Connect with us

Per Lei Combattiamo

Casillas: “Lazio, Napoli ed Atalanta lotteranno per il podio della Serie A”

Published

on

 


Un campione che ha collezionato 3 Champions League: Iker Casillas, in un’intervista rilasciata a Sport Week ha parlato della massima competizione europea e delle squadre del campionato italiano, elogiando l’operato della Lazio.

Cosa le pare dell’evoluzione del calcio italiano di questi anni?

«Quando si parla di calcio spesso ci sono luoghi comuni: gli inglesi che giocano con lanci lunghi, gli italiani che difendono. Invece tutto il calcio è cambiato, anche voi non siete solo forza fisica ma tanto talento, per esempio il portiere è più coin- volto nella costruzione delle azioni. A me ha sorpreso per esempio l’Atalanta, col suo mo- do di giocare verticale, molto rapido, pressing alto. Ma anche la Lazio ha superato questo stigma, il marchio difensivista che vi bollava».

Nei gironi assisteremo già a Inter-Real e Juve-Barça.

«Sarà un momento cruciale per vedere il top delle due competizioni nazionali e a che livello sono. Sono quattro squadre che partono per vincere in Europa, sono molto forti, sono curioso di vedere che faranno. L’Inter mi sembra che si sia rinforzata mol-to, con uomini di esperienza, già sul finire dello scorso campionato valeva la Juve, anche se i bianconeri poi hanno mostrato di essere sempre più forti. E poi mi ha sorpreso l’Atalanta, che con Napoli e Lazio per me lotterà per il podio in Serie A. Alla fine però per il titolo è un match Juve-Inter».

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Per Lei Combattiamo

Gregucci: “La Juventus ha fatto qualcosina in più della Lazio. Maximiano? Non mi sento di…”

Published

on

 


Intervenuto sulle frequenze di Lazio Style Radio, l’ex biancoceleste Angelo Gregucci si è espresso in merito alla sfida di Coppa Italia persa dalla Lazio contro la Juventus per 1-0.

Queste le sue parole:

“Per essere competitivi non dobbiamo staccare la spina. L’impatto sulla gara non è stato pessimo, tecnicamente discreto. La Juventus ha fatto qualcosina di più, la Lazio ha avuto difficoltà negli ultimi venti metri: non ha mai riempito l’area, saltato l’avversario o fatto combinazioni interessanti. Una volta la Juve era una squadra che attaccava, oggi ti aspetta, ieri hanno fatto il minimo sindacale per arrivare alla semifinale. Non me la sento di valutare l’errore di Maximiano, ieri mi dava la sensazione di essere un buon portiere, soprattutto dopo la parata su Kostic. L’errore è un peccato perché ora cambierà tutte le valutazioni, poi è normale che il suo errore è stato determinante. Per me, comunque, ha qualità. Sul cross di Kostic non sbaglia la difesa, venivano da un piazzato, c’erano stati due tempi di gioco e quindi non si poteva fare meglio. La Lazio, tra l’altro, è brava a pulire quelle palle dall’area di rigore. Patric lo poteva aiutare. Milinkovic? Era normale farlo rifiatare, gioca sempre 90′, ne aveva necessità. La Juventus tatticamente non ha creato grandi problemi, come la Lazio a loro. La squadra di Sarri poteva creare qualcosa di più dal punto di vista individuale, anche perché secondo me ha più qualità dei bianconeri. Centrocampo? Cataldi è cresciuto tanto, è affidabile, parlaimo di un giocatore di cuore e qualità. In mezzo al campo abbiamo molte soluzioni. Il Mondiale, chiaramente, ha influenzato su Milinkovic e Vecino, ma questo era il grande interrogativo che ci ponevamo dai mesi precedenti alla competizione”.

  


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:    

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW