Connect with us

Per Lei Combattiamo

La Serie A scende in campo al fianco della fondazione AIRC con un gol per la ricerca

Published

on

 


Leonardo Bonucci, Claudio Marchisio, Matteo Politano e Alessio Romagnoli guidano la squadra AIRC che scende in campo nella settima giornata di campionato di Serie A TIM per coinvolgere i tifosi e invitarli a unirsi ai 5.300 ricercatori AIRC per fare tutti insieme un gol contro il cancro.

Venerdì 6, sabato 7 e domenica 8 novembre palla al centro e tutti in campo per Un Gol per la Ricerca, storica campagna di Fondazione AIRC promossa in collaborazione con FIGC, Lega Serie A, TIM e AIA, per informare e sensibilizzare il pubblico dei tifosi e tutto il mondo del calcio sul tema cancro.

Un momento che assume ancora maggiore importanza quest’anno in cui la pandemia di Covid-19 ha influito negativamente sui progressi della ricerca oncologica, rallentando l’attività nei laboratori e, soprattutto, il trasferimento dei risultati ai pazienti. Un ritardo che calciatori, allenatori, squadre, arbitri e media, vogliono contribuire a colmare insieme ai tifosi per sostenere i ricercatori AIRC con uno o più SMS al 4 5 5 2 1.

Una grande squadra quella di Un Gol per la Ricerca che può contare su quattro capitani straordinari: Leonardo Bonucci, Claudio Marchisio, Matteo Politano e Alessio Romagnoli. Sono loro i protagonisti della campagna che attraverso un ideale passaggio di testimone sottolinea l’importanza del gruppo per vincere dentro e fuori dal campo. Accanto a loro, in rappresentanza dei veri volti di AIRC: Carolina, volontaria e sostenitrice, Martina, ricercatrice, e Andrea, che ha superato un tumore ai reni all’età di 12 anni. Tutti insieme per invitare appassionati e tifosi a unirsi ai ricercatori impegnati a rendere il cancro sempre più curabile.

Una formazione che di anno in anno cresce e si rafforza grazie al contributo di tanti campioni del rettangolo verde. Quest’anno sono pronti a fare il loro personale gol per la ricerca anche Francesco Acerbi, Lorenzo De Silvestri e Mattia Perin.

Facciamo tutti insieme un #GolPerLaRicerca! Mandiamo ora uno o più SMS al 4 5 5 2 1 (*) Insieme ad AIRC rendiamo il cancro sempre più curabile #GolPerLaRicerca

Aiutaci a rendere il cancro sempre più curabile. Dona ora 2 euro con un SMS al 45521 dal tuo cellulare personale Wind Tre, TIM, Vodafone, Iliad, PosteMobile, Coop Voce, Tiscali oppure chiama il 45521 per donare da telefono fisso 5 o 10 euro con TIM, Vodafone, Wind Tre, Fastweb, Tiscali oppure 5 euro con TWT, Convergenze e PosteMobile. Con carta di credito su airc.it

 

Lo riporta SS.Lazio.it 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Continue Reading
Advertisement

Per Lei Combattiamo

TMW | Lazio, Milinkovic e il “giorno più importante della carriera”. Ed è tornato prima a Formello

Published

on

 


C’era un tempo, non molto lontano, in cui Milinkovic era profeta a Roma ma non in patria. Titolare inamovibile con la Lazio, idolo dei tifosi, ma alternativa (di lusso) con la Serbia. Adesso invece anche in nazionale si sono accorti che un giocatore così non solo non può stare in panchina, ma deve avere un ruolo centrale nell’ossatura della squadra. Bella scoperta, verrebbe da aggiungere. Così, ormai da un anno abbondante, non esce dal campo quando gioca la sua Serbia e nella prima partita di questa sosta contro la Svezia ha indossato anche la fascia al braccio. Per un calciatore, avere i gradi da capitano in rappresentanza del proprio paese è forse il riconoscimento massimo. “Il giorno più importante della mia carriera”, il commento del centrocampista serbo.

foto Fraioli

Anche la Lazio l’ha elogiato sui propri canali social e l’aspetta nelle prossime ore a Formello. Milinkovic infatti tornerà prima degli altri nazionali (senza considerare Immobile, già a Roma) perché era diffidato e nell’ultima partita ha preso il cartellino giallo contro la Svezia e salterà la gara contro la Norvegia. Una buona notizia per Sarri, che ha bisogno di Milinkovic nel lungo tour de force che aspetta la Lazio prima dei Mondiali. Che il Sergente giocherà con la Serbia. TuttoMercatoWeb\Riccardo Caponetti

fraioli


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:


I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW