Connect with us

Per Lei Combattiamo

MACRON brand n°1 nel calcio italiano: l’azienda italiana si conferma da 5 stagioni lo sponsor tecnico con il maggior numero di club nel campionato italiano di calcio

Published

on

 


Macron, l’azienda italiana leader nel mercato internazionale dello sportswear, è il tech brand con il maggior numero di club nella serie A italiana. Il campionato che sta per prendere il via vede 5 club sulle cui maglie spicca il Macron Hero, logo dell’azienda emiliana: Lazio, Bologna, Udinese, Verona e Sampdoria.

Si tratta di una leadership che dura da ben cinque stagioni. Fin dal campionato di serie A 2016-2017, stagione nella quale Macron condivideva la prima posizione con Nike, Kappa e Joma e sponsorizzava Bologna, Lazio e Cagliari, il marchio dell’azienda di Valsamoggia è sempre stato il più presente sulle maglie delle squadre di serie A. Nella stagione 2017-2018 con Bologna, Lazio, Cagliari e S.P.A.L.; nel 2018-2019 con Bologna, Lazio Cagliari, S.P.A.L. e Udinese; nel 2019-2020 con Bologna, Lazio Cagliari, S.P.A.L, Udinese e Verona.

Quello con il Bologna è sicuramente il legame più lungo con una partnership che dura ormai dal 2001. Il rapporto con la Lazio è iniziato nel 2012, mentre Udinese e Verona sono entrate a far parte della ‘famiglia Macron’ nel 2018. Ultimo ingresso, comunicato proprio un mese fa, quello con la Sampdoria.

Qualità del prodotto, rapporto di stretta collaborazione con i singoli club, studio e ricerca di prodotti esclusivi, strategia di marketing, sono tra i fattori che consentono a Macron di crescere ogni anno sia a livello nazionale che a livello internazionale, e di inserire nel bouquet dei propri partner, nuovi e prestigiosi club di prima fascia dei principali campionati europei.

Un primato, quello italiano, che rafforza e conferma la posizione di leadership nel settore delle sponsorizzazioni tecniche a livello di club calcistici europei, dato certificato dall’ultimo “Club licensing benchmarking report: financial year 2019”, pubblicato dalla UEFA nei primi mesi del 2020. Macron è il terzo più importante brand, subito alla spalle dei colossi Nike e Adidas, con una quota di mercato del 10%.

Un marchio italiano ai vertici del massimo campionato italiano di calcio: è un primato che ci inorgoglisce particolarmente. – ha dichiarato Gianluca Pavanello, Ceo di Macron – Il rapporto che abbiamo instaurato con i nostri club permette di creare, insieme a loro, prodotti in grado di rispondere alle esigenze tecniche, senza tralasciare quella parte fondamentale che lega l’identità del club alla sua maglia. Un risultato che ci stimola a continuare nella ricerca e nello sviluppo di prodotti sempre più performanti, con una particolare attenzione anche all’aspetto della sostenibilità. La realizzazione di maglie il cui filato è in poliestere 100% riciclato è un passo fondamentale condiviso pienamente dai club. Crediamo fortemente in questo percorso – che fa parte del progetto green “Macron 4 the Planet” – e i risultati, come quello di essere sul gradino più alto del podio in Italia e non solo, sono il miglior premio al nostro lavoro”. 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Calcio

CONFERENZA SARRI: “Siamo stati ordinati, in questo momento fatichiamo a trovare la giocata giusta. Su Pellegrini…”

Published

on

 


Al termine della sfida in casa della Juventus, persa dalla sua Lazio per 1-0, l’allenatore biancoceleste, Maurizio Sarri, è intervenuto anche in conferenza stampa. Queste le sue dichiarazioni, riportate dal sito ufficiale biancoceleste, al termine del match di Coppa Italia:

“La partita è stata interpretata in modo serio, siamo stati ordinati. Siamo in un momento in cui fatichiamo a trovare la giocata giusta in brillantezza nei metri decisivi del campo. Questa sera non abbiamo trovato spazi, sarebbe servita una giocata decisiva negli uno contro uno. L’errore sul gol della Juventus è stato di squadra, non di linea, è arrivato su una terza palla.

Non era facile perché la Juventus ci aspettava bassa, purtroppo il gol preso alla fine del primo tempo ha indirizzato la partita. Pellegrini? Vedremo, purtroppo a Torino abbiamo lavorato poco insieme. Luca è un terzino sinistro di buon piede, i tempi di inserimento dipenderanno da quanto tempo impiegherà a capire la nostra linea difensiva.

Marcos Antonio è un calciatore particolare, lo abbiamo preso quando c’erano idee tattiche diverse. Noi giochiamo con due interni offensivi e lui per caratteristiche non può coprire tanto campo, per questo lo possiamo sfruttare solo quando c’è chi può supportarlo. Maximiano finora è stato sfortunato, in passato una borsite gli ha impedito di allenarsi bene. Adesso sta meglio, vedremo se nelle prossime partite continueremo la sua alternanza con Provedel”.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:    

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW