Connect with us

Esclusiva

ESCLUSIVA LATIUM | Montedoro (RTF): “Speriamo di aiutare i bambini in difficoltà. Coinvolto anche Cataldi”

Published

on

 


Luca Montedoro, general manager di Rise Together Foundation, intervenuto in esclusiva nella trasmissione webtelevisiva Latium di LazioPress.it ha rilasciato le seguenti dichiarazioni. Le sue parole:

“Come nasce l’idea della fondazione? Nasce da un’idea di Giuseppe Riso, che tramite la sua agenzia GR Sport ha voluto creare Rise Together Foundation, la quale aiuta bambini e giovani in condizioni di svantaggio. L’idea di Giuseppe nasce grazie a un episodio nella sua vita, quando una coppia di amici, in attesa del loro figlio, scoprirono nel corso della gravidanza una malattia del bambino. Da qui Giuseppe decise di aiutarli, anche nel percorso del bambino, il quale si doveva sottoporre ad interventi chirurgici, caso che quindi ha ispirato la nascita della fondazione e che poi si è estesa anche agli altri bambini.

Quali sono gli obiettivi finali? Sono quelli di aiutare la qualità della vita di bambini in condizione di svantaggio, fornendo aiuti alle famiglie anche attraverso accessi a visite e operazioni. Focalizzarsi su pochi casi in un anno ma donare tutto il ricavato direttamente alle famiglie. Cercare di creare nel tempo un rapporto con questi ragazzi, portarli ad alcuni eventi. Non solamente aiutarli ma seguirli durante la loro crescita.

L’ideatore è Giuseppe Riso, agente italiano. Qual è il legame tra questa iniziativa e il mondo del calcio? Uno degli obiettivi della fondazione è quello di avvicinare il mondo dei giovani a questi temi e sensibilizzarli. Il calcio ha molta visibilità e quindi si sposa molto bene con tutte queste tematiche di solidarietà e beneficenza.

È stato coinvolto qualche giocatore? Abbiamo esteso questa iniziativa a tutti i nostri assistiti i quali sono stati tutti molto disponibili. Anche Danilo Cataldi, che è anche lui papà.

Ci sono stati subito riscontri importanti? Abbiamo inizialmente lanciato una raccolta fondi interna per aiutare la famiglia di questo bambino a coprire i costi della prima operazione, e ne dovrà fare altre. Nel concreto abbiamo avuto subito un riscontro positivo. La fondazione cercherà poi di operare e coinvolgere tutte le persone che vogliono dare il loro contributo, anche cercandoci di svincolare dall’agenzia. Ricordiamo che la Fondazione è stata costituita quest’anno, lanciata il 18 novembre, quindi siamo solo all’inizio.

Come potete entrare in contatto con questi ragazzi che hanno bisogno? Ci siamo voluti dotare di un comitato scientifico. Abbiamo coinvolto degli esperti in ambito sanitario (medici, dottori) che vivono la loro quotidianità vicino a questi casi. Loro possono conoscere chi ha bisogno e selezionare i casi da seguire. 

Come è possibile contribuire? Vi invito a visitare il nostro sito: www.risetogetherfoundation.it  , è spiegato in che modo si può contribuire. Stiamo attivando delle iniziative, abbiamo un progetto che lanceremo nei prossimi giorni dove ci sarà la possibilità di acquistare una felpa il cui ricavato andrà alla fondazione.

Quanto è stato difficile poter aprire una fondazione del genere nel periodo particolare in cui viviamo adesso? Sicuramente viviamo un momento molto particolare. La difficoltà non credo sia dovuta al momento, o meglio c’è dietro un lavoro molto importante all’interno della fondazione, un’organizzazione tale da permettere di fare quello che stiamo facendo”.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Esclusiva

ESCLUSIVA| Tiziano Crudeli: “La Lazio può mettere in difficoltà il Milan con il centrocampo, la vedo da Champions”

Published

on

 


Questa sera andrà in scena una gara molto importante ai fini di un piazzamento in Champions, considerando anche il momento delicato delle due squadre: si tratta di Lazio-Milan, in programma alle ore 20:45 allo Stadio Olimpico. Un periodo non facile per le due squadre che giungono alla gara anche con alcune assenze. Per commentare questa sfida è intervenuto in esclusiva ai microfoni di Laziopress.it il noto giornalista e tifoso rossonero Tiziano Crudeli.

Che partita si aspetta da Lazio-Milan?

Oltre all’assenza di Immobile, importante per la Lazio, i biancocelesti hanno un tipo di gioco che può mettere in forte difficoltà i rossoneri. Centrocampisti dotati di grande visione di gioco e velocità di esecuzione molto tecnica. Quindi il Milan degli ultimi tempi ha denunciato delle carenze in fase di contenimento e di contrasto. Con l’Inter il Milan ha perso nettamente perché loro hanno avuto il predominio del gioco e del centrocampo e sotto questo punto di vista mi mette paura la partita con la Lazio perché ha giocatori molto forti a centrocampo.

Con la Lazio il Milan darà la scossa, considerate le ultime giornate? 

Deve, è obbligatorio. Poi se ce la farà o meno penso che sia tutto da vedere. Il Milan deve riscattare l’opaca prestazione contro l’inter, perché è stata completamente dominata.

Notizia delle ultime ore è l’assenza di Theo Hernandez domani: quanto complica la situazione in casa Milan? 

Complica ulteriormente, perché anche se contro l’Inter non ha giocato bene è molto importante per il Milan. Le sue percussioni in avanti insieme a Leao sono un pezzo forte della manovra offensiva rossonera e deve gestire anche proprio gli infortuni che hanno penalizzato sicuramente la squadra. Poi alcuni hanno recuperato, sia chiaro, ma questo vuol dire comunque non avere la condizione ottimale che ti dà continuità di rendimento. 

Il Milan può puntare ancora allo scudetto? 

Dal mio punto di vista lo scudetto, alla luce del rendimento delle rivali del Napoli, lo vedo proprio ai partenopei. Hanno una solidità e una capacità realizzativa notevole oltre che un gioco molto efficace. Da milanista è ovvio che ci spero, ma al momento i rossoneri non hanno le carte per poter competere per lo scudetto anche se seconda in classifica. 

La Lazio è da Champions, secondo lei?

La Lazio la vedo da Champions per i motivi che ho detto prima. Hanno un centrocampo efficace e anche il lato difensivo sta avendo un rendimento più che buono. Il problema era soprattutto la difesa, ora comincia a essere efficace. Se non vado errato ha subito solo 16 gol, poi il centrocampo e l’attacco sono i pezzi forti. 

Ritoccherebbe qualcosa al Milan con il mercato? 

Sinceramente il Milan dovrebbe essere potenziato, ma per ragioni economiche il Milan non può permettersi il lusso di fare investimenti onerosi. Si parla di Zaniolo, ma potrebbe essere un obiettivo a medio termine, non nell’immediato perché il Milan dovrebbe ora valorizzare altri acquisti pagati a peso d’oro, come De Ketelaere, che non hanno avuto un rendimento pari alle attese. 

  


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:    

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW