Connect with us

Per Lei Combattiamo

Il Tempo | Incubo tamponi: Lazio decimata

Published

on

 


La maledizione Champions continua. La vittoria contro il Borussia Dortmund di martedì scorso nella prima partita del girone non è bastata a cambiare i fluidi. Tra infortuni, influenze e tamponi sospetti Inzaghi dovrà fare a meno di 14 elementi della sua rosa: non saranno presenti allo stadio «Jan Breydel» di Bruges dove i biancocelesti si giocano una fetta importante del passaggio agli ottavi di finale. Una lista lunga che, nelle ultime ore, si è allungata con nomi eccellenti quali quelli di Luis Alberto e Immobile, la coppia che aveva steso il Bologna quattro giorni fa.

Ma andiamo con ordine perché l’elenco si gonfiato nell’ultima settimana. I primi a mollare, ufficialmente, per una sindrome influenzale, sono stati venerdì Strakosha, Cataldi e il giovane Armini, tutti non convocati a scopo precauzionale contro il Bologna. Già, perché nel protocollo della Federcalcio, come poi accade in qualsiasi posto di lavoro, se si avverte qualche linea di febbre si viene rimandati a casa. I tre non si vedono a Formello da allora e non si sa quando ritorneranno a disposizione di Inzaghi. Con loro ci sono anche gli infortunati Radu e Lulic a cui si è aggiunto dopo sabato Escalante, fermato da un problema muscolare al flessore che suona come un sinistro presagio sulla sua tenuta fisica per il prosieguo della stagione. E siamo a sei che diventano sette con Vavro, fuori dalla lista Uefa per una scelta perlomeno discutibile. Per arrivare a nove ecco Luiz Felipe, a riposo ma in panchina sabato sera e Lucas Leiva uscito sul finire del primo tempo della stessa partita: su loro non ci sono certezze, si va dalla febbre al problema muscolare ma enrambi non si vedono a Formello da lunedì. Ieri, poi, in concomitanza con i risultati dei tamponi previsti dalla Uefa, non si sono alleati nemmeno Lazzari, Luis Alberto Immobile, Djawan Anderson e Pereira. Ecco i 14 indisponibili, un record negativo che costringe Inzaghi a presentare una lista striminizita all’arbitro inglese Taylor nonostante l’importanza dell’impegno (undici elementi di movimento e i portieri Alia e Reina oltre a cinque Primavera).

Il tecnico non si scoraggia: «Sì, è una vigilia diversa rispetto alle altre però dobbiamo andare a fare una gara importante. Loro hanno vinto la prima partita come noi, quindi sarà una sfida decisiva. Mancheranno degli elementi, ma dobbiamo andare oltre perchè questa è un’emergenza che coinvolge un po’  tutti in questo momento. Avremo pochissimi cambi, cercheremo di fare quelli che abbiamo. Col Dortmund abbiamo fatto un ottimo esordio, ora giocheremo contro una squadra forte: sarà una gara complicata. Domani (oggi, ndr) la società farà un comunicato sul Covid, aspettiamo l’esito degli ultimi tamponi, sperando che qualcuno possa aggregarsi». E il problema non sarà solo stasera perché domenica c’è il Torino e non si sa quanti assenti potranno riuscire a recuperare. Inzaghi carica i reduci e incrocia le dita: stasera serve una prova d’orgoglio con la speranza che qualcuno possa raggiungere (Pereira e forse altri) il gruppo in mattinata. Il Tempo/Luigi Salomone

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Per Lei Combattiamo

Claudio Lotito è stato eletto al Senato

edo9923@hotmail.it'

Published

on

 


Secondo quanto riportato dal magazine YouTrend (progetto di informazione incentrato sui trend sociali, economici e politici) il patron della Lazio Claudio Lotito (centrodestra), è stato eletto al Senato, nel collegio uninominale del Molise.

Bisognerà ora capire se e come cambierà il suo ruolo nella Lazio. Nei giorni precedenti si era parlato di “prove da Presidente” del figlio Enrico, ma prima sarà necessario comprendere come evolverà la situazione.

 

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:


I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW