Connect with us

Per Lei Combattiamo

Lazio, Fascetti: “Polemiche su Luis Alberto inutili, Immobile micidiale ma non con la nazionale. Champions? Zenit alla portata”

Published

on

 


L’ex allenatore della Lazio Eugenio Fascetti, è intervenuto quest’oggi ai microfoni di Radiosei, commentando l’andamento del campionato di Serie A  e quello di Immobile, aggiungendo poi una personale opinione sul caso Luis Alberto.

Queste le sue parole riportate sul sito di Radiosei:

“Si parla molto di calcio moderno, ma vedendo quello che sta accadendo in Serie A molte squadre, come il Sassuolo, si stanno facendo furbe. E’ tornata di moda la marcatura a uomo. E’ un campionato incerto ora e probabilmente lo sarà fino alla fine. Alla lunga penso che la Juventus venga fuori, continuo a pensare che sia la migliore. Immobile? In Nazionale forse gioca il gemello, c’è una differenza incredibile di rendimento. Nella Lazio è micidiale, con l’Italia sembra anonimo, questa cosa non la capisco. Inzaghi sono diversi anni che fa bene, a Roma non è semplice. Anche De Zerbi sta facendo bene, ma in un ambiente più tranquillo. Mi piace molto anche il tecnico dello Spezia, Italiano. Ha un bel vizio, quello di vincere e fare promozioni, è da tenere d’occhio. C’è una bella infornata di tecnici».

Sul caso Luis Alberto aggiunge: «Sono bischerate, sono polemiche inutili. Si fanno dei drammi per niente, basterebbe non parlare più per evitare queste cose. Champions? gara con lo Zenit abbordabile”.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Per Lei Combattiamo

TMW | Lazio, occhio ai rinnovi: tre in scadenza nel 2023, spaventa il 2024 con Milinkovic

Published

on

 


Dopo aver perso Luiz Felipe e Strakosha a zero a giugno (tradotto, un patrimonio di almeno 30 milioni di euro) la Lazio vuole evitare di svalutare altri pezzi pregiati della propria vetrina. Per questo a Formello, già da tempo per la verità, si è iniziato a parlare dei rinnovi contrattuali. Della rosa attuale, solo in 3 sono in scadenza tra pochi mesi: Radu, che ha annunciato di volersi ritirare, Pedro e Romero, deluso dal poco minutaggio concessogli da Sarri in quest’inizio di stagione. La vera partita, quella con la posta in palio più alta, si gioca però l’anno prossimo.

La scadenza del 2024
Manca un anno e mezzo alla deadline, eppure c’è già un po’ di agitazione nel mondo Lazio. Per capire il motivo basta fare un nome, quello di Milinkovic. Soltanto l’idea di poterlo perdere a un anno dalla scadenza a un prezzo più basso del suo valore, con l’agente Kezman che avrebbe più potere contrattuale nella trattativa, o addirittura a parametro zero rende cupo l’animo della piazza. Lotito ne è consapevole e sta già cercando di capire quale strategia adottare per approcciare il discorso sul rinnovo: vorrebbe farlo prima del Mondiale, mentre dall’entourage di Milinkovic tutto al momento tace. Più tardi arriva l’incontro, meglio è.

Il presidente non vuole farsi trovare impreparato neanche sugli altri giocatori in scadenza nel 2024: Lazzari, Marusic, Cataldi, Felipe Anderson. Tutti giocatori nella piena fase di maturazione della carriera e fedelissimi di Sarri, che ovviamente spera di vedere più contratti firmati possibile.

Lo riporta Tuttomercatoweb.com.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:


I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW