Connect with us

Per Lei Combattiamo

CorSera | Inzaghi sfrenato: “Lazio pazzesca”

edoardo_00@hotmail.it'

Published

on

 


«Non potevo non correre dai miei ragazzi». Sì, perché in fondo Simone Inzaghi è uno di loro. Si è messo la camicia e la cravatta perché il suo tempo, da calciatore, era finito, ma con la testa e con il cuore è come se non fosse mai uscito dal campo. Al 98’, quando nessuno credeva più nella vittoria (e qualche minuto prima in pochi credevano anche solo al pareggio) è partito a mille all’ora verso Felipe Caicedo. Solo lui e i giocatori sanno cosa significa aver trascorso una settimana del genere: a Bruges con 13 giocatori e 6 ragazzi della Primavera, viaggi, tamponi a tutte le ore, la conta rifatta prima di partire per Torino. E pure, nella mattinata di ieri, l’ufficialità della positività al Covid di Luis Alberto rivelata dallo stesso calciatore. C’erano gli elementi per vivere cinque giorni terribili anche in campo: il cuore enorme della Lazio, invece, ha riportato un punto in Champions dal Belgio e tre di importanza enorme in campionato, dopo che i soliti blackout (l’ultimo, quello che aveva portato al 3-2 di Lukic) stavano per costare carissimi. «Dovevo per forza esultare con loro – ancora Inzaghi – Ci mancano uomini, altri sono rientrati ieri (sabato, ndr), ma questi ragazzi hanno dimostrato di avere dei grandi valori». E pure delle qualità che al momento del bisogno vengono fuori anche con poca benzina delle gambe: Immobile si è preso la responsabilità di calciare e trasformare il rigore del 3-3, Caicedo ha fatto il resto. «Felipe in questi anni mi ha dimostrato di essere un giocatore importantissimo. Avrei voluto farlo entrare prima, ma avevo dei cambi forzati». Due, però, Inzaghi li ha spesi per far entrare proprio loro, Ciro e Felipe, perché Muriqi non è ancora quello che può trascinare. Resta l’emergenza – anche perché mercoledì c’è subito lo Zenit, a San Pietroburgo -, ma questa Lazio non può avere paura, anche perché «i problemi che ho io sono gli stessi dei miei colleghi, vorremmo lavorare tutti in un altro modo». «Abbiamo vinto una partita estremamente importante, contro una squadra di valore, e questo fa onore ai ragazzi – ancora l’allenatore -. Abbiamo preso il 3-2 in un modo strano, la partita ce la siamo complicata da soli, ma siamo stati bravi a crederci fino alla fine. Nel secondo tempo siamo andati bene e siamo stati efficaci». Come ha scritto Milinkovic sui social: «Con la forza di una bestia».

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Per Lei Combattiamo

SERIE B | Lazio Women-Cittadella Women, la designazione arbitrale

Published

on

 


La 9ª giornata di Serie B Lazio WomenCittadella Women, in programma domenica 27 novembre 2022 alle ore 14:30 al Centro Sportivo Mirko Fersini di Formello, sarà diretta dal signor Alessio Amadei della sezione di Terni, coadiuvato dagli assistenti Manuel Cavalli e Usman Ghani Arshad.

Come riportato dal sito ufficiale dell’AIA 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:    

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW