Connect with us

Per Lei Combattiamo

TMW | Lazio, Immobile va per la cinquina: dal 2016 ha sempre segnato all’esordio

Published

on

 


Ha chiuso la scorsa annata con un gol nella sua Napoli: anzi, il gol, quello decisivo per raggiungere il record di 36 centri in stagione di Higuain. E ripartirà con lo stesso obiettivo, Ciro Immobile, pronto a difendere la Scarpa d’Oro appena vinta. Sarà dunque ancora la sua Lazio, quella che domani si presenterà all’esordio in campionato a Cagliari. Inzaghi, dopo un’estate difficile tra rinnovi e trattative lunghe (quella per Fares ancora non è stata chiusa ufficialmente), si affida al centravanti azzurro per partire alla grande. Come del resto Immobile ha fatto negli ultimi avvii con ottimi risultati, visto che ha sempre segnato al primo appuntamento ufficiale dopo l’estate.

È successo nel 2016, appena arrivato dal Siviglia, con la rete a Bergamo. Nel 2017 i centri sono diventati due nella Supercoppa italiana contro la Juventus all’Olimpico: uno su rigore, l’altro con un colpo di testa sotto l’incrocio. Spettacolare poi la firma del 2018 contro il Napoli, in una gara amara per la Lazio, sconfitta poi 2-1. L’anno scorso ha aperto di nuovo lui le marcature annuali biancocelesti: a Genova contro la Sampdoria (doppietta). In panchina con i doriani c’era Di Francesco, domani alla guida del Cagliari. Avversario che dovrà provare a rompere la duratura tradizione tra Immobile e l’esordio stagionale con l’aquila sul petto.

tuttomercatoweb.com

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Per Lei Combattiamo

Piscedda: “Nessun concetto di gioco è utile se non finalizzi. Sarri deve saper trovare soluzioni nei momenti di difficoltà”

Published

on

 


Intervenuto ai microfoni di Radiosei, l’ex biancocleeste Massimo Piscedda ha commentato la sfida di Coppa Italia persa ieri sera dalla Lazio per 1-0 contro la Juventus.

Queste le sue parole:

Dalla Juventus mi aspetto questo tipo di gara, dalla Lazio meno. Non ho mai capito cosa davvero volesse fare, non ho capito che indirizzo volesse dare alla prestazione. E’ andata sull’onda della Juventus che ha portato la gara dove voleva. Mi aspettavo qualcosa in più dal punto di vista del temperamento. Nessun concetto di gioco è utile se non finalizzi, ieri c’è stato da parte della Lazio un palleggio sterile. Le gare vanno interpretate, la squadra di Sarri doveva cercare di far uscire la Juve cercando poi profondità. Alcuni giocatori della Lazio non sono più abituati ad essere marcati, penso per esempio a Luis Alberto ed allo stesso Milinkovic. Un allenatore si differenzia da un altro tecnico dalle soluzioni che riesce a trovare nei momenti di difficoltà“.

  


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:    

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW