Connect with us

Per Lei Combattiamo

Maradona, conclusa con successo l’operazione al cervello

Published

on



@LazioPress.it ha un nuovo account Instagram. Torna a seguirlo. CLICCA QUI


 
 
 


AGGIORNAMENTO 4/11 11.00- Diego Armando Maradona è stato operato con successo al cervello, fanno sapere i medici citati dalla Afp. “Siamo riusciti a rimuovere il coagulo di sangue. Diego ha affrontato bene l’operazione”, ha detto il dottor Leopoldo Luque presso la sua clinica privata di Buenos Aires. “È sotto controllo. C’è un po’ di drenaggio. Rimarrà sotto osservazione”, ha aggiunto Luque. Maradona, 60 anni, lunedì era stato ricoverato in un ospedale di La Plata – dove è l’allenatore del Gimnasia – dopo essere caduto: dai controlli era emerso un ematoma subdurale. Lo riporta Ansa.it

AGGIORNAMENTO 20.30- Sembrano essere più gravi del previsto le condizioni di Diego Armando Maradona, come riportato dal Corriere dello Sport infatti, la Tac a cui è stato sottoposto ha evidenziato un etoma subdurale, un versamento del sangue legato ad un trauma cranico. Maradona sarebbe infatti caduto sbattendo la testa nei giorni scorsi, procurandosi un coagulo di sangue nella parte sinistra del cervello. L’ex stella del Napoli si sottoporrà quindi ad un intervento chirurgico alla testa, in accordo con il suo medico curante, operazione che sembra comunque essere meno complicato di quello che si possa pensare.

Si attendono aggiornamenti riguardo la situazione e l’esito dell’intervento.

 

LA PLATA (ARGENTINA) – Diego Armando Maradona pochi giorni dopo il suo 60° compleanno, è stato ricoverato in un centro sanitario a La Plata. Nulla a che fare, però, con il Coronavirus. Nonostante la positività di un suo assistente, infatti, gli ultimi tamponi dell’argentino sono stati negativi. La decisione è stata presa dai familiari del Pibe de Oro preoccupati dallo stato d’animo di Diego. Il campione argentino, infatti, nelle ultime settimane era particolarmente preoccupato dalla pandemia che sta sconvolgendo l’intero globo. Maradona era stato visto l’ultima volta in pubblico nel giorno del suo compleanno nella partita vinta dal Gimnasia 3-0 contro Patronato. Le immagini del tributo allo stadio Lobo avevano mostrato Diego senza la sua solita gioia su un campo di calcio, indebolito e con difficoltà a camminare e ad alzare il braccio sinistro. Il suo stato d’animo, inoltre, è stato ulteriormente colpito dall’impossibilità di festeggiare il proprio compleanno con tutti i suoi figli.

Le condizioni di Maradona

Le prime indiscrezioni indicano che Maradona sarà sottoposto a dei controlli medici e che la situazione non è grave. Il medico personale dell’argentino, Leopoldo Luque, non ha ancora rilasciato dichiarazioni. Ultimamente, però, aveva affermato pubblicamente che l’eccesso di alcol aveva complicato la salute di Diego. Secondo quanto riportato dal giornalista e amico Daniel Arcucci, l’ex Pibe de Oro avrebbe problemi di anemia. La clinica è la stessa in cui Maradona è stato ricoverato a settembre, l’Istituto Ipensa. TuttoSport

  
 
 
 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio. DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS




RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Per Lei Combattiamo

CdS| Marcos Antonio cresce. E Sergej… è più laziale

Published

on



@LazioPress.it ha un nuovo account Instagram. Torna a seguirlo. CLICCA QUI


 
 
 


L’amichevole di ieri contro il Valladolid, seppur persa ai calci di rigore, ha lasciato sensazioni molto positive per quanto riguarda la Lazio. E’ stata infatti proposta una buona prestazione dalla squadra condita da un centrocampo che ha tenuto alla perfezione la gara sia a livello tattico che di intensità e quantità. I cambi hanno infatti permesso di far girare comunque bene la squadra nonostante l’assenza di Luis Alberto. La prima nota positiva in tal senso, infatti, è quella legata alla sostituzione di Cataldi, che per 59 minuti ha tenuto molto bene proponendo una buona prestazione tanto a livello di palleggio che a livello difensivo, per Marcos Antonio che allo stesso tempo ha fatto vedere cose molto buone. Durante l’arco della stagione quella formata dai due registi potrebbe essere una staffetta da tenere in considerazione da Maurizio Sarri così come lo era quella di Cataldi stesso con Lucas Leiva la passata stagione.

Chi invece rimarrebbe in ogni caso in campo è Sergej Milinkovic-Savic. Il tecnico, così come tutti i tifosi laziali, sperano nel migliore dei colpi di mercato: trattenere il sergente alla Lazio. Sotto quel punto di vista segnali importanti arrivano anche dal PSG, che sembrerebbe ormai vicino all’acquisto di Fabian Ruiz. Di fatto il centrocampista del Napoli allontanerebbe Milinkovic da una delle pochissime squadre che potrebbero senza problemi avvicinarsi alle richieste di Lotito per il serbo. A un mese dalla conclusione del mercato è infatti una buona notizia, anche se il rischio rimane: l’agente del sergente rimane infatti in contatto con alcune squadre della Premier League, oltre al fatto che il Manchester United si è ritirato dall’asta per De Jong, rimanendo così in cerca di un centrocampista.

Il Corriere dello Sport  
 
 
 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio. DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS




RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Continue Reading

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW