Connect with us

Per Lei Combattiamo

SERIE A – Dal Pino: “Abbiamo bisogno di stabilità economica. Sugli stadi..”

silviaaldi@libero.it'

Published

on



@LazioPress.it ha un nuovo account Instagram. Torna a seguirlo. CLICCA QUI


 
 
 


Il Presidente della Lega di Serie A Dal Pino ha parlato in conferenza stampa toccando diversi temi tra cui uno molto caldo negli ultimi giorni: il ritorno dei tifosi allo stadio. Ecco le sue parole: “Oggi, con una gara ogni sette giorni, riteniamo che sia un punto determinante perché i costi sono elevati. Assurdo che per le amichevoli entrano mille persone e per i match ufficiali non entra nessuno. La salute al primo posto, prudenza, ma bisogna fare le cose giuste. In uno stadio da 80mila posti a sedere perché non può entrare una parte dei tifosi? Avviene tutti i giorni ovunque e in ogni contesto di vita. Stiamo parlando di un elemento dirompente per tutti i nostri club. Abbiamo già valutato tutti gli aspetti necessari stadio per stadio, oggi in Lega c’era un problema serio. I presidenti chiedono a noi di affrontarlo nelle giuste sedi perché facendo le cose in totale sicurezza, ripeto, non si può dire che allo stadio non può entrare nessuno“.

MEDIA COMPANY – Ha poi proseguito il Presidente in merito alla possibile creazione di una media company con i fondi privati. “Ora i prossimi passi. Abbiamo deliberato di lavorare alla costituzione con un partner di private equity. Le condizioni devono certo essere verificate al cento per cento e siamo a buon punto per quelle che sono le varie tematiche e progettualità. Ci saranno perciò una serie di comitati tecnici, con tempi abbastanza rapidi. Il calcio è entertainment, il contenuto forse più amato dai telespettatori e la Serie A è questo media. Parlando con i manager di importanti media internazionali, ho capito che bisogna che ci si impossessi del proprio destino e per farlo servono investimenti in risorse e nuove strutture. E’ una sfida colossale, la tecnologia ha cambiato tutto, la fruizione dei contenuti è mutata anche solo rispetto a un anno fa, il marketing ha subito una vera rivoluzione. La Lega per tanti anni ha lavorato con intermediari, ora il valore deve stare in casa. Ci siamo chiesti: questo passo lo facciamo da soli o con un partner? Abbiamo dimostrato di avere difficoltà di governance e la mia esperienza manageriale, ma anche quella dei presidenti, dice che da soli non siamo in grado di farlo. In più la nostra lega dieci anni fa era seconda in Europa, poi è arretrata alle spalle di Bundes e Liga. Oggi abbiamo bisogno di stabilità finanziaria perché il momento è complicato, serve trasformarsi rapidamente, la cultura aziendale è la cosa più importante e noi non ce l’abbiamo. Il debito in Lega è inammissibile. Personalmente sono orgoglioso di essermi confrontato con sei dei più importanti player di private equity al mondo. La mia visione è identica a quella di Aurelio (De Laurentiis, ndr). I presidenti si sono uniti nello stesso cammino, sono responsabili e così trovare il consenso unanime è stato semplice. Visto lo stato attuale delle cose è difficile pensare che qualcuno remi contro“.

 
 
 
 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio. DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS




RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Per Lei Combattiamo

CdS | Provedel è fatta: arriva stasera

Published

on



@LazioPress.it ha un nuovo account Instagram. Torna a seguirlo. CLICCA QUI


 
 
 


Questa sera Ivan Provedel, l’ottavo acquisto della Lazio, arriverà a Roma. Domani sosterrà le visite mediche e firmerà il contratto che lo legherà alla Lazio per 5 anni. E’ sempre stato il primo nome di Sarri, si giocherà il posto con Maximiano, con cui dividerà lo spazio viste le tre competizioni.

E’ stata una trattativa lunga e difficile, anche perché negli ultimi tempi si era inserito il Napoli, ma il portiere friulano ha sempre voluto la Lazio, la sua svolta professionale a 28 anni.

Provedel è cresciuto giocando come centravanti negli Allievi del Treviso a 15 anni, ecco perché sa usare molto bene i piedi. E’ alto più di 1.90m, ma è talmente esplosivo che vola da un palo all’altro. Il 30 aprile, giorno di Spezia-Lazio segnata dal gol di Acerbi in fuorigioco, tirò fuori una prestazione super e ora potrà finalmente giocare per i biancocelesti.

Corriere dello Sport

 
 
 
 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio. DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS




RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Continue Reading

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW