Connect with us

Per Lei Combattiamo

CorSera | Caicedo tampona l’emergenza

edoardo_00@hotmail.it'

Published

on

 


Ancora senza la Scarpa d’oro Immobile, e alle prese con la bufera tamponi, la Lazio si gode l’infinito Caicedo, un Renato Cesarini ecuadoriano dei tempi moderni. Il sinistro dell’attaccante serve a raggiungere lo Zenit e consente a Inzaghi di rimanere in posizione favorevole nella corsa alla qualifica- zione degli ottavi, un risultato ancor più prezioso se si considerano il numero e la forza degli assenti: non solo Immobile, ma anche Luis Alberto, Leiva, Strakosha, Lazzari, insomma mezza squadra titolare, in gran parte coinvolta nell’incredibile storia delle positività al coronavirus a giorni alterni.
E pensare che, fino al gol di Caicedo, la Lazio ha creato quasi nulla, condizionata da un centrocampo povero di qualità e forse anche dalla stanchezza (alla fine giocano sempre gli stessi). La domanda con cui la Lazio torna dalla Russia, e che si riproporrà da oggi, riguarda alcuni dei positivi — o presunti tali — al Covid: Immobile, Leiva e Strakosha potranno giocare la prossima gara contro la Juventus, così come hanno fatto domenica contro il Torino benché abbiano saltato le due gare di Champions disputate prima e dopo quella con i granata? Il club biancoceleste ritiene di poterli utilizzare. Il ds Tare: «In base alle analisi in nostro possesso ci saranno». Il responsabile sanitario del club, Ivo Pulcini, spiega i motivi per i quali questo accadrà: «Il tampone cerca l’acido nucleico appartenente alla famiglia del coronavirus. Si tratta di tre geni: E, RdRp e N. I primi due indicano la positività al Covid-19, il terzo no perché può essere generato da un semplice raffreddore o da un mal di gola. I nostri giocatori sono sempre stati negativi ai geni E e RdRp. Hanno invece rivelato una debole positività al gene N, che però si manifesta in determinati momenti e in altri no: magari adesso viene riscontrato, tra mezz’ora non più. E soprattutto non c’entra nulla con il Covid-19. Perché devo fermare un calciatore per una situazione clinica del genere? Ne ho parlato a lungo con il medico della Uefa, il quale ha capito e mi ha detto che stanno cercando una soluzione per uniformarsi con la Figc. Gli ho inviato tutta la documentazione, noi abbiamo seguito la procedura corretta. E fino a poche ore dall’inizio della partita eravamo pronti per far decollare Immobile, Leiva e Strakosha per la Russia. Credo proprio che con la Juve giochino». La procura della Federcalcio ha aperto un fascicolo sugli esami effettuati dalla Lazio presso il laboratorio Futura Diagnostica, di proprietà dell’ex padrone dell’Avellino, Walter Taccone. «Abbiamo messo a disposizione della FIGC ciò che ci hanno chiesto», sottolineano sia Tare che Pulcini. Vedremo se sarà ritenuto sufficiente per evitare il deferimento.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Per Lei Combattiamo

SERIE A – L’AVVERSARIO | Tutto quello che c’è da sapere sulla Fiorentina

Published

on

 


Inizia la seconda parte del campionato di Serie A: domenica alle ore 18:00 sarà LazioFiorentina. Allo Stadio Olimpico i biancocelesti ospitano i Viola di Vincenzo Italiano in una sfida fondamentale in ottica Champions, considerando che la vittoria dei capitolini consentirebbe loro di consolidare un’ottima posizione nella zona alta della classifica.

photo Antonio Fraioli

LA FIORENTINA. La squadra di Italiano presenta una situazione diametralmente opposta alla Lazio in termini di risultati: a differenza dei biancocelesti, i Viola vengono da due sconfitte consecutive, tra cui l’ultima proprio in casa contro il Torino. Al momento militano in una zona anonima della classifica: la Fiorentina è a 11 punti dalla zona retrocessione e a 5 punti dal settimo posto che le permetterebbe loro di tornare in Conference League.

LA FORMAZIONE (4-2-3-1) – Terracciano; Dodo, Milenkovic, Igor, Biraghi; Amrabat, Duncan; Ikoné, Bonaventura, Gonzalez; Kouamé.

LA STELLA. Per dare una risposta positiva di ripresa la Fiorentina proverà ad affidarsi a Sofyan Amrabat, ancora non al top della forma. Il centrocampista è chiamato a fare la differenza in campo in questo girone di ritorno, soprattutto dopo la prestazione negativa nella scorsa gara contro il Torino: da una sua apertura sbagliata è scaturito il gol di Miranchuk. In questa seconda parte di campionato Italiano proverà a fare affidamento su di lui e su Mandragora per agevolare la fase offensiva.

IL PRECEDENTE. L’ultimo incontro tra le due squadre si è disputato il 10 ottobre 2022. Un dominio tutto biancoceleste quello che è andato in scena al Franchi, con gli uomini di Sarri che si sono imposti di misura sulla Fiorentina per 4 a 0, grazie alle reti di Vecino, Zaccagni, Luis Alberto e Immobile.

  


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:    

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW