Connect with us

Per Lei Combattiamo

Cardenas, ex allenatore di Caicedo: “Era un adolescente povero, ma ricco di sogni. Ha lasciato il segno in ogni squadra”

Published

on

 


Non smette più di far parlare di sè Felipe Caicedo, l’uomo degli ultimi minuti biancocelesti che sta ormai stupendo l’Italia intera e non solo. Del centravanti laziale, ai microfoni di Europa Calcio, ha parlato anche Jesus Juche Cardenas, uno dei primi allenatori dell’ecuadoriano: “Conosco Felipe da quando aveva 14 anni, era un adolescente di quartiere povero ma ricco di sogni, contentissimo di imparare a giocare a calcio; mi domandava di aiutarlo e seguirlo. Fin dall’inizio sognava di giocare in Europa dato che il calcio in Ecuador non lo attirava tanto. Mi diceva della Champions League e conosceva molti dei calciatori europei più importanti. Da parte mia, gli dicevo sempre che per giungere a certi livelli non era sufficiente il talento, ma servivano anche responsabilità, disciplina e carattere. Era un calciatore in possesso di una buona gestione e manovra del pallone. Questo gli ha consentito di andare con l’Under-16 del Rocafuerte. Lì poco dopo impressionò tanti scout per il modo semplice di giocare, l’ottimo dribbling e la semplicità di andare a segno. Quando aveva 18 anni mentre giocavamo in Venezuela mise a segno una grandissima giocata, e con la sua forza fisica assomigliava ad uno uragano. Convincemmo i dirigenti del Rocafuerte a lasciarlo andare in Svizzera. In Sudamerica  già c’erano molti procuratori che lo volevano nella loro scuderia e ci domandavano molto sul suo conto. Alla fine andò al Basilea, c’erano degli scout svizzeri che lo stavano visionando da molto tempo, circa due anni. Fu la scelta migliore. In qualunque squadra abbia giocato ha sempre lasciato il segno, anche al Manchester City. Non scorderò mai quando mi diceva che voleva arrivare in Europa, ha avverato il suo sogno. Anche oggi spesso è decisivo con la Lazio, cosa per nulla semplice se consideriamo che in quella formazione c’è un capocannoniere nato come Ciro Immobile. È evidente che il tecnico Inzaghi ha imparato a conoscere molto bene le qualità di Caicedo, lo ha fatto diventare un jolly vincente“.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Europa League

Sturm Graz-Lazio, le probabili formazioni dei biancocelesti

edo9923@hotmail.it'

Published

on

 


Questa sera alle 18.45 la Lazio sarà ospite allo Sturmstadion Liebenau, per la terza giornata del girone F di Europa League. Ecco le probabili formazioni dei biancocelesti:

LAZIO (4-3-3) – Provedel; Hysaj, Gila, Romagnoli, Marusic; Milinkovic, Cataldi, Vecino; Felipe Anderson, Immobile, Pedro.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:    

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW