Connect with us

Per Lei Combattiamo

Faccia a faccia Gattuso-Inzaghi, che lite in Lazio-Napoli: “Eravamo troppo nervosi” | VIDEO

Published

on



@LazioPress.it ha un nuovo account Instagram. Torna a seguirlo. CLICCA QUI


 
 
 


Faccia a faccia tra i due allenatori nel corso della ripresa, dopo che un’espressione proveniente dalla panchina della Lazio aveva fatto infuriare Gattuso. A fine partita l’ex Milan fa mea culpa: “Meritavo l’espulsione”. Anche Inzaghi smorza i toni: “Cose che succedono”

GUARDA IL VIDEO

Parole forti tra alcuni componenti degli staff, parapiglia in campo tra i giocatori dopo un fallo di Manolas su Correa e persino un faccia a faccia tra Simone Inzaghi e Gennaro Gattuso. È successo un po’ di tutto al San Paolo nel corso del secondo tempo di Lazio-Napoli. Mentre gli azzurri conquistavano la vittoria sul campo, in panchina si surriscaldavano gli animi. Gattuso ha sentito un’espressione nei suoi confronti proveniente dalla panchina biancoceleste ed è andato su tutte le furie, andando faccia a faccia con Inzaghi. Alla fine l’arbitro Calvarese ha ammonito entrambi.

Gattuso: “Meritavo il rosso”

A fine partita, ai microfoni di Sky Sport, l’allenatore del Napoli ha commentato l’episodio facendo mea culpa. “Meritavo l’espulsione: un po’ di caciara l’ho fatta anche io, ci siamo detti qualche parola di troppo”, ha ammesso l’ex Milan. E poi ancora. “Ho esagerato io, bisogna essere onesti, ma ora è finita e si deve guardare avanti. Con Inzaghi tutto chiarito? No, quando succedono queste cose devo far passare del tempo. Altrimenti rischio di fare ancora più danni”.

Inzaghi. “Eravamo troppo nervosi”

Anche Inzaghi ha provato a smorzare i toni dopo la partita. “Con Gattuso non c’è alcun problema. Capitano queste cose: in queste giornate si sono visti tanti scambi di opinione. C’era stato qualcosa tra un mio e un suo collaboratore, ma sono cose che si risolvono a fine partita. Sono scene che non si dovrebbero vedere ma in campo accade”, ha puntualizzato l’allenatore della Lazio. skysport.it

 
 
 
 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio. DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS




RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Per Lei Combattiamo

Daniele Tosatti: “Forse a qualcuno dà fastidio che la Lazio possa comprare senza vendere i suoi gioielli”

edo9923@hotmail.it'

Published

on



@LazioPress.it ha un nuovo account Instagram. Torna a seguirlo. CLICCA QUI


 
 
 


Daniele Tosatti, figlio del celebre giornalista Giorgio Tosatti, ha parlato ai microfoni di Lazio Style Radio in merito alla prima giornata di campionato che vedrà contrapporsi le formazioni allenate da Sarri e Mihajlovic, aggiunge poi una nota sulla vicenda Luis Alberto, motivo primario di discussioni in queste ultime settimane di calciomercato. Di seguito le sue parole:

“C’è tanta curiosità su Lazio-Bologna, vedremo ballottaggi in difesa ma ci sarà una sana competizione per i 4 posti. L’interrogativo maggiore sarà sulla mediana di centrocampo. Vedremo chi la spunterà tra Cataldi e MarcosAntonio e tra Luis Alberto e Basic. Credo si vedrà il tridente classico con Pedro, Zaccagni e Immobile. In porta prevedo Maximiano. Il discorso della cessione di Luis Alberto viene da una sua richiesta, non da una questione tecnica, perchè è stato impegnato tanto da Sarri. Si tratta di un giocatore unico, è un fantasista, un regista tipico degli anni 90’ in un calcio tremendamente moderno e schematico. Vive lo stesso paradosso di Immobile che è il secondo bomber più prolifico d’Europa ma non ha mercato. La Lazio non ha l’obbligo di privarsene per motivi economici, ma meglio puntare su un altro giocatore tenendone un altro scontento in casa. Solo nello spogliatoio queste questioni si fanno. Ieri il Siviglia ha tesserato Isco, quindi credo sia difficile che i due giocatori convivano tatticamente. Gira sempre più la voce che Ilic arrivi a prescindere da Luis Alberto, che comunque dà un grandissimo apporto alla squadra. Io me lo terrei stretto, forse a qualcuno dà fastidio che la Lazio possa comprare senza vendere i suoi gioielli. Mi sembra riduttivo dire che non possa convivere con Marcos Antonio. Bologna? I 90 minuti di ieri in Coppa Italia potrebbero andare un po’ a sfavore degli uomini di Mihajlovic. Non li ho visti brillanti, si sono privati di buonissimi giocatori”. 
 
 
 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio. DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS




RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Continue Reading

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW