Connect with us

Per Lei Combattiamo

PAGELLE – La certezza Acerbi e l’altalena Hoedt. Ormai Caicedo ci ha preso gusto

Published

on

 


Reina 6 – La prima maglia blu che vede dalle sue parti lo costringe a raccogliere il pallone nella propria rete. Per il resto è ordinaria amministrazione con qualche uscita fuori dai pali e tanta impostazione dal basso.

Patric 6,5 – Praticamente ha un ruolo non ben definito sulla fascia destra. Lo spagnolo

Hoedt 5,5 – E’ un continuo sali e scendi. Una cosa buona e una negativa, sulla bilancia purtroppo pesano più gli errori come quando non sale con la linea e tiene in gioco Dzyuba nell’azione del vantaggio russo. Nella ripresa soffre la fisicità della gigantesca punta dello Zenit ma è bravo in un paio di scivolate ad interrompere azioni pericolose.

Acerbi 7 – Corre e lotta come un leone. Sgomita ad alte vette contro gli attaccanti russi e si propone in avanti come fosse un esterno offensivo. Non è un caso infatti che il cross del pareggio parta dai suoi piedi.

Marusic 6,5 – Non sta bene ma si mette al servizio del tecnico prima sulla fascia destra e poi su quella mancina. Gioca facile per non correre rischi e infatti non sbaglia un colpo.

Milinkovic 6,5 – Una prestazione positiva rischiata di essere compromessa da quella follia nei minuti di recupero. Si è caricato la squadra sulle spalle per cercare il pareggio per poi sfiorare il gol vittoria con una grande conclusione di sinistro uscita di poco.

Parolo 6 – Gara senza infamia e senza lode non per responsabilità sua. Fa sentire il fisico in qualche intervento e i centimetri nelle mischie.

Dal 52′ Cataldi 6 – Poteva e doveva essere il giocatore che dava geometria ad una Lazio che si accendeva a sprazzi. Troppo altalenante la sua gestione del pallone, rivedibile l’interdizione davanti la difesa ma è un ritorno importante.

Akpa Akpro 5 – Giallo ingenuo preso ad inizio gara che condiziona la sua prestazione. , non è tranquillo e lo mostra nella maggior parte dei palloni giocati che finiscono ai calciatori dello Zenit.

Fares 5,5 – Ha metri e se li prende ma non affonda mai il colpo in maniera decisiva. Esce che ha già finito la benzina, non si è allenato molto bene negli ultimi giorni.

Dal 59′ Andreas Pereira 6,5 – Dà vivacità alla manovra muovendosi su tutto il fronte mancino dell’attacco e provando a mettere ordine in una squadra poco precisa.

Correa 5,5 – Aiuta molto la squadra nel creare gioco abbassandosi molto ma poi poca sostanza al momento decisivo fra dribbling inutili e tiri mai fatti.

Dall’85 Luiz Felipe SV

 Muriqi 6 – La buona volontà non manca, la lucidità in certi momenti si. E’ in crescita ma da lui ci si aspetta di più soprattutto in area di rigore dove al momento non è pervenuto.

Dal 59′ Caicedo 7,5 – Il suo ingresso cambia volto alla manovra offensiva della Lazio. Tiene palla, fa salire la squadra e azzecca col mancino l’angolino che vale un fondamentale pareggio.

 

All. Inzaghi 6,5 – Al triplice fischio rimane un pò l’amaro in bocca per una partita che forse con maggiore convinzione si poteva anche vincere. Poi se si pensano alle assenze alla fatica accumulata ci si rende conto che non bisognava perdere. 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Per Lei Combattiamo

Immobile non parte per l’Ungheria: rientro a Formello per proseguire le cure

Published

on

 


foto Fraioli

Novità in merito alle condizioni di Ciro Immobile. Secondo quanto riportato dalla redazione di Fantacalcio.it, l’attaccante della Lazio non partirà per l’Ungheria e sarà dunque assente anche nella seconda gara di Nations League dell’Italia. Il bomber biancoceleste ha già saltato la sfida contro l’Inghilterra per un leggerissimo edema al bicipite femorale destro. Il suo lavoro differenziato prosegue e le condizioni continuano a migliorare, ma nonostante ciò il Ct Mancini non vuole correre rischi e per questo lo terrà fuori anche nella prossima gara. Tale decisione è stata resa nota attraverso un comunicato della FIGC, che ha annunciato come nonostante il giocatore si sia reso disponibile, il tecnico ha scelto di farlo tornare a Formello per dare seguito alle cure. Con molta probabilità, anche Sarri non forzerà la presa, lasciandolo ai box per l’incontro di campionato in programma contro lo Spezia. Le prossime ore saranno comunque fondamentali per capire gli effettivi tempi di recupero di Immobile.

Di seguito il comunicato della Figc:

“La Nazionale è partita alla volta di Budapest, dove domani sera alla ‘Puskas Arena’ (ore 20.45 – diretta su Rai 1) affronterà l’Ungheria nell’ultimo incontro del girone di Nations League. Ciro Immobile si è sottoposto questa mattina a Milano ad accertamenti clinici e strumentali, che ne hanno confermato l’indisponibilità per la gara con l’Ungheria. L’attaccante azzurro ha comunque raggiunto con la squadra l’aeroporto di Malpensa, dove sul volo in arrivo da Roma il gruppo si è riunito al Ct Mancini, che ieri sera era rientrato nella Capitale per poter votare questa mattina.

Il Ct, pur apprezzando la disponibilità del calciatore, constatato quanto emerso dagli accertamenti strumentali, ha scelto di lasciar tornare Immobile al club di appartenenza per proseguire le cure del caso. Gli accertamenti eseguiti sono stati, come sempre avviene, condivisi con lo staff medico del club.”

fraioli


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:


I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW