Patric 5,5 – Ha sulla carta il duello più pericoloso della partita contro Insigne. Nel primo tempo lo spagnolo non ha problemi, nella ripresa il napoletano sale in cattedra. Nell’azione che porta al rigore del 2-1, l’ex Barca si fa attrarre dal pallone lasciando sguarnita la sua posizione.

Dal 63′ Bastos 5,5 – Fra i colpevoli della terza rete di Politano ci sta anche lui che impiega un era geologica per recuperare la posizione.

Luiz Felipe 5 – Prova ad immolarsi su Fabian Ruiz in scivolata, è sfortunato però col pallone che sfiora il suo piede quanto basta per infilare il pallone alle spalle di Strakosha. E’ in affanno da centrale, peggiora la sua prestazione quando viene spostato sul centrodestra.

Acerbi 5,5 – La maledizione Callejon tocca a lui affrontarla questa sera, lo spagnolo lo porta spesso fuori posizione e non è un caso che Fabian Ruiz trova il vantaggio inserendosi nella sua zona. E’ stato stranamente nervoso, probabilmente non ha aiutato non allenarsi.

Dal 63′ Vavro 5,5 – Partecipa anche lui alla frittata fatta sulla terza rete napoletana, si mette alle spalle una stagione difficile. Nella prossima servono risposte importanti.

Lazzari 5 – Una serataccia gli si può concedere ma davvero stasera non ne azzecca una. Affonda un paio di volta ma i suoi cross si perdono in area avversaria, in fase difensiva è un disastro fra chiusure in ritardo e palloni regalati.

Dall’83’ Lukaku SV

Milinkovic 5,5 – Generalmente si esalta in certe partite, stasera invece è stato stranamente apatico. L’unico momento in cui si accende è nel finale  quando volano scintille con Elmas nel finale.

Parolo 6 – Ci ha preso gusto a giocare in regia, non solo però interdizione ma anche qualità in fase di impostazione. Il pallone con cui lancia Marusic per l’azione dell’1-1 è da regista sopraffino. Va in difficoltà nella ripresa quando tutta la squadra cala vistosamente.

Dall’87’ Andre Anderson SV

Luis Alberto 6 – Si accende a sprazzi, la sensazione è che sia più concentrato nel cercare l’assist che nel costruire la manovra. Servono le urla di Inzaghi dalla panchina per ricordargli che è il play della squadra.

Marusic 7 – Viene scelto per aiutare la difesa, la giocata più bella però è nel suo affondo a metà primo tempo quando serve l’assist perfetto per il pareggio di Immobile. Ci riprova nel secondo tempo sfruttando un cross di Milinkovic ma il suo colpo di testa sfiora il palo.

Correa 6 – Fa un lavoro senza palla prezioso sia in fase di pressing che nell’aprire le maglie della difesa di Gattuso. Ha due occasioni per pareggiare nuovamente la gara ma prima colpisce il palo esterno e poi Ospina in uscita.

Dall’87’ Adekanye SV

Immobile 6,5 – Gli basta un’occasione per uguagliare Higuain proprio nella stessa porta dove il Pipita fece il record, voleva superarlo ma non gli capitano altre opportunità. Se la prende allora con un furastico Mario Rui in cerca di rogne.

All. Inzaghi 5,5 – La squadra ha terminato la benzina e dopo un’ora di gioco lentamente si spegne. Resta l’amarezza per un quarto posto finale dopo che il campionato ha detto di meritare ben altro piazzamento.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Per Lei Combattiamo

Caso Juventus, il ministro dello sport Abodi: “Non sarà la sola, bisogna fare pulizia”

Published

on

 


Il ministro dello sport Andrea Abodi è intervenuto alla presentazione del Codice di Giustizia sportiva Figc oggi al Coni parlando anche del caso Juventus e della necessità di “fare pulizia”. Queste le sue parole:

“Il caso Juventus? Si tratta di un club che probabilmente non rimarrà il solo e questo ci permetterà di fare pulizia. Abbiamo bisogno di sapere presto cosa sia successo e che vengano assunte decisioni per ridare credibilità al sistema, nel principio dell’equa competizione. Ed è evidente che negli ultimi anni non è successo”.  


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:    

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW